A Society Exile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Society Exile
Titolo originale A Society Exile
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1919
Durata 6 rulli (61 min)
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia George Fitzmaurice
Soggetto dal lavoro teatrale We Can't Be as Bad as All That di Henry Arthur Jones
Sceneggiatura Ouida Bergère
Produttore Adolph Zukor
Casa di produzione Famous Players-Lasky Corporation (Paramount)
Fotografia Arthur C. Miller con il nome di Arthur Miller
Scenografia Wiard Ihnen
Interpreti e personaggi

A Society Exile è un film muto del 1919 diretto da George Fitzmaurice e uscito nelle sale il 17 agosto 1919.

Tratto dal lavoro teatrale We Can't Be as Bad as All That di Henry Arthur Jones che debuttò a New York il 30 dicembre 1910, il film fu interpretato dalla famosa attrice teatrale Elsie Ferguson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ereditiera americana Nora Shard si trova in Inghilterra per lavorare a un suo racconto insieme allo scrittore Howard Furnival, un aristocratico dalla moglie molto gelosa. Furnival, conoscendo il carattere di Doris, la moglie, le tiene nascosta la sua collaborazione con Nora. Ma la gelosia di Doris si scatena quando viene a sapere da Lord Bissett che suo marito ha un'amante: senza sentire ragioni, uccide il marito, suicidandosi subito dopo. Nora, che aveva rifiutato le avances di Bissett, rendendolo furioso e vendicativo, ora - ritenuta da tutti la vera responsabile del caso - viene bandita dalla buona società.

La giovane, allora, sotto falso nome, si reca in Italia e a Venezia conosce Ralph Newell, il fratello di Doris, che si trova lì, convalescente, a causa di una ferita di guerra. I due si innamorano e Nora gli scrive una lettera, decisa a spiegargli per iscritto come effettivamente siano andate le cose con Howard. Ma la lettera non giunge mai nelle mani di Ralph. Lui e Nora si sposano, tornando insieme a Londra. Qui, Ralph viene a sapere che la donna che ha sposato è Nora Shard, quella che tutta la società ritiene - a torto - colpevole di adulterio e causa, con il suo comportamento, di un omicidio e del suicidio della sorella. Ralph non riesce a credere alle spiegazioni di Nora e i due si lasciano. Nora decide di tornare in Italia, il paese dove è stata per breve tempo così felice, e lì darà alla luce il bambino suo e di Ralph.

Passa il tempo e, un giorno, Ralph giunge dall'Inghilterra: Blissett finalmente ha confessato la verità e l'innocenza di Nora è venuta alla luce. I due sposi si riconciliano davanti al loro bambino.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Famous Players-Lasky Corporation e dall'Artcraft Pictures Corporation, il film - presentato da Adolph Zukor - uscì nelle sale cinematografiche USA il 17 agosto 1919.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press 1988 ISBN 0-520-06301-5 pag. 857

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema