Abbazia di Michaelsberg (Siegburg)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abbazia di Michaelsberg
Abbazia di Michaelsberg - Stemma
Dati amministrativi
Nome completo Reichsabtei Siegburg
Lingue ufficiali tedesco
Lingue parlate tedesco
Capitale Siegburg
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di Stato Monarchia elettiva
Forma di governo teocrazia
Nascita 1064
Fine 1676
Territorio e popolazione
Bacino geografico Germania, Nordreno-Westfalia, Rhein-Sieg-Kreis
Territorio originale Auelgau (all'incirca l'odierno Rhein-Sieg-Kreis)
Religione e società
Religione di Stato cattolica romana
Abbazia di Michaelsberg - Mappa
Evoluzione storica
Succeduto da Herzogtum Berg
L'abbazia di Siegburg vista da sud-ovest

L'abbazia di Michaelsberg, detta ancha abbazia di Siegburg, fu un'abbazia imperiale benedettina del Sacro Romano Impero. Fondata dall'arcivescovo di Colonia Sant'Annone, fu attiva tra il 1064 e il 1803. Dopo la secolarizzazione gli edifici funsero, tra l'altro, anche da manicomio. Nel 1914 fu fondata una nuova abbazia benedettina denominata abbazia benedettina di Michaelsberg (ted. Benediktinerabtei Michaelsberg), che è rimasta attiva fino al 2011. L'edificio religioso è situato a 40 metri d'altitudine sopra la città di Siegburg.

Elenco degli abati[modifica | modifica wikitesto]

Antichi Abati[modifica | modifica wikitesto]

  • Erpho, 3 giugno 1076, monaco professo di Gorze
  • Reginhard, 1076–4 nov. 1105
  • Kuno I, 1105–maggio 1126
  • Kuno II, 1126–1146/47
  • Nicola I, 1146/47–1174
  • Gerardo I, 1174–1184/85
  • Gerlach, 1184/85–1191/1200
  • Ermanno, 1200
  • Otto, 1200/06–1208/11
  • Gottfried I, 1211–1224/27
  • Lamberto, 1224/27–1236/38
  • Gottfried II, 1238–1259
  • Teodorico I, 1259–1270/75
  • Adolfo, 1270/75–1302/03
  • Enrico, 1303–1309
  • Teodorico II di Sülz, 1309–1320
  • Wolfard I, 1320–1349
  • Reinhard II von Lülsdorf, 1350–1358
  • Nicola II di Lahnstein, 1358–1364
  • Teodorico III di Horst, 1365–1369/70
  • Wolfard II von Landsberg, 1370/1386/87
  • Pilgrim von Drachenfels, 1387–1415/16
  • Adolfo II di Vorst, 1417–1419
  • Guglielmo I L.B. Spies von Büllesheim, 1419–1462
  • Guglielmo II di Lülsdorf, 1462–1489
  • Giovanni I di Nesselrode, 1489–1506
  • Gerardo II di Plettenberg, 1506–1516
  • Giovanni II L.B. di Fürstenberg, 1516–1549
  • Ermanno di Wachtendonk, 1550–1578
  • Gottfried von Eyll, 1578–1587
  • Guglielmo di Hochkirchen, 1587–1610
  • Gerardo III Kolf di Vettelhoven, 1610–1620
  • Bertram von Bellinghausen, 1620–1653
  • Giovanni Bock di Pattern, 1653–1672
  • Bernardo Gustavo di Baden-Durlach, 1672–1677
  • Enrico Melchior di Nuland, 1678–1694
  • Guglielmo Rutger di Bellinghausen, 1695–1697
  • Eugenio Teodosio di Hoen, 1697–1706
  • Francesco Bernardo di Westrem, 1706/1735
  • Georg Christoph di Hagen, 1735–1762
  • Enrico Ferdinando Teodorico Goffredo di Schaumberg, 1762–1779
  • Francesco di Seraing, 1779–1787
  • Giovanni Speyart di Woerden, 1787–1803

Nuovi Abati[modifica | modifica wikitesto]

  • Ignatius Jacobs, 1922 (priore)
  • Gotthard Bayer, 1924 (priore)
  • Liborius Hardebusch, 1928 (priore)
  • Ildefonso Schulte Strathaus, 1935–1967
  • Alkuin Heising, 1967–1968
    • Reginhard Spilker, 1968–1970 priore-amministratore
  • Placidus Mittler, 1970–2000
    • Raphael Bahrs, 2000–2003 priore-amministratore
  • Raphael Bahrs, 2003–2010

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]