69P/Taylor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cometa
69P/Taylor
Scoperta 24 novembre 1915
Scopritori Clement J. Taylor
Designazioni
alternative
1915e; 1916 I;
69P/1915 W1-A;
69P/1915 W1-B;
1977a; 1977 II;
69P/1976 X1;
1983u; 1984 II;
1990n; 1990 XXX
Parametri orbitali
(all'epoca 2453520,5
30 maggio 2005[1])
Semiasse maggiore 3,6440 UA
Perielio 1,9419 UA
Afelio 5,3461 UA
Periodo orbitale 6,96 anni
Inclinazione orbitale 20,563°
Eccentricità 0,46709
Longitudine del
nodo ascendente
108,795°
Argom. del perielio 355,5468°
Ultimo perielio 30 novembre 2004
Prossimo perielio 15 luglio 2011[2]
Dati osservativi
Magnitudine app.
9 (max)

La 69P/Taylor è una cometa periodica appartenente alla famiglia delle comete gioviane. A causa della sua orbita negli ultimi due secoli la cometa ha avuto vari incontri molti ravvicinati col pianeta Giove che hanno alterato notevolmente la sua orbita, a causa di uno di essi è stata persa per oltre 50 anni, prima di essere riscoperta il 13 dicembre 1976[3].

La cometa, poco dopo la sua scoperta, ha mostrato uno sdoppiamento del nucleo[4], il nucleo secondario è in seguito scomparso, nel 1998 ha avuto due outburst[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 69P/Taylor
  2. ^ (EN) OAA computing section circular NK 1622 69P/Taylor
  3. ^ (EN) IAUC 3033: 1916 I = 1977a; 1977b; JUPITER XIII (LEDA); PKS 0735+178
  4. ^ (EN) Edward Charles Pickering, Taylor's Comet 1915, Harvard College Observatory Bulletin n. 599, pag.1, febbraio 1916
  5. ^ (EN) BAA Comet Section : Periodic Comets

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare