56 Arietis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
56 Arietis
Mappa della costellazione dell'ArieteMappa della costellazione dell'Ariete
Classificazione stella bianco-azzurra
sequenza principale
Classe spettrale B6IV-V
Tipo di variabile SX Arietis
Periodo di variabilità 0.7279 giorni
Distanza dal Sole 368 anni luce
Costellazione Ariete
Redshift 0,000037 ± 0,000017
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 03h 12m 14,2463s
Declinazione +27° 15′ 25,086″
Lat. galattica 157,6756°
Long. galattica -25,9550°
Dati fisici
Raggio medio 2,1[1] R
Massa
3,2 M
Temperatura
superficiale
12445 K[2] (media)
Luminosità
117 L
Età stimata 90 milioni di anni[2]
Dati osservativi
Magnitudine app. 5,77
Magnitudine ass. 0,35
Parallasse 8,78 ± 0,88 mas
Moto proprio AR: 11,77 ± 1,01 mas/anno
Dec: -18,34 ± 0,70 mas/anno
Velocità radiale 11 ± 5 km/s
Nomenclature alternative
GCRV 1765, HR 954, TYC 1791-1519-1, 2MASS J03121424+2715250, UBV 21410, AG +27 324, GSC 01791-01519, PPM 92289, UBV M 9378, BD +26 523, HD 19832, SAO 75788, uvby98 100019832 V, CEL 304, HIC 14893, YPAC 312, GC 3821, HIP 14893, TD1 1964, YZ 27 1600

56 Arietis è una stella di magnitudine 5,77 situata nella costellazione dell'Ariete. Dista 368 anni luce dal sistema solare[2]. La stella è conosciuta anche come SX Arietis, per essere il prototipo delle variabili SX Arietis, una classe di stelle di classe B che mostrano piccole variazioni nell'ordine delle 0,1 magnitudini.

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale; grazie alla sua posizione non fortemente boreale, può essere osservata dalla gran parte delle regioni della Terra, sebbene gli osservatori dell'emisfero nord siano più avvantaggiati. Nei pressi del circolo polare artico appare circumpolare, mentre resta sempre invisibile solo in prossimità dell'Antartide. La sua magnitudine pari a 5,8 la pone al limite della visibilità ad occhio nudo, pertanto per essere osservata senza l'ausilio di strumenti occorre un cielo limpido e possibilmente senza Luna.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra fine ottobre e aprile; nell'emisfero nord è visibile anche per un periodo maggiore, grazie alla declinazione boreale della stella, mentre nell'emisfero sud può essere osservata limitatamente durante i mesi dell'estate australe.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

La stella è una stella bianco-azzurra di sequenza principale o una subgigante blu con una massa 3,2 volte quella del Sole, un raggio oltre 2 volte superiore ed è 117 volte più luminosa. È il prototipo delle variabili SX Arietis e come tale mostra una piccola variazione della sua luminosità fluttuando da magnitudine +5,75 a +5,81 in un periodo di 0.7279 giorni[3].

Possiede una magnitudine assoluta di 0,35 e la sua velocità radiale positiva indica che la stella si sta allontanando dal sistema solare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalogue of Stellar Diameters (CADARS) (Pasinetti-Fracassini+ 2001)
  2. ^ a b c Kochukhov, O.; Bagnulo, S., Evolutionary state of magnetic chemically peculiar stars in Astronomy and Astrophysics, vol. 450, nº 2, 2006, pp. 763-775, DOI:10.1051/0004-6361:20054596.
  3. ^ AAVSO International Variable Star Index VSX (Watson+, 2006-2012)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni