ALF (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
ALF
ALF.png
Titolo originale ALF
Paese Stati Uniti
Anno 1986-1990
Formato serie TV
Genere Sitcom
Stagioni 4
Episodi 102
Durata 25 min
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio mono
Crediti
Ideatore Paul Fusco, Tom Patchett
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Alien Productions Inc./Warner Bros. Television
Prima visione
Prima TV Stati Uniti
Dal 22 settembre 1986
Al 24 marzo 1990
Rete televisiva NBC
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 1988
Al
Rete televisiva Rai 2

ALF è una situation comedy con elementi fantascientifici prodotta negli Stati Uniti dalla NBC e andata in onda sulla stessa emittente dal 1986 al 1990 (successivamente in Svizzera sulla RTSI e in Italia sulla RAI e in replica su altre emittenti private). La sigla è stata composta da Alf Clausen.

Creata da Paul Fusco la serie è composta da centodue episodi suddivisi in quattro stagioni, da cui sono nati successivamente anche due adattamenti animati.

La serie, ispirata al film E.T. l'Extra-Terrestre del 1982, ha per protagonista Gordon Shumway (chiamato dalla famiglia presso cui atterra Alf, ovvero Alien Life Form), alieno di 229 anni proveniente dal pianeta Melmac dove l'erba è blu e il cielo è verde. Ricoperto completamente di pelo castano, Alf va ghiotto di gatti e, nonostante l'età, la maggior parte delle volte si comporta in modo molto infantile e arrogante.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Seguendo un segnale radio Alf si schianta sul garage della famiglia Tanner che, non sapendo come comportarsi, lo accoglie e lo tiene al sicuro dalla NASA e dai propri vicini, finché i lavori per riparare l'astronave non saranno ultimati. Alf ha abbandonato il suo pianeta natale, Melmac, perché è andato incontro all'apocalisse nucleare (causata dall'accensione contemporanea da parte di tutti gli abitanti del pianeta di un asciugacapelli...) ed è convinto di essere l'unico sopravvissuto della sua specie. Diventa a questo punto un membro della famiglia Tanner, sempre tenuto nascosto, impara fin troppo bene a sopravvivere alla monotonia casalinga dedicandosi alla televisione e al cibo.

I Tanner sono la classica famiglia americana composta dal capofamiglia Willie Tanner che lavora per i servizi sociali, sua moglie Kate, la figlia maggiore adolescente Lynn e il piccolo Brian. Successivamente la famiglia Tanner si arricchirà, nell'ultima stagione, di un nuovo membro: il piccolissimo Eric.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 26 1986-1987 1986-1987
Seconda stagione 26 1987-1988 1987-1988
Terza stagione 26 1988-1989 1988-1989
Quarta stagione 24 1989-1990 1989-1990

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'episodio 3x17 delle serie tv Big Bang Theory Howard trova in uno scatolone di gadget il pupazzo di Alf e racconta che quando era piccolo, dopo che suo padre se ne andò di casa, sua madre gli regalò un pupazzo uguale a quello per aiutarlo a dormire. Howard faceva finta che suo padre si fosse trasferito sul pianeta Melmac e che prima o poi Alf lo avrebbe riportato a casa da lui, anche se ciò non è mai successo.
  • Nella puntata "Springfield Files" della serie animata I Simpson Homer deve fare il confronto dalla polizia per riconoscere l'alieno incontrato, e tra questi c'è anche Alf.
  • In un'altra puntata de I Simpson Milhouse scambia l'anima di Bart, precedentemente ottenuta con una scommessa, con delle spillette di Alf.
  • Nella puntata "Teledipendenti" della serie animata I Griffin", Peter, in crisi di astinenza da televisione, durante un sogno si affaccia ad una finestra e vede Alf su una sedia a dondolo che lo saluta.
  • In una puntata de I Griffin si vede Peter Griffin che guarda uno speciale alla TV, dove viene intervistato lo stesso Alf (che quindi non viene considerato un pupazzo ma un attore vero e proprio) che racconta della sua vita nel periodo in cui girava la famosa sit-comedy (ammetterà che faceva uso di droghe). [1]
  • Un quadro in bianco e nero di Alf appare in un'inquadratura nella prima puntata della serie televisiva Il commissario Rex, quando il commissario Moser va ad indagare nell'ufficio in Gonzagagasse. [2]
  • Alf compare anche in un episodio di Matlock.
  • Alf compare sulla maglietta del piccolo Morgan Grimes nella serie televisiva Chuck

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La Walt Disney fece un'offerta per acquistare i diritti della serie, ma senza riuscire ad ottenerli.[senza fonte]
  • L'ultimo episodio della serie in realtà doveva aprire la strada alla quinta stagione, che non venne però realizzata. Nel 1996 la serie si concluse con Il mio amico Alf (t.o. Project: Alf) un film per la TV che non ebbe un grande successo a causa di una realizzazione non troppo brillante e il cast originale rimpiazzato da altri attori.
  • Secondo Alf, il suo corpo è composto da un totale di dieci organi, di cui otto sono stomaci. Inoltre, il fatto che la sua specie abbia solo quattro denti renderebbe l'odontoiatria la branca della medicina più semplice da capire.
  • Il titolo originale di ogni episodio è anche il titolo di una canzone.
  • Uno dei momenti memorabili è quando Alf, dopo aver messo sottosopra la casa, si mette a cantare in playback Old Time Rock and Roll di Bob Seger con una zucchina in mano.
  • La serie è stata trasmessa in più di ottanta paesi.
  • Nonostante pensi di essere l'ultimo della sua razza, nel finale di un episodio, mentre guarda malinconicamente fuori dal finestrino dell'auto, un'altra automobile gli passa al fianco e, anche dentro questa, si trova una creatura simile ad Alf (anche se con fattezze femminili). Prima che Alf possa dire o fare qualcosa l'altra auto cambia corsia e svanisce nel traffico.
  • Il film "Permanent Midnight" è basato sul romanzo autobiografico Mezzanotte a vita di Jerry Stahl, uno degli autori di Alf. Nel film si fa riferimento al fatto che nel periodo in cui Jerry lavorava ad Alf faceva uso di droghe. Nel film poi, la madre di Jerry è interpretata da Anne Meara che interpretava Dorothy Halligan in Alf.
  • È stata creata anche una serie a cartoni animati di Alf. Nella serie animata Alf ha i suoi genitori, un fratellino e una sorellina più piccoli. La serie a cartoni animati di Alf è composta da 26 episodi. All'inizio di ogni puntata della serie animata si vede sempre lui in versione vera, seduto su una scrivania a pensare a bei ricordi in cui viveva nel suo pianeta con la sua famiglia. Nel cartone Alf, aveva anche una fidanzata che si chiamava "Stella". Nel telefilm invece la fidanzata si chiama Rhonda.
  • Nell'episodio "Gli incubi di Alf" appare Fran Drescher, l'episodio è comunque precedente alla serie La tata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z