A Portuguesa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

A Portuguesa è l'inno nazionale del Portogallo. Il testo è stato scritto da Henrique Lopes de Mendonça . Nel 1895 il compositore Alfredo Keil, in pratica fondatore della scuola musicale nazionale portoghese, musicò il testo, che divenne ben presto molto celebre. Nel 1910 una rivoluzione rovesciò la monarchia e proclamò la repubblica. L'inno precedente, l'inno reale portoghese, una marcia composta nel 1869 dal re Don Luis I, musicista anch'egli fu soppresso e sostituito dall'inno di Keil, morto tre anni prima.

Testo[modifica | modifica sorgente]

Aiuto
A Portuguesa (info file)
Versione strumentale eseguita dalla banda della Marina degli Stati Uniti

Heróis do mar, nobre povo,
Nação valente, imortal,
Levantai hoje de novo
O esplendor de Portugal!
Entre as brumas da memória,
Ó Pátria sente-se a voz
Dos teus egrégios avós,
Que há-de guiar-te à vitória!

Às armas, às armas!
Sobre a terra, sobre o mar,
Às armas, às armas!
Pela Pátria lutar
Contra os canhões marchar, marchar!

Desfralda a invicta Bandeira,
À luz viva do teu céu!
Brade a Europa à terra inteira:
Portugal não pereceu
Beija o solo teu jucundo
O Oceano, a rugir d'amor,
E teu braço vencedor
Deu mundos novos ao Mundo!

Às armas, às armas!
Sobre a terra, sobre o mar,
Às armas, às armas!
Pela Pátria lutar
Contra os canhões marchar, marchar!

Saudai o Sol que desponta
Sobre um ridente porvir;
Seja o eco de uma afronta
O sinal do ressurgir.
Raios dessa aurora forte
São como beijos de mãe,
Que nos guardam, nos sustêm,
Contra as injúrias da sorte.

Às armas, às armas!
Sobre a terra, sobre o mar,
Às armas, às armas!
Pela Pátria lutar
Contra os canhões marchar, marchar!

Traduzione[modifica | modifica sorgente]

Eroi del mare, nobile popolo / Nazione valente, immortale,
Innalza oggi di nuovo / Lo splendore del Portogallo!
Fra le nebbie della memoria, / Oh Patria, si sente la voce
dei tuoi nobili avi, / Che ti guidi alla vittoria!

Alle armi, alle armi! / Sulla terra, sul mare,
Alle armi, alle armi! / Per la Patria lottar
Contro i cannoni marciar, marciar!

Garrisce l'invitta bandiera / Alla viva luce del tuo cielo!
Grida l'Europa alla terra intera: / il Portogallo non è perito
Bacia il tuo suolo giocondo / Oh oceano, che ruggisci d'amore,
E il tuo braccio vincitore / dette mondi nuovi al Mondo!

Alle armi, alle armi! / Sulla terra, sul mare,
Alle armi, alle armi! / Per la Patria lottar
Contro i cannoni marciar, marciar!

Saluta il Sole che nasce / Su di un ridente avvenire;
Sia l'eco di un affronto / il segnale del risorgere.
I raggi di questa aurora forte / Sono come baci di madre,
Che ci difendono, ci sostengono / Contro le ingiurie della sorte.

Alle armi, alle armi! / Sulla terra, sopra il mare,
Alle armi, alle armi! / Per la Patria lottar
Contro i cannoni marciar, marciar!

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]