ASP.NET

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ASP. net
Logo
Sviluppatore Microsoft Corporation
Ultima versione 4.5 (5 agosto 2012)
Sistema operativo Microsoft Windows
Genere Integrated development environment
Licenza Proprietario (EULA)
(Licenza chiusa)
Sito web www.asp.net

ASP.NET è un insieme di tecnologie di sviluppo di software per il web, commercializzate dalla Microsoft. Utilizzando queste tecnologie gli sviluppatori possono realizzare applicazioni Web e servizi Web (Web Service).

Principi su cui si basa ASP.NET[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene il nome ASP.NET derivi da ASP (Active Server Pages) (la vecchia tecnologia per lo sviluppo web di Microsoft), esistono sostanziali differenze fra le due. Infatti ASP.NET si basa, come tutte le applicazioni della famiglia Microsoft .NET, sul CLR (Common Language Runtime).

Gli sviluppatori possono scrivere codice utilizzando uno qualsiasi dei linguaggi di alto livello supportati dal Framework .NET (libreria di classi) .NET, come, ad esempio, Visual Basic .Net (proprietario Microsoft), C# (pronunciato C sharp, linguaggio soggetto a una specifica di standardizzazione), J# (J sharp, derivato da Java), ma anche, molti altri linguaggi open source (e non), come Perl e Python, questo è possibile poiché il CLR è stato standardizzato presso ECMA. Le applicazioni ASP.NET sono significativamente più veloci e performanti rispetto a quelle realizzate utilizzando altre tecnologie di scripting, in quanto l'intero codice del sito web è pre-compilato in pochi file dll (spesso in un unico file) gestiti da un server Web.

ASP.NET si propone di semplificare la migrazione degli sviluppatori dalle applicazioni Windows alle applicazioni web mettendoli in grado di generare pagine composte da tanti controlli widget, del tutto simili a quelli usati dall'interfaccia utente di Windows.

Un controllo web, come ad esempio un pulsante o un etichetta (label), funzionano in modo molto simile a quello delle loro controparti Windows: il codice ad essi associato può assegnare loro determinate proprietà ed eseguire azioni in risposta ad eventi ad essi associati (ad esempio alla pressione di un pulsante). La differenza sta nel fatto che, mentre i controlli Windows disegnano se stessi sullo schermo, i controlli web producono blocchi di codice HTML che vanno ad inserirsi automaticamente nella pagina che deve essere inviata al browser dell'utente finale.

Paradigma di programmazione di ASP.NET[modifica | modifica wikitesto]

ASP.NET è progettato in modo da incoraggiare lo sviluppatore ad usare in modo sistematico il paradigma dell'interfaccia grafica (GUI, per Graphical User Interface) abbinato alla cosiddetta programmazione ad eventi (event-driven), cioè allo stile di programmazione in cui i vari blocchi di codice vengono eseguiti in risposta a determinati eventi, od azioni, su controlli dotati di rappresentazione grafica sul desktop.

Lo stile convenzionale dei linguaggi per lo sviluppo di applicazioni web si era invece finora basato sulla tecnica dello scripting. Le classi della libreria Framework .NET si propongono, inoltre, di combinarsi ed interagire con le tecnologie esistenti, come ad esempio Javascript, in modo da attribuire un carattere di persistenza ad oggetti software, anche nell'ambito di un ambiente come il web, che è intrinsecamente privo di stato (stateless server).

La libreria di classi Framework .NET, implementa la struttura del CLR (Common Language Runtime), la cui base è formata da un compilatore JIT (just in time). Ciò significa che il codice intermedio prodotto, chiamato IL (Intermediate Language) ed identico per tutti i linguaggi di alto livello impiegati, viene compilato in linguaggio macchina al momento della prima esecuzione. Utilizzando diversi compilatori just in time è possibile riutilizzare lo stesso IL intermedio su processori diversi. Questa tecnica viene definita Jitting. Questo tipo di compilazione è ben diverso da linguaggi come ad esempio Java, nei quali invece tutto il codice gira su una vera e propria macchina virtuale, mentre in .NET al momento dell'esecuzione il programma è effettivamente in linguaggio macchina come tutti gli altri linguaggi.

Come tutti gli altri linguaggi della suite .NET, anche ASP.NET utilizza il meccanismo di disallocazione automatica della memoria denominato garbage collector.

Punti di forza di ASP.NET rispetto ad ASP[modifica | modifica wikitesto]

La vasta disponibilità di controlli, classi e strumenti di sviluppo consente di ridurre sensibilmente i tempi di sviluppo dei moduli software, e mette lo sviluppatore in condizione di riutilizzare facilmente uno stesso codice in applicazioni differenti. ASP.NET ha inoltre semplificato significativamente le funzionalità di accesso ai dati rispetto ad ASP. Ad esempio, è molto più semplice ed immediato generare una pagina contenente una lista di dati prelevati da un database.

