Abbazia di Elchingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Abbazia Imperiale di Elchingen
Abbazia Imperiale di Elchingen - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Reichsabtei Elchingen
Lingue parlate tedesco
Capitale Elchingen
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governo teocrazia
Nascita 1128
Causa Creazione di uno principato abbaziale
Fine 1802
Causa mediatizzazione del Sacro Romano Impero
Territorio e popolazione
Economia
Valuta tallero di Elchingen
Commerci con Sacro Romano Impero
Religione e società
Religioni preminenti cattolicesimo
Religione di Stato cattolicesimo
Classi sociali clero, patrizi, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Coat of arms of Baden-Württemberg (lesser).svg Ducato di Svevia
Succeduto da Flag of Bavaria (lozengy).svg Elettorato Palatino

L'abbazia di Elchingen (in tedesco: Kloster Elchingen o Reichsabtei Elchingen) fu un monastero benedettino con sede a Oberelchingen (in Elchingen) in Baviera, Germania, compresa oggi nella diocesi di Augsburg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Carta geografica dei luoghi

Dedicata alla Vergine Maria ed ai santi Pietro e Paolo, il monastero venne fondato dai Conti di Dillingen nel 1128. L'abbazia godeva dello stato di reichsunmittelbar (entità territoriale indipendente nella sovranità e referente direttamente e solo all'Imperatore del Sacro Romano Impero). L'abate godeva del titolo di principe ed aveva un seggio nel Reichstag del Sacro Romano Impero.

L'abbazia venne mediatizzata nel 1802 nel corso della secolarizzazione che investì molti stati ecclesiastici dell'Impero. Dal 1840 le costruzioni che la componevano furono in gran parte demolite, mentre venne mantenuta a scopo di culto locale la bellissima chiesa barocca un tempo vera e propria chiesa abbaziale. Essa conserva ancora oggi al proprio interno splendidi affreschi di Januarius Zick, oltre a numerose stuccature dorate e statue in gusto rococò.

Nel 1921 qui prese posto un monastero dei missionari oblati di Maria Immacolata che riprese l'antica tradizione religiosa dell'area.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Brenner, Bernhard, 2003. Das ehemalige Reichsstift Elchingen/Oberelchingen. In: Klosterland Bayerisch Schwaben Werner Schiedermair (ed.), pp216–219. Lindenberg Fink. ISBN 3-89870-127-1.
  • Dirr, Albert, 1926. Die Reichsabtei Elchingen von der Mitte des 15. bis zur Mitte des 16. Jahrhunderts. Augsburg (also dissertation, University of Munich 1925)
  • Konrad, Anton H., 1965. Die Reichsabtei Elchingen. Ihr Bild im Wandel der Jahrhunderte. Weissenhorn: Konrad.
  • Kramer, Ferdinand Kramer, 1991. "Wissenschaft und Streben nach 'Wahrer Aufklärung'. Ein Beitrag zur Aufklärung im ostschwäbischen Benediktinerkloster Elchingen", in: Zeitschrift für bayerische Landesgeschichte, 54 / 1991, 1:269-286 (ISSN: 0044-2364)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]