AIPAC

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'AIPAC, American Israel Public Affairs Committee, è un gruppo di pressione americano noto per il forte supporto allo stato di Israele. È considerato il più potente e influente gruppo d'interesse a Washington.[1] L'associazione si definisce la "lobby statunitense pro-Israele" ed è un'organizzazione di massa i cui componenti comprendono democratici, repubblicani e indipendenti. L'associazione è autofinanziata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'AIPAC è stata fondata nel 1953 da Isaiah L. Kenen. Da principio il suo nome era American Zionist Committee for Public Affairs. Secondo Steven Spiegel, docente di scienze politiche dell'Università della California a Los Angeles, "la tensione fra l'amministrazione Eisenhower e i sostenitori di Israele era così forte da provocare voci (infondate, si scoprì dopo) su un'imminente indagine del governo sul American Zionist Council (Consiglio Sionista d'America, n.d.r.). Quindi fu creata una lobby indipendente, che anni dopo fu ribattezzata AIPAC".[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "The Israel lobby". URL consultato il 1 settembre 2008.
  2. ^ Steven Spiegel, The Other Arab-Israeli Conflict: Making America's Middle East Policy, from Truman to Reagan, Chicago, University of Chicago Press, 1986.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]