55 Pandora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pandora
(55 Pandora)
Scoperta 10 settembre 1858
Scopritore George Mary Searle
Classificazione Fascia principale
Classe spettrale M
Designazioni
alternative
Nessuna
Parametri orbitali
(all'epoca 18 agosto, 2005 (JD 2453600,5))
Semiasse maggiore 412,761 Gm (2,759 AU)
Perielio 353,006 Gm (2,360 AU)
Afelio 472,517 Gm (3,159 AU)
Periodo orbitale 1673,982 g (4,583 a)
Velocità orbitale

17,84 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
7,185°
Eccentricità 0,145
Longitudine del
nodo ascendente
10,547°
Argom. del perielio 4,351°
Anomalia media 7,326°
Par. Tisserand (TJ) 3,316 (calcolato)
Satelliti no
Anelli no
Dati fisici
Dimensioni 66,7 km
Massa
3,11×1017 kg
Densità media ~2,0 g/cm³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0186 m/s²
Velocità di fuga 0,0353 km/s
Periodo di rotazione 0,2002 g (4,804 h)
Temperatura
superficiale
~157 K (media)
Albedo 0.301
Dati osservativi
Magnitudine ass. 7,8

55 Pandora è un piccolo asteroide molto luminoso della Fascia principale.

Pandora fu l'unico asteroide scoperto dall'astronomo americano George Mary Searle, individuato il 10 settembre 1858 dal Dudley Observatory di Albany (New York, USA). Fu battezzato così in onore di Pandora, nella mitologia greca la prima donna del genere umano, custode del vaso che conteneva tutti i mali del mondo.

Il nome fu suggerito dalla vedova di Charles Edward Dudley (senatore ed ex sindaco di Albany, a cui fu dedicato l'osservatorio completato nel 1856) e ben si adattava alle polemiche e alle difficoltà iniziali che accompagnarono la messa in funzione dell'impianto.

Non va confuso con la luna di Saturno Pandora.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 54 Alexandra      Successivo: 56 Melete


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare