93d Air Ground Operations Wing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
93d Air Ground Operations Wing
93d Air Control Wing.png
Emblema del 93 Air Ground Operations Wing
Descrizione generale
Attiva 28 luglio 1947 - oggi
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Servizio United States Air Force
Guarnigione/QG Moody Air Force Base
Decorazioni Presidential Unit Citation ribbon.svg Presidential Unit Citation
Organizational Excellence ribbon.svg Organizational Excellence Award

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il 93d Air Ground Operations Wing è uno stormo di supporto della United States Air Force, riattivato nel gennaio del 2008 come stormo antiaereo. Pur non disponendo di velivoli il reparto è a capo del 3d Air Support Operations Group, del 18th Air Support Operations Group e del 820th Security Forces Group.
Lo stormo che originariamente era noto con il nome di 93 Bombardment Wing, Very Heavy, negli ultimi anni prima di essere disciolto era operativo presso la Robins Air Force Base in Georgia. A partire dal 30 settembre 2002 tutti gli apparecchi del 93 Air Control Wing (il penultimo nome adottato dallo stormo) dislocati presso la Robins AFB furono consegnati alla Georgia Air National Guard e furono assegnati al 116th Air Control Wing.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nomi adottati dallo stormo[modifica | modifica sorgente]

L'odierno 93 Air-Ground Operations Wing ha cambiato varie volte nome nel corso della sua vita[1]:

  • 93 Bombardment Wing, Very Heavy (28 luglio 1947);
  • 93 Bombardment Wing, Medium (12 luglio 1948);
  • 93 Bombardment Wing, Heavy (1 febbraio 1955);
  • 93 Wing (1 settembre 1991);
  • 93 Bomb Wing (1 giugno 1992);
  • 93 Air Control Wing (14 gennaio 1996);
  • 93 Air Ground Operations Wing (10 dicembre 2007 - oggi).

Cronologia dei reparti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito è riportata la cronologia dei reparti a cui il 93 Air Ground Operations Wing è stato assegnato:[1].

  • Fifteenth Air Force (15 agosto 1947)
    • assegnato alla 7 Air Division dal 6 dicembre 1951 al 6 marzo 1952;
  • 47 Air Division (1 luglio 1959);
  • Second Air Force (30 giugno 1971);
  • Fifteenth Air Force (15 febbraio 1973);
  • 14 Air Division (1 ottobre 1976);
  • 12 Air Division (1 ottobre 1985);
  • Fifteenth Air Force (15 luglio 1988);
  • Twelfth Air Force (1 giugno 1992 - 30 settembre 1995);
  • Ninth Air Force (29 gennaio 1996 - 1º ottobre 2002 / 25 gennaio 2008 - oggi).

Cronologia dei componenti dello stormo[modifica | modifica sorgente]

Nell'elenco che segue sono riportati i reparti che, nel corso del tempo, sono stati assegnati allo stormo, compresi i periodi in cui furono distaccati presso altri reparti[1]:

  • 93 Bombardment Group (diventato 93 Operations Group) (15 agosto 1947 - 16 giugno 1952 / 1º settembre 1991 - 31 ottobre 1994 / 29 gennaio 1996 - 1º ottobre 2002);
  • 90 Air Refueling Squadron (18 gennaio 1954 - 5 agosto 1955);
  • 93 Air Refueling Squadron (16 giugno 1952 - 1º settembre 1991);
  • 328 Bombardment Squadron (16 giugno 1952 - 1º settembre 1991);
  • 329 Bombardment Squadron (diventato poi 329 Strategic Bombardment Training Squadron) e 329 Combat Crew Training Squadron (16 giugno 1952 - 30 settembre 1971 / 1º luglio 1986 - 1º settembre 1991);
  • 330 Bombardment Squadron (diventato poi 330 Combat Flight Instructor Squadron) (16 giugno 1952 - 15 settembre 1963 / 24 agosto 1988 - 1º settembre 1991);
  • 924 Air Refueling Squadron (1 luglio 1959 - 1º settembre 1991).

Basi operative[modifica | modifica sorgente]

Cronologia degli aerei[modifica | modifica sorgente]

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Un E-8 Joint STARS del 93 Air Control Wing

Lo stormo inizia la sua attività sopra Okinawa diventando il primo reparto della SAC ad essere impiegato al completo nell'estremo Oriente. Nel 1950 iniziano le operazioni di rifornimento in volo e successivamente lo stormo viene spostato nel Regno Unito per incrementare il suo potenziale. Tornati negli Sati Uniti all'inizio del 1952, i piloti si impegnano a rifornire in volo i caccia durante la guerra di Corea.
Diventato il primo wing della SAC ad essere equipaggiato con i Boeing B-52 Stratofortress, con questi velivoli vengono compiuti tre record: volo non-stop di 25.744 km attorno al nord America e al Polo nord; primo aereo a reazione a volare senza sosta attorno al mondo e volo non-stop, senza rifornimento, dal Giappone a Washington[2]. Segue un periodo di appoggio tattico alle unità impegnate nella guerra del Vietnam dal 1968 al 1974.

Terminate le operazioni nel sud-est asiatico, il 93 Bombardment Wing, Heavy torna negli Stati Uniti per svolgere le consuete missioni in tempo di pace. Nel 1990 lo stormo trasporta materiali e personale nel Medio Oriente in vista dell'operazione Desert Shield, per partecipare poi con missioni di bombardamento, rifornimento in volo e trasporto, alla guerra del Golfo.
Sciolto nel 1995 e ricostituito un anno dopo con il nome di 93 Air Control Wing, il compito dei piloti ora è di sorvegliare lo spazio aereo americano con i nuovi aerei E-8 Joint STARS, anche se alcuni velivoli vengono distaccati in Bosnia nel 1996 per prendere parte all'operazione Joint Endeavor. Quando viene nuovamente sciolto, nel 2002, tutti gli apparecchi del 93 Air Control Wing furono consegnati alla Georgia Air National Guard.

Il reparto viene nuovamente ricostituito nel 2008, e, sebbene senza aerei, il suo compito è ancora sorvegliare lo spazio aereo degli Stati Uniti.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c I dati che seguono sono tratti da: 93 AIR GROUND OPERATIONS WING, url consultato il 12 ott 2009.
  2. ^ 93 AIR GROUND OPERATIONS WING, url consultato il 13 ott 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]