Altri vantaggi sono:

  • Il codice pre-compilato consente alle applicazioni di girare più velocemente, con un maggior numero di errori di programmazione rilevati ed eliminati già in fase di sviluppo, nonché permette di distribuire un'applicazione web senza dover necessariamente allegarne il sorgente.
  • I controlli definiti dall'utente consentono di implementare facilmente controlli molto comuni, come ad esempio, i menù.
  • I componenti addizionali COM e .NET non devono essere registrati sul server operando da console, ma vengono inizializzati a run-time dall'applicazione. In questo modo i clienti di host provider non hanno bisogno di richiedere la registrazione di alcuna libreria lato server.
  • ASP.NET può impersonare qualsiasi utente del server Windows dove è in esecuzione, ereditandone tutti i privilegi sul file system.
  • L'affinità con lo stile grafico e di programmazione delle applicazioni Windows rende il passaggio da una all'altra più intuitivo per i programmatori.
  • La disponibilità di un set di controlli e librerie di classi molto ricco consente il rapido sviluppo di applicazioni.
  • La possibilità di eseguire una copia cache di intere pagine, di parte delle pagine o dei dati dell'applicazione migliora notevolmente le performance complessive.
  • Se un'applicazione ASP.NET non riesce ad allocare la memoria di cui necessita (memory leakage), allora il modulo runtime scarica dalla memoria l'intero ambiente isolato in cui gira l'applicazione critica, e lo ricarica in un'altra area appositamente creata. Per eseguire queste operazioni di caricamento/scaricamento (ed altre che riguardano l'applicazione nel suo complesso) il Framework. NET mette a disposizione la classe AppDomain.
  • Lo stato della sessione ASP.NET può essere salvato in un database server SQL o in un processo separato residente sulla stessa macchina del Server web, oppure su quello di un'altra macchina. I dati e le proprietà della sessione non sono persi quando l'Internet Information Services (IIS) viene resettato, oppure quando il processo attivo di ASP.NET è riciclato.
  • Con l'utilizzo di Visual Studio .NET e IIS Server è possibile eseguire il debug lato server, con gli stessi strumenti passo-passo utilizzati nella maggior parte degli ambienti di sviluppo compilativi.
  • La capacità della piattaforma .NET CLR di supportare molti linguaggi, permette ai programmatori di scrivere codice per pagine Web in VB.NET, C#, J#, ecc.

Critiche ad ASP.NET[modifica | modifica wikitesto]

ASP e ASP.NET possono girare insieme nella stessa applicazione WEB. Questo approccio consente agli sviluppatori di migrare da un ambiente all'altro gradualmente invece che tutto in una volta. Con IIS 6.0 e versioni precedenti, le pagine scritte usando versioni precedenti del framework ASP non possono condividere la stessa sessione senza l'uso di librerie di terze parti. Questa limitazione non esiste per applicazioni ASP.NET e ASP che girano insieme sotto IIS 7. In alcuni casi durante il runtime ASP.NET ricicla il processo attivo, provocando l'occupazione di più del 60% della memoria disponibile. Si può configurare in modo che il riciclo avvenga solo dopo un certo numero di richieste, dopo un certo tempo, ecc. Tuttavia così facendo l'utilizzatore può perdere lo stato della sessione corrente. Se l'applicazione usa lo stato della sessione per caricare le informazioni di autenticazione (cattiva pratica poiché l'autenticazione basata sui cookie e membership è un'opzione disponibile già integrata nel framework) e se l'applicazione è configurata per usare sessioni in-process, l'utente può essere disconnesso se il processo viene riciclato.

Esempio di codice[modifica | modifica wikitesto]

Segue il codice sorgente che genera il classico messaggio minimo:

 <%@ Page Language="C#" %>
 
 <HTML>
 <HEAD>
 <TITLE>
 Esempio di pagina ASPX
 </TITLE>
 </HEAD>
 <BODY>
 <CENTER>
 <%

 int mciclo;
 String mstringa = "";
 for (mciclo = 1; mciclo <= 10; mciclo++)
 {
    mstringa = mstringa + String.Format("<FONT SIZE = {0}> Hello world in ASP.NET </FONT><br />", mciclo);
 }
 Message.InnerHtml = mstringa;
 %>
 <SPAN id = "Message" runat="server"/>
 </CENTER>
 </BODY>
 </HTML>
 

I nomi dei file ASP.NET hanno estensione .aspx. La direttiva Page consente di specificare il linguaggio utilizzato (nell'esempio C#), e numerosi altri attributi che consentono di descrivere le proprietà e l'aspetto della pagina. Ogni pagina aspx può contenere una sola direttiva Page. Notare che le righe di codice di esempio che seguono la direttiva Page sono normale codice HTML.

Vengono dichiarate 2 variabili: l'intero mciclo e la stringa denominata mstringa, e viene definito un ciclo for per visualizzare il messaggio con caratteri di dimensione crescente da 1 e 10. La variabile mstringa memorizza il codice HTML da visualizzare. Al termine del ciclo viene settata la proprietà InnerHtml dell'oggetto Message.

Il tag <SPAN> è dotato dell'attributo runat che indica che l'elemento deve essere eseguito lato Server, come avviene tipicamente nelle applicazioni sviluppate in ASP.NET

Strumenti di sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Sono disponibili svariati pacchetti software per sviluppare applicazioni ASP.NET:

ASP.NET 3.5[modifica | modifica wikitesto]

Per prima cosa viene da chiedersi: "che fine ha fatto ASP.NET 3.0?". Semplicemente non è mai esistito. Microsoft ha infatti usato il nome ".NET Framework 3.0" per rilasciare un insieme di nuove tecnologie: WPF (Windows Presentation Foundation), WCF (Windows Communication Foundation) e WF (Windows Workflow Foundation). Tuttavia .NET Framework 3.0 non include una nuova versione della CLR o di ASP.NET. Rispetto alla versione 2.0, la versione 3.5 di ASP.NET può essere considerata una graduale evoluzione; in particolare le nuove funzionalità si concentrano in tre aree: LINQ, AJAX e Silverlight.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Microsoft Portale Microsoft: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Microsoft