Aaron Haddad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Damien Sandow
Fotografia di {{{nome}}}
Ring name Aaron Stevens
Easter Bunny
Idol Stevens
Mr. Big Time
(Sr.) Damien Sandow
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Worcester
3 agosto 1982
Altezza 193 cm
Peso 112 kg
Allenatore Killer Kowalski
Chaotic Wrestling
OVW Staff
Debutto 2001
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Aaron Steven Haddad[1] (Worcester, 3 agosto 1982) è un wrestler statunitense. Attualmente è sotto contratto con la WWE dove lotta con il ring name Damien Sandow. Il 14 luglio al Money in the Bank pay-per-view, ha vinto il World Heavyweight Championship Ladder match per detenere il Money in the Bank contract valido per il World Heavyweight Championship.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Ohio Valley Wrestling (2004-2006)[modifica | modifica sorgente]

Dopo essersi fatto un nome nella Chaotic Wrestling, vincendo il massimo alloro, Stevens passa alla Ohio Valley Wrestling. Combatte inoltre nei programmi di secondo piano della WWE, come Heat dove perde contro Steven Richards, Charlie Haas e Shelton Benjamin. Ad un house show nel 2004, Stevens e Nova sconfiggono Caylen Croft e Tank Toland vincendo gli OVW Southern Tag Team Championship. Il 4 gennaio 2006, Stevens vince l'OVW Television Championship in un Triple Treath Match contro Brent Albright e il campione CM Punk. In realtà, il match non doveva comprendere Stevens ma Ken Doane che però si infortunò e non poté combattere. L'8 marzo perde il titolo contro Seth Skyfire.

Debutto a SmackDown (2006-2007)[modifica | modifica sorgente]

Il 4 agosto 2006, Stevens fa il suo debutto a SmackDown! introdotto da Michelle McCool insieme a KC James, sconfiggendo in un tag team match con quest'ultimo Scotty 2 Hotty e Funaki. La settimana successiva, Stevens e James sconfiggono Paul London e Brian Kendrick ottenendo una title shot per i WWE Tag Team Championship. Stevens e James hanno anche un feud con Kid Kash e Jamie Noble, anche loro vogliosi di una opportunità per i titoli. Stevens e James vengono sconfitti a No Mercy 2006 l'8 ottobre da London e Kendrick che mantengono i titoli. Poco dopo, vengono rimandati in Ohio Valley Wrestling per ulteriore allenamento.

Ritorno in OVW e licenziamento (2007-2008)[modifica | modifica sorgente]

Haddad nel 2008

Dopo una breve permanenza a SmackDown!, Stevens torna in OVW. Qui, il 14 marzo 2007, sconfigge Paul Burchill conquistando l'OVW Heavyweight Championship. Perde il titolo il 9 maggio sempre contro Burchill. L'8 giugno diventa contendente numero 1 al titolo OVW ma non userà mai questa title-shot a causa del suo licenziamento, che avviene il 6 agosto 2007.

Breve ritorno in OVW e World Wrestling Council (2008–2010)[modifica | modifica sorgente]

Stevens ritorna a sorpresa il 12 novembre 2008 in OVW sconfiggendo Anthony Bravado, detentore del titolo OVW. Il 26 novembre sconfigge Bravado e conquista per la seconda volta l'OVW Heavyweight Championship, che perde il 14 gennaio 2009 contro Vaughn Lilas.

Stevens approda in World Wrestling Council nel febbraio 2009, sconfiggendo al debutto Angel. Conquista il WWC Puerto Rico Heavyweight Championship sconfiggendo BJ ma lo perde contro Shane Sewell. Il 15 agosto 2009, Stevens e Shawn Spears vincono il WWC World Tag Team Championship contro Thunder e Lightning.

Ritorno in WWE[modifica | modifica sorgente]

Florida Championship Wrestling (2010-2012)[modifica | modifica sorgente]

Il 14 luglio 2010, Stevens firma un nuovo contratto di sviluppo con la WWE e viene mandato in Florida Championship Wrestling, dove assume il nome di Damien Sandow. L'11 novembre, vince una over the top rope battle royal a 5 uomini, sconfiggendo Bobby Dutch, Big E.Langston, Roman Leakee e Marcus Owens. Il 3 dicembre 2010, in coppia con Titus O'Neil, vince l'FCW Florida Tag Team Championship sconfiggendo Xavier Woods e Mason Ryan in un incontro che stabiliva i nuovi campioni, dato che gli ex-campioni (lo stesso Woods e Wes Brisco) erano stati costretti a rendere i titoli vacanti a causa dell'infortunio di Brisco. Durante il loro regno da campioni, Sandow e O'Neil iniziano un feud con la coppia formata da Richie Steamboat e Seth Rollins contro i quali difendono le cinture il 23 gennaio 2011. Il 2 febbraio, sconfigge Xavier Woods ad un match singolo. Il 25 marzo 2011, Sandow & O'Neil perdono le cinture di coppia FCW contro Seth Rollins & Richie Steamboat. Nei tapings FCW del 7 aprile, Damien Sandow viene sconfitto da Hunico. Ha poi una faida con il suo ex tag team partner Titus O'Neil e i due si affrontano nei tapings del 28 aprile, dove è Sandow ad avere la meglio. Il 26 maggio, tenta l'assalto all'FCW Florida Heavyweight Championship, ma perde contro il campione Bo Rotundo. All'FCW Gainesville Show dell'8 luglio, Damien Sandow perde un 6-man tag team match insieme a Lucky Cannon e Dean Ambrose contro Bo Rotundo, Seth Rollins e Titus O'Neil. Il match è stato deciso da John Morrison che era ospite speciale dello show poiché Cannon, Ambrose e Sandow si dicevano stufi di vedere la faccia di Morrison ovunque. Nei tapings del 1º settembre, Sandow partecipa al torneo per decretare il nuovo campione FCW: dopo aver sconfitto Leakee, accede alla finale, un Fatal 4-Way match che però viene vinto da Leo Kruger. Tre settimane dopo, tuttavia, si riscatta vincendo l'FCW 15 Championship contro Seth Rollins. Perde il titolo il 12 gennaio 2012, quando a strapparglielo è Richie Steamboat. Il 2 marzo, tenta l'assalto di nuovo al titolo FCW ma a sconfiggerlo è il campione Seth Rollins.

Intellectual Savior of the Masses e Team Rhodes Scholars (2012-2013)[modifica | modifica sorgente]

Sandow nel 2013

Nella puntata di SmackDown del 6 aprile, Sandow fa il suo debutto in un promo, dicendo di essere un uomo di classe e di cultura e che è pronto a portare la civiltà nei ring WWE, annunciando che il suo debutto avverrà a breve. Avrebbe dovuto debuttare nella puntata del 4 maggio di SmackDown contro Derrick Bateman, ma invece tiene un promo dove dice che non si esibirà finché non affronterà un avversario secondo lui degno. Nella puntata di [WWE SmackDown]] dell'11 maggio viene intervistato da Matt Striker nel backstage e anche qui tiene un promo. Nella puntata di SmackDown del 18 maggio incontra nel backstage Zack Ryder, intento a registrare una delle sue puntate di "Z! True Long Island Story" e rimane disgustato dal linguaggio e dall'abbigliamento di quest'ultimo. Successivamente avrebbe dovuto combattere contro Yoshi Tatsu, ma anche questa volta non ritiene l'avversario degno. In risposta, Tatsu lo insulta chiamandolo pollo; così Sandow, irritato, lo attacca alle spalle e lo mette K.O.con la sua finisher, la Terminus. Nella puntata di WWE SmackDown del 25 maggio combatte il suo primo match ufficiale e sconfigge agilmente Yoshi Tatsu.

Dopo una brevissima rivalità con Tyson Kidd, nella puntata di SmackDown del 29 giugno, sconfigge Zack Ryder e si qualifica per il Money in the Bank Ladder Match di SmackDown. Nella puntata speciale SmackDown: Great American Bash perde una 20-man Over The Top Rope Battle Royal per decretare il nuovo General Manager di SmackDown venendo eliminato da Zack Ryder e alla fine sarà proprio lui a essere il prossimo General Manager. A Money in the Bank non riesce a conquistare l'ambiziosa valigetta, la quale è stata vinta da Dolph Ziggler. Infortuna poi Brodus Clay al ginocchio e al suo ritorno si affrontano dove Damien vince per count-out.

Dopo qualche match di rilievo contro Sheamus e Randy Orton, dai quali Sandow si tira indietro, si allea con Cody Rhodes formando il Team Rhodes Scholars. Nella puntata di Raw del 24 settembre, Damien e Cody Rhodes, attaccano alle spalle Kane e Daniel Bryan. Nella puntata di WWE SmackDown del 28 settembre i Rhodes Scholars sconfiggono gli Usos, avanzando nel torneo che decreta i primi sfidanti ai titoli di coppia per Hell in a Cell. A Raw dell'8 ottobre, sconfiggono anche Zack Ryder e Santino Marella, avanzando alla finale del torneo. Prima della finale a SmackDown il 19 ottobre, sconfiggono Epico e Primo in un match di preparazione, dato che questi erano già stati eliminati dal torneo. Nella puntata di Raw del 22 ottobre, vincono la finale del torneo contro Rey Mysterio e Sin Cara, e sfideranno Kane & Daniel Bryan per i WWE Tag Team Championship a Hell in a Cell, dove riescono a vincere, ma solamente per squalifica per eccessiva aggressività da parte di Kane. Nella puntata di WWE Main Event del 14 novembre, i Rhodes Scholars tentano ancora l'assalto ai titoli, ma vengono sconfitti da Bryan e Kane.

Alle Survivor Series, Sandow fa parte del Team Ziggler che sconfigge il Team Foley. Nella puntata di SmackDown post Survivor Series, ha l'opportunità di conquistare il titolo intercontinentale, ma perde contro il campione Kofi Kingston. A Main Event ha un match contro John Cena, che viene vinto dal bostoniano con la STF. Nella puntata di Raw del 10 dicembre combatte con Cody Rhodes e vince un Fatal 4-Way Tag Team Match contro gli Usos, i Prime Time Players e Primo ed Epico, ottenendo un match valido per decretare i 1st contenders ai i WWE Tag Team Championship a TLC contro Rey Mysterio e Sin Cara in un Tag Team Tables match. A TLC riescono a sconfiggere i due messicani, grazie ad una spinta di Cody Rhodes a Sin Cara facendolo precipitare su due tavoli che si rompono, ritornando così primi sfidanti alle corone. Incasseranno la loro title shot a WWE Main Event, non riuscendo ancora a trionfare. Alla Royal Rumble, i Rhodes Scholars non riescono a vincere i titoli di coppia. Poi partecipa anche al Royal Rumble match, entrando con il numero 20 e venendo eliminato da Ryback.

Nella puntata SmackDown del 1º febbraio, Sandow e Rhodes decidono di rompere il team e riprendere la loro carriera da singoli, aggiungendo però che saranno sempre migliori amici. Ad Elimination Chamber, rinnovano momentaneamente la partnership, perdendo però contro Brodus Clay e Tensai. Rhodes e Sandow ritornano a fare coppia fissa e, a WrestleMania 29, avrebbero dovuto affrontare in squadra con le Bella Twins, il Team composto da Brodus Clay, Tensai, Cameron e Naomi, ma il match si è poi disputato la sera seguente a Raw ed ha visto prevalere quest'ultimi. Il 15 maggio, ottiene ad NXT un match valido per l'NXT Championship contro Big E Langston, ma viene sconfitto. Nel Kick-Off di WWE Payback, perde contro Sheamus. Nella successiva puntata di Smackdown perde di nuovo con l'irlandese in un Dublin Street Fight match. Nella puntata di WWE Main Event del 3 luglio, perde contro Christian.

Money in the Bank e varie gimmick (2013-presente)[modifica | modifica sorgente]

Al Money in the Bank pay-per-view vince l'omonimo match e conquista la valigetta con un contratto valido per il World Heavyweight Championship, tradendo il suo amico Cody Rhodes. La notte dopo a Raw, Sandow perde contro Christian per schienamento a fine match viene attaccato da Rhodes, ma riesce a fuggire con la valigetta tra le braccia. Nella puntata di SmackDown del 19 luglio, Sandow viene nuovamente attaccato da Cody Rhodes riuscendo a fuggire anche stavolta. Nella puntata di SmackDown del 26 luglio, Rhodes ruba la valigetta da Sandow e la getta nel Golfo del Messico; Sandow si è lanciato in acqua per recuperarla, ma ha rinunciato perché non sapeva nuotare. Nella puntata di WWE Smackdown del 2 agosto attacca nel backstage Cody Rhodes mentre veniva intervistato da Matt Striker. A Summerslam perde contro Cody Rhodes dopo ottime prestazioni da entrambi i combattenti e perde di nuovo contro Rhodes il giorno dopo durante Raw del 19 agosto. Nella puntata di WWE SmackDown del 18 ottobre affronta il campione del mondo dei pesi massimi Alberto Del Rio, combattendo da Face per l'occasione, uscendo però sconfitto dopo un match molto combattuto. Nella puntata di Raw del 28 ottobre fallisce l'incasso della valigetta contro John Cena perdendo così l'occasione di vincere il World Heavyweight Championship tramite valigetta. Nella puntata di WWE SmackDown del 1 novembre perde in coppia con i Real Americans un 6-Man Tag Team match contro Cody Rhodes, Goldust e John Cena.Nella puntata di Raw dell'11 novembre sconfigge Kofi Kingston. Nella puntata di WWE Raw del 18 novembre perde contro Dolph Ziggler in un Broadway Brawl match. Nella puntata di WWE Raw del 25 novembre Sandow sconfigge Dolph Ziggler in un Hampton Hardcore match.Nella puntata di WWE Main Event del 27 novembre Sandow sconfigge Santino Marella. Nella puntata di WWE Raw del 2 dicembre Damien Sandow batte Dolph Ziggler conquistando così una Title shot al WWE Intercontinental Championship detenuto da Big E Langston. Nell'edizione di WWE Main Event del 4 dicembre Damien Sandow sconfigge R-Truth. Nella puntata di WWE Monday Night Raw del 9 dicembre Damien Sandow sconfigge Santino Marella. Nella puntata di WWE Friday Night SmackDown del 13 dicembre Damien Sandow perde contro Mark Henry per count out. A TLC Sandow perde contro Big E Langston non riuscendo a conquistare il titolo di campione Intercontinentale. Nella puntata di Raw del 30 dicembre Sandow sconfigge The Great Khali. Nella puntata di Main Event del 1 gennaio 2014 Sandow batte Kofi Kingston. Nella puntata di Raw Old School Sandow perde contro The Great Khali, dopo il match Sandow viene imprigionato nella Cobra Clutch dall'arbitro speciale del Match ovvero Sgt. Slaughter. Nella puntata di Raw del 13 gennaio Sandow perde contro John Cena. Nella puntata di WWE Main Event del 15 gennaio Damien Sandow batte Sin Cara. Nella rivincita la settimana successiva, però, viene sconfitto dal lottatore mascherato. Sandow torna nella puntata di WWE Monday Night Raw del 10 marzo per affrontare Daniel Bryan ma Sandow si ritira dalla contesa perché davanti a lui c'è lo Yes Movement insieme allo stesso Bryan. Nella puntata di WWE Friday Night SmackDown del 14 marzo fa le sue scuse al COO della WWE ovvero Triple H per come si è comportato a Raw e il COO annuncia a Sandow che affronterà uno dei membri dello Shield ovvero Seth Rollins e Sandow esce sconfitto dal match dopo un Black Out di Rollins su Sandow. Dopo il match, subirà una Triple Powerbomb. Nella puntata di Raw post-WrestleMania XXX, Sandow viene sconfitto dal rientrante Rob Van Dam. Il 12 maggio a RAW perde contro Cody Rhodes. Nella puntata di SmackDown del 16 maggio viene sconfitto da Santino Marella. Continua a lottare travestendosi da vari personaggi, includendo Magneto, Sherlock Holmes, Davy Crockett, un rapper di nome D-Sizzle, Lance Stephenson, Lebron James, Pete Rose, Abraham Lincoln, Paul Revere, Vince McMahon, Bruce Springsteen e Bret Hart. A Money in the Bank, in versione Paul Revere viene sconfitto da Adam Rose. A Battleground, partecipa alla 19-man Battle Royal per dcretare il nuovo Intercontinental Championship non riuscendo a vincere, il quale viene vinto da The Miz.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • È l'unico wrestler, insieme a John Cena, ad aver fallito l'incasso del Money in the Bank. Ma a differenza di Cena (che ha fallito l'incasso a causa dell'interferenza di Big Show nel suo match contro CM Punk alla puntata 1000 di RAW), Sandow ha fallito tramite schienamento pulito.
  • Nei primi mesi dopo il debutto, per restare nel suo personaggio, i messaggi scritti sul suo account twitter erano firmati da un certo Ignatius, che nella storyline era il suo scrivano, dato che Sandow era troppo intelligente per scrivere su un social network.
  • Durante il "Bar Room Brawl" a Vengeance 2003, gli A.P.A. invitarono come ospite il "coniglietto pasquale". Sotto il vestito da coniglio c'era proprio Haddad.

Finisher e trademark moves[modifica | modifica sorgente]

Mosse Finali[modifica | modifica sorgente]

Mosse tipiche[modifica | modifica sorgente]

Soprannomi[modifica | modifica sorgente]

  • "The Intellectual Savior of the (Unwashed) Masses"
  • "Sir. Money in the Bank"

Manager[modifica | modifica sorgente]

Fazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Agosto 2006 - presente: Heel

Condotta in pay-per-view[modifica | modifica sorgente]

2006

2012

2013

2014

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Chaotic Wrestling

Florida Championship Wrestling

International Wrestling Association

  • IWA Hardcore Championship (1)

Ohio Valley Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

  • 90° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2012)

World Wrestling Council

  • WWC Puerto Rico Heavyweight Championship (1)
  • WWC World Tag Team Championship (4 - 1 con Shawn Spears - 1 con Chicano - 2 con King Tonga Jr. - 1 con Abbad)

WWE

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) WRESTLER PROFILES, Onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 24 luglio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]