ATM (Ravenna)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ATM Ravenna
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1972 a Ravenna
Chiusura 2011
Sede principale Ravenna
Settore trasporto pubblico
Prodotti trasporti automobilistici

L'Azienda Trasporti e Mobilità (ATM) di Ravenna fu l'azienda che assicurò il servizio pubblico di trasporto urbano nel circondario di Ravenna tra il 1972 e il 2011.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Autobus suburbano Iveco Turbocity in sosta in viale Farini a Ravenna

L’azienda fu creata nel 1972 come Azienda Trasporti Municipali[senza fonte] per coprire l'ambito urbano di Ravenna. In seguito, la rete di trasporto dell'azienda si estese ai collegamenti extraurbani, lungo il litorale ed il forese, e alla gestione del servizio pubblico urbano di Faenza, del traghetto sul Canale Candiano e dei parcheggi a pagamento.

Dal 1º gennaio 2001 l'azienda si costituì in società per azioni e cambiò la ragione sociale in ATM Azienda Trasporti e Mobilità[senza fonte]. Il capitale sociale vide la partecipazione della Provincia di Ravenna e dei comuni di Alfonsine, Bagnacavallo, Brisighella, Castelbolognese, Cervia, Conselice, Cotignola, Faenza, Fusignano, Lugo, Massalombarda, Ravenna, Riolo Terme, Russi e Sant'Agata sul Santerno.

Dal 1º gennaio 2012, la società confluì in Start Romagna SpA[1].

Parco veicoli[modifica | modifica wikitesto]

Autobus urbano a metano BredaMenarinibus M231cu a Ravenna
Urbano
Suburbani
Interurbani
Noleggio GT
Mezzi radiati
Veicoli di servizio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Redazionale, Romagna: nasce azienda unica per il trasporto pubblico, 15 settembre 2011. URL consultato il 27 aprile 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]