7 Up

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
7 Up
7up.jpg
Categoria Bibite
Tipo Gazzosa
Marca PepsiCo
Anno di creazione 1929
Nazione Stati Uniti
Ingredienti

Acqua, zucchero, anidride carbonica, Sciroppo di fruttosio, acido citrico naturale, aromi naturali, citrato di potassio.

Valori nutrizionali medi in 100 g
Valore energetico 40 cal
Proteine 0 g
Carboidrati 10 g
Grassi 0 g
Sito http://www.7up.com/

7 Up è una bevanda non alcolica, di genere soft drink, prodotta da Dr Pepper Snapple Group negli Stati Uniti d'America e da PepsiCo nel resto del mondo.

Si tratta di una gassosa al gusto di limone e limetta. Suo principale concorrente a livello commerciale è la Sprite, prodotta dalla The Coca-Cola Company.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Charles Leiper Grigg, che nel 1920 fondò a Saint Louis la The Howdy Corporation, inventò la 7 Up nel 1929.[1] La bevanda, originariamente chiamata "Bib-Label Lithiated Lemon-Lime Soda", fu lanciata due settimane prima del crollo di Wall Street del 1929.[2] All'inizio conteneva citrato di litio (poi rimosso nel 1950); per tale motivo venne impiegata anche come medicinale per la cura dei postumi dell'ubriachezza.[3]

La Philip Morris acquisì il marchio nel 1978, per poi rivenderlo nel 1986 ad un gruppo di investimenti privato. Nel 1988 la 7 Up fu accorpata a Dr Pepper; in seguito, nel 1995, tale fusione fu rilevata dalla Cadbury Schweppes, da cui si è distaccata nel 2008 per dare vita alla Dr Pepper Snapple Group.

Mascotte e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La Jordan 191 sponsorizzata 7 Up

A supporto della 7 Up si sono succedute diverse mascotte. Una delle prime fu Fresh-Up Freddie, un uccello antropomorfo creato negli anni 1950 dalla Disney.[4]

Un altro personaggio che ha accompagnato la bevanda è stato Fido Dido, usato come mascotte tra la fine degli anni 1980 e l'inizio degli anni 1990, salvo poi essere ripristinato per i mercati internazionali all'inizio degli anni 2000.[5]

Altra mascotte ricorrente è Cool Spot, ovvero la versione antropomorfa del pallino rosso che separa "7" e "Up", per la quale è stato realizzato l'omonimo videogioco.

La 7 Up fu per un breve periodo lo sponsor di 2 case automobilistiche di Formula 1: la Benetton durante la stagione 1989 e la Jordan durante la stagione 1991.

Fu, altresì, lo sponsor della Fiorentina nelle stagioni 1992-1993[6] e 1993-1994[7].

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

« La ragazza dietro al banco mescolava birra chiara e Seven-up »
(Autogrill, Francesco Guccini)
  • Nel videogioco Pikmin 2 uno dei tesori ottenibili è un tappo di 7 UP, chiamato nel gioco emblema dissetante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 7 UP: The Making of a Legend. Cadbury Schweppes: America's Beverages.
  2. ^ (EN) The History of 7up - Charles Leiper Grigg
  3. ^ (EN) 7 Up - Drink Secrets
  4. ^ (EN) Fresh-Up Freddie character profile on Don Markstein's Toonopedia, Toonopedia.com. URL consultato il 19 agosto 2011.
  5. ^ (EN) "Fido Dido returns as face of 7 Up" at B&T,
  6. ^ Campionato 1992-1993 Serie A in Fiorentina Museo. URL consultato il 25-04-2012.
  7. ^ Campionato 1992-1993 Serie A in Fiorentina Museo. URL consultato il 25-04-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina