Abdi-Ashirta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abdi-Ashirta (XIV secoloXIV secolo) è stato un sovrano siriano.

Abdi-Ashirta il cui nome significa «Servo di Asherah»,[1] era il sovrano di Amurru, un regno situato nell'attuale Siria meridionale e soggetto, almeno nominalmente, al controllo egiziano, che era in contrasto col re Rib-Adda di Biblo.

Le lettere di Amarna testimoniano come Rib-Adda si lamentasse amaramente col faraone Akhenaton dei tentativi di Abdi-Ashirta di ricavarsi un regno più vasto a suo discapito.[2] La morte di Abdi-Ashirta è menzionata da Rib-Adda in una lettera ad Akhenaton.[3]

Gli succedette il figlio Aziru.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Raphael Patai, «The Goddess Asherah», Journal of Near Eastern Studies 24.1/2 (1965:37-52) p. 39.
  2. ^ William L. Moran, The Amarna Letters, Johns Hopkins University, 1992. p.xxiii
  3. ^ Moran, p. 174.