ALARM

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MBDA ALARM
ALARM agganciato sotto l'ala di un Tornado della Royal Air Force
ALARM agganciato sotto l'ala di un Tornado della Royal Air Force
Descrizione
Tipo aria-superficie
Impiego missile antiradar
Sistema di guida radar passiva
Costruttore MBDA
Impostazione 1978
In servizio 1990
Utilizzatore principale Regno Unito Regno Unito
Altri utilizzatori Arabia Saudita Arabia Saudita
Peso e dimensioni
Peso 268 kg
Lunghezza 4,24 m
Larghezza 73 cm
Diametro 23 cm
Prestazioni
Vettori Tornado GR.4
Tornado F3
Jaguar
Eurofighter Typhoon
Gittata 45 km
Tangenza 21 km
Velocità massima 2455 km/h (supersonico)
Motore razzo a propellente solido a 2 stadi Bayern-Chemie
Spoletta di prossimità
Esplosivo HE a frammentazione

Typhoon Starstreak.net[1]

voci di missili presenti su Wikipedia
missile ALARM al R.A.F. Museum di Hendon - London

L'MBDA ALARM (Air Launched Anti Radiation Missile) è un missile antiradar britannico.

Il sistema d'arma è stato progettato per essere impiegato nelle missioni volte a distruggere i radar nemici, denominate SEAD Suppression of Enemy Air Defence. È assimilabile nel suo ruolo all'AGM-88 HARM americano (che è più grande), ma rispetto a questo implementa modalità di funzionamento supplementari. Il ministero della difesa inglese valutò entrambi i sistemi nel 1983 e decise di proseguire lo sviluppo del missile MBDA, allora Matra - BAe. Gli altri partner del programma Panavia Tornado, Germania e Italia, scelsero l'HARM.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

L'ALARM è un missile del tipo "fire and forget" (letteralmente "spara e dimentica") in possesso di una particolare funzionalità "temporeggiamento". In questa modalità, l'ALARM raggiunge una quota tra i 12.000 m e i 21.000 m, spegne il motore e dispiega un paracadute. Durante la discesa attende l'accensione del sensore da colpire, se un radar si attiva, il missile accende un secondo motore e prosegue l'attacco. Se il radar della batteria antiaerea non si attiva, la durata della discesa frenata del missile è sufficiente a far passare indenni gli aerei attaccanti.

Operatori[modifica | modifica wikitesto]

Teatri di impiego[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matra-BAe Dynamics ALARM. URL consultato il 29 gennaio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]