AK-107

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
AK-107
AK-107
L'AK-107 con un lanciagranate GP-30 sottocanna.
Tipo Fucile d'assalto
Origine Russia Russia
Produzione
Progettista Youriy K. Alexandrov
Costruttore Izhmash
Varianti AK-108
Descrizione
Peso 3,8 kg
Lunghezza 943 mm con il calcio esteso
700 mm calcio ripiegato
Lunghezza canna 415 mm
Calibro 5,45 x 39 mm (AK-107)
5,56 × 45 mm NATO (AK-108)
Tipo munizioni 5,45 × 39 mm
Azionamento Operato a gas
Cadenza di tiro 850 colpi/min (AK-107)
900 colpi/min (AK-108)
Velocità alla volata 900 m/s (AK-107)
910 m/s (AK-108)
Tiro utile 500 m
Alimentazione Caricatore da 30 colpi
Caricatore da 60 colpi

World Guns.ru

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

L'AK-107 è un fucile d'assalto russo calibro 5,45 × 39 mm sviluppato dalla serie AK-100. È stato pensato un sistema "bilanciato", simile a quello usato nell'AEK-971. In questo caso, la designazione AK non indica Avtomat Kalashnikova ma Alexandrov/Kalashnikov. La rivisitata designazione indica l'incorporamento di un nuovo sistema a gas, creato da Youriy Alexandrov, per il Kalashnikov. Questo nuovo fucile deriva dall'AL-7, un fucile sperimentale dei primi anni del 1970. L'AL-7 utilizzò un innovativo sistema di bilanciamento operato a gas conosciuto come Balanced Automatics Recoil System (BARS) sviluppato da Peter Andreevich Tkachev della TsNIITochMash, questo, venne usato prima del fucile d'assalto AO-38 del 1965 a cui ha sostanzialmente eliminato il rinculo. Il sistema venne modificato da Alexandrov, che allora era un ingegnere minore alla Izmash, i prototipi vennero prodotti con il nome di AL-7. L'AL-7 venne considera troppo costoso per la produzione del tempo e l'Esercito Sovietico aveva selezionato l'AK-74 come nuovo fucile d'ordinanza. Non occorsero ulteriori sviluppi fino a quando, nella metà degli anni '90, Alexandrov, divenuto un'ingegnere senior, è stato diretto ad aggiornare il suo progetto per una produzione meno costosa di quella dell'AN-94. Il nuovo fucile differiva solo leggermente dall'originale AL-7. Il castello dell'AK-107 non è scanalato ed è stata aggiunta la raffica di 3 colpi. Ci sono anche altre piccole differenza tra questo e il prototipo dell'AL-7.

Dettagli Tecnici[modifica | modifica wikitesto]

L'AK-107 e l'AK-108 rappresentano un significativo cambiamento al sistema operativo dell'AK-47 creato originariamente nel 1947. Il nuovo fucile è dotato di un sistema di bilanciamento che sfrutta il terzo principio della dinamica di Newton. Per ridurre il rinculo è utilizzato un sistema che, tramite un contrappeso e un meccanismo con due aste che si muovono in direzioni opposte, fornendo il bilanciamento. L'asta superiore, ha un pistone attivato a gas rivolto in avanti rispetto a quello dell'asta inferiore. Il tubo del gas, situato davanti all'impugnatura frontale, ha una doppia uscita ed è stato allargato per accomodare entrambe le aste e i pistoni durante il loro movimento. Quando il fucile spara, il gas è sfruttato per spostare il pistone inferiore indietro e quello superiore in avanti, smorzando così il rinculo prodotto dal fucile. La tempistica dei due pistoni è data da un pignone a forma di stella che collega e sincronizza entrambi i componenti, facendo in modo che raggiungano la loro massima estensione, o una distanza nulla quando le forze sono uguali, esattamente nello stesso istante. La sensazione di rinculo è pressoché eliminata, migliorando il controllo durante le lunghe raffiche. La distanza che le parti dell'AK-107 devono percorrere è minore rispetto agli altri fucili della serie Kalashnikov, facendo sì che il rateo di fuoco, di 850-900 colpi/min, sia maggiore dei 600 colpi/min degli altri AK. Tuttavia, essendo stata virtualmente eliminata la sensazione di rinculo, il produttore sostiene che ci sia stato un miglioramento nella precisione, rispetto all'originale serie AK100, specialmente durante le raffiche. L'AK-107 è un'arma dotata di selettore di fuoco, con raffica di 3 colpi, oltre che alla raffica automatica e al fuoco semiautomatico. Le differenze estetiche tra l'AK-107 e i suoi predecessori sono minime. Le modifiche includono una nuova finestra di espulsione e una copertura dell'asta operativa molto più spessa. Il metodo di fissaggio della copertura del castello adesso include un chiavistello rotante al posto del bottone sul retro del castello dei Kalashnikov tradizionali. La tacca di mira è attaccata direttamente alla copertura del castello invece che al castello stesso e il selettore di fuoco ha quattro posizione al posto che tre. Possono essere installate ottiche o visori notturni e il fucile può anche installare un lanciagranate GP-25 da 40 mm.[1]

AK-108[modifica | modifica wikitesto]

L'AK-108 è una versione dell'AK-107 camerata per il 5,56 x 45 mm NATO. Come il resto della serie AK-100, questi nuovi AK utilizzano materiali sintetici come la fibra di vetro nera o dei polimeri rinforzati per l'impugnatura e l'astina guardamano. Questi materiali sono meno costosi e molto più resistenti rispetto alle originali parti in legno degli AK tradizionali.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Modern Firearms - AK-107/108
  2. ^ Официальный сайт группы предприятий "ИЖМАШ"

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra