96P/Machholz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cometa
96P/Machholz
96P 20070403 000500 HI1A.png
Scoperta 12 maggio 1986
Scopritore Donald Machholz
Designazioni
alternative
1986 J2; 1986 VIII;
1991 XII
Parametri orbitali
(all'epoca 15 aprile 2007[1])
Semiasse maggiore 3,01628 UA
Perielio 0,12462 UA
Afelio 5,90794 UA
Periodo orbitale 5,24 anni
Inclinazione orbitale 59,955°
Eccentricità 0,95868
Ultimo perielio 14 luglio 2012
Prossimo perielio 19 settembre 2017
Dati fisici
Dimensioni 6,4 km[1] (diametro)

96P/Machholz o Cometa Machholz 1 è una cometa periodica del Sistema solare, appartenente alla famiglia cometaria della cometa di Halley[2]. È stata scoperta da Donald Machholz il 12 maggio 1986 dall'Osservatorio di Loma Prieta in California[1]. È entrata nel campo visivo degli strumenti LASCO C2 e C3 del telescopio solare orbitante SOHO nel 1996, nel 2002 e nel 2007.

Il 3 aprile 2007, vicina al suo perielio, e con una magnitudine prevista a +2, divenne visibile ad occhio nudo, tuttavia era molto difficile osservarla poiché era molto vicina al disco solare.
Dal 2 al 6 aprile 2007 è transitata nel campo visivo dello strumento LASCO C3 del telescopio orbitante SOHO, raggiungendo il picco di massima luminosità il 4 aprile.
Secondo alcuni ricercatori potrebbe trattarsi di una cometa interstellare catturata, poiché presenta una composizione atipica per i corpi del Sistema Solare.

Questa cometa è ritenuta da alcuni la progenitrice dello sciame meteorico delle Quadrantidi, visibile attorno al 4 gennaio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) JPL Small-Body Database Browser, 96P/Machholz 1. URL consultato il 07-09-2008.
  2. ^ (EN) List of Jupiter-Family and Halley-Family Comets. URL consultato il 07-09-2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare