A7V/U

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A7V/U
A7V-U.jpg
Descrizione
Equipaggio 7
Progettista Vollmer
Data impostazione 1918
Data primo collaudo giugno 1918
Data entrata in servizio Mai
Utilizzatore principale Impero Tedesco
Esemplari 1 prototipo, 20 in ordine mai ultimati
Sviluppato dal A7V
Dimensioni e peso
Peso 40.000 kg
Propulsione e tecnica
Motore 2 Daimler a benzina
Potenza 2 x 105 hp
Sospensioni Holt
Armamento e corazzatura
Armamento primario 2 cannoni da 57 mm.
Armamento secondario 4-6 mitragliatrici
Corazzatura frontale 45 mm
Corazzatura laterale 20-30 mm
Corazzatura posteriore 20-30 mm

[1]

voci di carri armati presenti su Wikipedia

L'A7V/U (Allegmeine-Kriegs-Department 7, Abteilung Verkehrswesen - Umlaufende Ketten, ovvero in italiano: Dipartimento Generale della Guerra 7, sezione Traffico - mezzi fuoristrada) fu un carro armato tedesco progettato nel 1918. Venne costruito in un solo esemplare.

Tecnica ed armamento[modifica | modifica wikitesto]

Questo mezzo venne progettato dall'ingegner Vollmer. Dal punto di vista progettuale, si trattava di una versione modificata dell'A7V, che adottava la soluzione britannica dei cingoli avvolgenti[2].

L'armamento, non installato, doveva essere costituito da due cannoni da 57 mm di fabbricazione russa o belga, oppure in due cannoni da 77 mm di fabbricazione tedesca, sistemati in gondole laterali. L'armamento sacondario invece prevedeva 4-6 mitragliatrici[1].

Le sospensioni, di tipo Holt, erano le stesse dell'A7V, così come l'apparato motore (due motori daimler da 105 hp l'uno).

La velocità era di 12,5 km/h, e la corazza frontale raggiungeva i 45 mm (con un minimo sempre rispettato di 20-30 mm intorno allo scafo).

Il peso complessivo era di quasi 40 tonnellate, e l'equipaggio di 7 elementi[1].

Il servizio[modifica | modifica wikitesto]

Il prototipo venne presentato nel giugno del 1918, quando ormai la guerra era prossima alla conclusione. Le prove effettuate nell'estate di quell'anno a Magonza non entusiasmarono gli alti comandi dell'esercito, tuttavia si decise di ordinarne 20 (settembre), mai ultimati[2]. Il prototipo venne demolito alla fine della guerra.

Versioni successive[modifica | modifica wikitesto]

I progettisti della Daimler progettarono altri mezzi derivati dall'A7V/U. In particolare:

  • A7V/U2: versione con gondole più piccole ed una mitragliatrice montata sulla cupola;
  • A7V/U3: variante armata solo di mitragliatrici.

Entrambe queste versioni rimasero solo sulla carta, così come alcune varianti che intendevano utilizzare lo scafo di questo carro per realizzare cannoni semoventi[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d achtungpanzer.com
  2. ^ a b Mezzi corazzati e blindati 1900-1918

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli eserciti del ventesimo secolo. Mezzi corazzati e blindati 1900-1918, Curcio Periodici

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra