Abacus harmonicus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abacus harmonicus è un termine latino medievale che indicava un diagramma delle note con i loro nomi. Con lo stesso nome si indicava l'insieme e la disposizione dei tasti e dei pedali in uno strumento musicale.

Tale diagramma fu descritto da Athanasius Kircher nella sua opera Musurgia Vniversalis.[1]

Veniva utilizzato per creare combinazioni di contrappunto.

È stato citato anche nelle prime edizioni dell'Encyclopædia Britannica.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Athanasius Kircher, Musurgia Vniversalis, I, 1650, p. 362.
  2. ^ (EN) Encyclopædia Britannica, 1771

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]