5 Tauri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Esat
Mappa della costellazione del Toro, 5 Tauri è visibile al centro a destra, prossima al bordo con la costellazione dell'Ariete, contrassegnata dalla lettera f.Mappa della costellazione del Toro, 5 Tauri è visibile al centro a destra, prossima al bordo con la costellazione dell'Ariete, contrassegnata dalla lettera f.
Classificazione gigante arancione,
binaria spettroscopica
Classe spettrale K0II-III[1]
Distanza dal Sole 360 al
(110,43 pc)
Costellazione Toro
Redshift 0,000049[2]
Coordinate
(all'epoca J2000.0[2])
Ascensione retta 03h 30m 52,378s
Declinazione +12° 56′ 12,04″
Lat. galattica 172,0679°
Long. galattica -34,3159°
Dati fisici
Massa
Temperatura
superficiale
4 700 K (media)
Dati osservativi
Magnitudine app. +4,11[1]
Magnitudine ass. −1,59
Parallasse 9,05 mas[2]
Moto proprio RA: 18,94h mas/anno[2]
Dec: -1,55° mas/anno[2]
Velocità radiale 14,7 km/s[2]
Nomenclature alternative
Isat, Berhan Esat, Birhan Isat, f Tau, 5 Tau, BD+12 486, FK5 125, GSC 00656-01725, HD 21754, HIP 16369, HR 1066, SAO 93469[2]

5 Tauri (5 Tau, f Tau) è una stella visibile nella costellazione del Toro.

Il suo nome, poco noto, è Birhan Isat o Berhan Esat, che significa "Luce del Fuoco" in ge'ez, o semplicemente Berhan ("Luce") or Esat ("Fuoco"). Il nome deriverebbe dal troncamento dalla frase "Luce del Fuoco Divino" (Birhan Isat Igziabher in ge'ez).

5 Tauri è una gigante arancione, appartenente alla classe spettrale K0II-III [1] e distante 360 anni luce dal Sole. È una binaria spettroscopica,[2] cioè l'esistenza della compagna può essere desunta solo dallo spostamento nelle righe spettrali, ma non per osservazione diretta.
La stella principale ha una massa 4 volte quella solare, mentre la secondaria è paragonabile al Sole, con una massa stimata in 1,13 volte quella solare[3].

5 Tauri appare come un oggetto di magnitudine +4,11.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) 5 Tauri, alcyone.de. URL consultato il 29-07-2009.
  2. ^ a b c d e f g h (EN) HD 21754, SIMBAD. URL consultato il 29-07-2009.
  3. ^ Pourbaix, D.; Boffin, H. M. J., Reprocessing the Hipparcos Intermediate Astrometric Data of spectroscopic binaries. II. Systems with a giant component, vol. 398, febbraio 2003), pp. 1163–1177. arΧiv:astro-ph/0211483

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 Tau, Wikisky.org. URL consultato il 29-07-2009.
stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni