8. Armee (Deutsches Heer)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armeeoberkommando 8
Stab eines Armeeoberkommandos.svg
Simbolo dell'alto comando dell'esercito tedesco (1871-1918)
Descrizione generale
Attiva 1913 - 1919
Nazione Flag of the German Empire.svg Impero tedesco
Servizio Kaiserstandarte.svg Esercito tedesco
Dimensione 210.000 uomini (agosto 1914)[1]
Battaglie/guerre Fronte Orientale (Prima guerra mondiale)
Comandanti
Comandanti degni di nota Maximilian von Prittwitz
Paul von Hindenburg

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'8. Armee / Armeeoberkommando 8 (A.O.K. 8) fu una grande unità dell'esercito imperiale tedesco (Deutsches Heer), che durante la prima guerra mondiale fu schierata sul fronte orientale.

Prima guerra mondiale[modifica | modifica sorgente]

Allo scoppio del primo conflitto mondiale l'"Ottava Armata", costituita da quattro corpi d'armata reclutati prevalentemente in Prussia orientale e Prussia occidentale, venne assegnata al fronte orientale con la missione di bloccare il possibile attacco russo contro il confine orientale tedesco.[1][2]

Dopo la battaglia di Gumbinnen (17 agosto 1914), il comandante dell'armata Generaloberst[3] Maximilian von Prittwitz ordinò la ritirata verso la Vistola[2]. A seguito di questa decisione il comandante fu sostituito dal Feldmaresciallo Paul von Hindenburg, affiancato dal generale Erich Ludendorff come capo di Stato Maggiore[4]. Sotto il nuovo comando l'armata ottenne due grandi vittorie contro i russi nelle battaglie di Tannenberg e dei Laghi Masuri.
Allo scoppio della guerra l'8. Armee era composta da:

Comandanti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) The Battle of Tannenberg, 1914 di Birrion Sondahl
  2. ^ a b Priscilla Mary Roberts, World War One - A Student Edition, 2005, pag. 846
  3. ^ letteralmente colonnello generale, equivalente a generale d'armata.
  4. ^ Priscilla Mary Roberts, World War One - A Student Edition, 2005, pag. 846-847

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]