Abbazia di Dunfermline

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dunfermline Abbey
Abbazia di Dunfermline
Stato Regno Unito Regno Unito
Località Dunfermline
Religione cattolica
Inizio costruzione 1128
Completamento 1250
Sito web http://www.dunfermlineabbey.co.uk/

L'abbazia di Dunfermline è un'abbazia situata nell'omonima città scozzese. È un monumento classificato di categoria A

La storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione della chiesa venne iniziata nel 1128 da Davide I di Scozia dove già sorgeva un piccolo convento benedettino che viene datato attorno all'epoca di Malcolm III di Scozia fra il 1058 ed il 1093 e che sarebbe stato fondato dal sovrano stesso. Il primo Abate fu Goffredo di Canterbury (morto nel 1154), già priore presso la cattedrale di Canterbury che per prima fornì i monaci alla neonata abbazia. Al massimo del suo splendore la struttura controllava un grande numero di terre da Moray fino giù al Berkshire. Negli anni seguenti alla sua consacrazione la chiesa accumulò 26 altari donati da singoli individui o da una Gilda (storia) e fu un lucroso centro di pellegrinaggi per il culto di Margherita di Scozia (santa), moglie di Malcolm, cui si volle attribuire la fondazione dell'abbazia. Durante l'inverno del 1303 Edoardo I d'Inghilterra vi venne detenuto per un tempo considerevole e quando fu liberato ordinò che si bruciassero quasi tutti gli edifici presenti.

Il marzo del 1560, in piena Riforma scozzese, vide il saccheggio del convento. Ancora oggi rimangono in piedi diverse parti, come le vaste sale del refettorio o le camere sopra il corpo di guardia che era parte delle antiche mura cittadine. Anche la navata venne distrutta e fu rimessa a posto solo nel 1570 da Robert Drummond di Carnock (morto nel 1592) e servì come chiesa parrocchiale fino al XIX secolo ed ora è il vestibolo della nuova chiesa. Questo edificio venne costruito in stile Gotico perpendicolare ed aperto nel 1821 occupando il sito della vecchia cappella e del transetto. Accanto all'abbazia sorgono i resti del Dunfermline Palace, una volta parte di essa e ad essa collegato tramite il corpo di guardia. La chiesa ospita un grande numero di tombe reali, fra cui quella della stessa Margherita di Scozia (santa) chiusa durante il regno di Vittoria I d'Inghilterra per volontà della regina. A tutt'oggi la nuova chiesa è in uso. Il vecchio edificio era costruito in stile normanno, come testimoniano la navata e la bellissima porta posta sul lato ovest.

Matrimoni, morti e battesimi[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei preposti all'abbazia[modifica | modifica wikitesto]

Priori[modifica | modifica wikitesto]

  • Peter, 1120

Abati[modifica | modifica wikitesto]

  • Gofferedo I di Canterbury, 1128-1154
  • Goffredo II, 1154-1178
  • Arcibaldo, 1178-1198
  • Roberto di Berwick, 1198-1202
  • Patrizio, 1202-1217x1223
  • Guglielmo I, 1223
  • Guglielmo II, 1223 x 1226-1238
  • Goffredo III, 1238-1240
  • Roberto di Keldeleth, 1240-1252
  • Giovanni, 1252-1256
  • Matteo, 1256
  • Simone, 1267-1275
  • Radolfo di Greenlaw, 1275-1296
  • Ugo, 1304x1306-1313
  • Roberto di Crail, 1314-1328
  • Alessandro Ber, c. 1328-9-1350 x 1351
  • Giovanni Black, 1351
  • Giovanni di Stramiglot, 1351-1383x1388
  • Guglielmo di Angus, 1383
  • Giovanni di Torry, 1388-1409
  • Guglielmo di St Andrews (Anderston), 1413-1426
  • Roberto di Scotland, 1418-1419
  • Guglielmo Brown, 1427
  • Andrea di Kirkcaldy, 1427-1444
  • Riccardo di Bothwell, 1444-1468
  • Alessandro Thomson, c. 1470
  • Enrico Crichton, 1471-1482
  • Adamo Cant, 1483-1490
  • Giorgio Crichton, 1490-1500
    • contestato dal cardinale Raffaele Riario, 1491-1492
    • contestato da Roberto Swinton, 1492
    • contestato da Tommaso Cranston, 1492
    • contestato da Andrea Pictoris, vescovo delle Orcadi, 1492

Abati commendatari[modifica | modifica wikitesto]

  • Giaconmo Stewart, Duca di Ross, figlio del re di Scozia Giacomo III, 1500-1504
  • Gilberto Strachan, 1504
  • Giacomo Beaton, 1504-1509
  • Alessandro Stewart (figlio illegittimo di Giacomo IV di Scozia e della sua amante Marion Boyd), 1509-1513
  • Giacomo Hepburn, 1513-1516
  • Pietro di Accoltis, 1514
  • Andrea Forman, 1514-1521
  • Giacomo Beaton (per la seconda volta), 1522-1539 [1]
  • Giorgio Durie, 1526/39-1572
  • Roberto Pitcairn, 1553/72-1584
  • Enrico Pitcairn 1582/4-1593
    • Patrizio, Master of Gray, 1585-1587
    • Giorgio Gordon, 1º Marchese di Huntly, 1587

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riprese l'abbazia dopo che l'arcidiocesi di Glasgow gli aveva promessso la diocesi di Saint Andrews come successore di Andrea Forman[senza fonte]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Ian B. & Easson Cowan, E. David, Medieval Religious Houses: Scotland Con un'appendice sulle cse dell'isola di Man, Second Edition, (London, 1976), pp. 58-59
  • (EN) D.E.R. Watt, & N.F. Shead, (eds.), The Heads of Religious Houses in Scotland from the 12th to the 16th Centuries (The Scottish Records Society, New Series, Volume 24), (Edinburgh, 2001), p. 67-73

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 56°04′11.28″N 3°27′48.96″W / 56.0698°N 3.4636°W56.0698; -3.4636