AMX-13

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
AMX-13
AMX-13-latrun-2.jpg
AMX-13 israeliano
Descrizione
Equipaggio 3
Dimensioni e peso
Lunghezza cannone avanti: 6,36 m
solo scafo 4,88 m
Larghezza 2,51 m
Altezza 2,3 m
Peso 15 t
Propulsione e tecnica
Motore benzina
Potenza 250 hp
Trazione cingoli
Prestazioni
Velocità 60
Autonomia 400
Armamento e corazzatura
Armamento primario 1×cannone da CN 75-50 da 75 mm
Armamento secondario mitragliatrice da 7,62 mm
Corazzatura acciaio saldato

Chars-francais.net[1]

voci di carri armati presenti su Wikipedia

Il carro leggero AMX-13 è un altro dei mezzi di successo dell'industria francese del settore, anche se oramai è un veicolo superato e prevalentemente radiato dal servizio attivo. Esso venne messo in produzione nel dopoguerra (1952), e si dimostrò il veicolo francese di maggior successo di quella generazione. Il suo equivalente ruotato, la Panhard EBR 8×8, non ebbe la stessa diffusione, mentre il carro pesante AMX-50 non venne posto in produzione in quanto giunsero un gran numero di M47 Patton dagli USA. Tutti questi mezzi avevano una torretta basculante, ovvero con il cannone il cui movimento di elevazione era connesso a quello dell'intera parte superiore della torre. Questo accoppiamento rigido consentiva un sistema di carica automatica assai semplice e lineare, non dovendo prevedere complessi e ingombranti meccanismi per adeguare la carica all'alzo dell'artiglieria. Progettato e costruito nel 1948 dall'Atelier de Construction di Issy–les Moulineaux, venne prodotto in serie all'Atelier de Costruzione de Roanne, a partire dal 1952.[2]

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Il peso del veicolo, compatto e robusto, era indicato nel nome stesso, 13 erano infatti le tonnellate del peso di progetto, poi di poco superate. Da notare che lo stesso peso era dato anche al progetto italiano M13/40. Rispetto a quest'ultimo, l'AMX-13, che pure è solo di pochi anni successivo, ha significato un grande miglioramento complessivo: la corazzatura era simile, anche se saldata, ma comunque leggera (max. 40 mm), mentre la mobilità (60 km/h) garantita dal motore a benzina da 250 hp era circa 2 volte maggiore (anche l'autonomia, 350-400 km). Anche la potenza di fuoco era basata su di un'arma molto più potente, ma con un artificio per consentirne l'uso da parte di tale leggero veicolo.

La struttura dell'AMX-13 era classica, pilota in avanti, comparto combattimento al centro, motore dietro, ma la torretta aveva solo 2 uomini, in quanto ricorreva, come anteprima assoluta, ad un sistema di carica automatica. Ciò era consentito dal cannone installato in una torretta "oscillante" o "basculante", che si basava su di una parte inferiore rotante sullo scafo, e in una parte superiore elevabile solidalmente al cannone e ai sistemi di mira. Il cannone di per sé era inizialmente CN 75-50 da 75 mm derivato niente di meno che dal 7,5 cm KwK 42 del Panther, ma ridotto a 61 calibri in lunghezza. Malgrado la sua lunghezza, esso non la sfruttava per imprimere elevate velocità a proiettili perforanti, ma sparava prevalentemente HEAT, capaci di perforare 170mm a zero gradi di inclinazione. Per il resto i erano granate HE, il tutto per circa 30 proiettili. 12 di questi sono sistemati nei 2 caricatori a tamburo da 6 colpi ai fianchi della torretta, e possono consentire un veloce selezionamento automatico delle munizioni e un tiro rapido, ma la controindicazione è che poi bisogna ricaricarli a mano, mettendo così il carro, con soli 2 uomini di equipaggio, praticamente in condizioni di non combattere. Anche se, va detto che non è vero che non possa sparare se i caricatori sono vuoti, ma non ha un ritmo di fuoco accettabile.[3]

In seguito, sullo scafo dell'AM-13 sono state operate innumerevoli trasformazioni e miglioramenti:

AMX-13 dell'esercito di singapore
  • il veicolo da combattimento per la fanteria AMX-VCI, con corazza ridotta a un max di 30mm, feritoie di tiro, armi fino al 20mm. È stato a sua volta modificato in: veicolo anti-carro armato con missili TOW, veicolo porta-radar RATAC, porta-mortaio da 81mm, posto di comando per le batterie di artiglieria, cacciacarri missilistico armato con missili ENTAC, piattaforma di lancio per i missili SAM Roland e ambulanza VTT/TB.
  • Cannone semovente AMX-Mk 61 da 105mm.
  • Canone semovente pesante AMX Mk F3 con obice Modèle 50 da 155 mm
  • AMX-13 VDA (variant de défense antiaérienne) che ha una torre da 30 mm, radar guidata e che, in 60 esemplari, ha costituito per anni l'unico mezzo semovente da difesa aerea dell'Esercito francese.
  • Veicoli del genio, gettaponte, recupero ecc.[4]

Evoluzione ed impiego[modifica | modifica wikitesto]

L'AMX-13 non ha tardato a trovare acquirenti anche all'estero, sia come mezzo base che come derivati. L'AMX-VCI è stato in servizio anche in Italia, ma non soddisfece molto. Nel resto del mondo, la combinazione di economicità e buone prestazioni ha reso l'AMX-13 molto diffuso, con clienti che vanno dal Marocco a Singapore (con un congruo numero) a Israele. Quest'ultimo rivelò la debolezza dell'armamento dell'AMX-13 contro i carri sovietici, in quanto se riusciva a perforare le corazze (45mm a 60 gradi) dei T-34, nel 1967 si rivelò ben poco valido contro i T-55 (100 a 60 gradi), non riuscendo a perforarli frontalmente. Si ha notizia di alcuni T-55 messi fuori combattimento da una serie di tiri a breve raggio che finirono, con le loro concussioni, per rendere inadatti al loro compito gli equipaggi, ma certo questo non era un risultato facilmente ripetibile. Anche la sensibilità alle mine venne giudicata eccessiva, e Israele se ne liberò in fretta, mentre conservò la torretta per i più robusti Sherman.

Successivamente, i veicoli dell'Esercito francese hanno ricevuto un nuovo armamento, un cannone da 90mm, che può sparare munizioni efficaci anche contro le corazze di carri armati pesanti, con munizionamento HEAT, HE, nebbiogeno, Shrapnel, e successivamente un APFSDS capace di perforare un triplice bersaglio NATO standard, con 3 piastre di 1, 2,5 e 6 cm a 60 gradi ed spaziate di 33 cm, per un totale virtuale di quasi 200 mm di corazza spaziata e a 2000 metri. Le macchine per l'export hanno ricevuto invece anche una torre da 105 mm designata FL-12, e capace di sparare varie munizioni HE e HEAT, ma con una media pressione di esercizio. Per migliorare le prestazioni, è possibile anche sostituire il motore a benzina con un Detroit Diesel da 280hp per 500 km di autonomia.

Anche se oramai superato, messo in riserva o radiato, l'AMX, rimasto in produzione per almeno 30 anni (almeno fino al 1983) in oltre 3000 veicoli senza contare le versioni speciali (gli ultimi mezzi sono stati prodotti dalla Creusot-Loire) ha scritto, nonostante la sua leggerezza, un'importante pagina accanto a quelle di macchine da guerra più grandi e blasonate, americane, inglesi o sovietiche.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1953 AMX 13 75mm. URL consultato il 03 febbraio 2013.
  2. ^ AMX-13. URL consultato il 03 febbraio 2013.
  3. ^ AMX-13 Light Tank. URL consultato il 03 febbraio 2013.
  4. ^ AMX-13. URL consultato il 03 febbraio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]