50 e 50

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
50 e 50
5050 film.JPG
Seth Rogen e Joseph Gordon-Levitt in una scena del film.
Titolo originale 50/50
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2011
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85 : 1
Genere commedia drammatica
Regia Jonathan Levine
Sceneggiatura Will Reiser
Produttore Evan Goldberg, Kyle Hunter, Ben Karlin, Tendo Nagenda, Seth Rogen, Ariel Shaffir, James Weaver, Shawn Williamson
Produttore esecutivo Nathan Kahane, Will Reiser, Ryan Kavanaugh
Casa di produzione Mandate Pictures, Relativity Media
Fotografia Terry Stacey
Montaggio Zene Baker
Musiche Michael Giacchino
Scenografia Annie Spitz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

50 e 50 (50/50), è un film del 2011 diretto da Jonathan Levine, interpretato da Joseph Gordon-Levitt, Seth Rogen, Anna Kendrick e Bryce Dallas Howard.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Adam Lerner (Joseph Gordon-Levitt) è un giornalista radiofonico di 27 anni che convive con la fidanzata Rachael (Bryce Dallas Howard), artista di poco talento, che il suo migliore amico Kyle (Seth Rogen) non approva.

Dopo una visita medica a causa di dolori alla schiena, Adam scopre di avere il neurofibrosarcoma (maligno) e schwannoma (benigno), una rara forma di cancro che colpisce la colonna vertebrale, e dunque obbligato a seguire una cura chemioterapica. Una ricerca su internet fatta successivamente, mostra che le probabilità di sopravvivenza a tale cancro sono del 50 percento. Dopo aver informato della malattia i più vicini a lui, compreso il padre sofferente di demenza, e la madre Diane (Anjelica Huston), quest'ultima, dopo il forte impatto della notizia, si offre di trasferirsi da lui e prendersene cura. Adam rifiuta, in quanto Rachael ha già promesso di occuparsene lei stessa. Ma si dimostra presto poco affidabile e irresponsabile, non accompagnando Adam alle sedute di chemioterapia, in quanto si sente "a disagio" in ospedale, e dimenticandosi di tornare a prenderlo dopo. Una notte Kyle, durante un appuntamento con una ragazza in una galleria d'arte, vede Rachael con un altro uomo, e informa Adam, che la notte stessa la lascia.

Intanto, Adam partecipa anche a sedute con Katherine McKay (Anna Kendrick), terapista giovane e di poca esperienza, con il compito di aiutarlo ad affrontare il problema e riconoscere le proprie emozioni. Sebbene scettico inizialmente, con il passare del tempo riesce ad aprirsi riguardo alla questione, e comincia a creare un legame, anche al di fuori dell'ambito professionale. Durante la chemioterapia invece, il protagonista conosce altri due pazienti più anziani; Alan (Philip Baker Hall) e Mitch (Matt Frewer), con cui fa presto amicizia.

Improvvisamente però, Mitch muore, e la paura di Adam si fa più chiara e crede che morirà. Successivamente, scopre insieme alla madre che il cancro non ha reagito alla chemioterapia e che sarà necessaria un'operazione che metterà a rischio la vita del figlio. La notte prima dell'operazione, dopo un discorso con Kyle in quel momento ubriaco, Adam chiede di poter guidare la macchina sebbene non abbia la patente e non abbia alcuna esperienza. Kyle cede le chiavi, e dopo aver quasi causato un incidente, si ferma, ordina a Kyle di scendere e in preda a un esaurimento nervoso si sfoga gridando e dimendandosi per poi chiamare Katherine a cui confessa di non sopportare più la situazione e come non veda l'ora che tutto finisca.

Il giorno dopo Kyle accompagna Adam all'ospedale, in vista dell'operazione, e dopo un abbraccio i due si salutano. In sala preparatoria con i genitori, Adam da un ultimo saluto alla madre e al padre prima che l'anestesia faccia effetto, cosciente di poterli non rivedere più. Kyle, Katherine e Diane, dopo una lunga attesa in sala d'aspetto, vengono informati che, sebbene l'operazione sia risultata più complessa del previsto, il tumore è stato rimosso con successo e che Adam dovrebbe essere in grado di riprendersi.

Nei minuti finali, Adam, con l'aiuto di Kyle, si sta preparando per un appuntamento. Al suono del campanello Adam apre la porta ed entra Katherine, poco prima che Kyle esca. La scena si chiude con lei che domanda "E ora?" a cui Adam risponde con un sorriso.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è ispirato alla vita dello sceneggiatore Will Reiser.[1] Inizialmente era stato scelto come titolo di lavorazione I'm with Cancer poi cambiato in Live with It, per poi cambiare definitivamente in 50/50.[2] Per il ruolo da protagonista era stato scelto James McAvoy, che dovette rinunciare alla parte per ragioni personali,[3] venendo sostituito da Joseph Gordon-Levitt. Le riprese si sono tenute a Vancouver dal 22 febbraio al 31 marzo 2010.[4]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 30 settembre 2011 a cura della Summit Entertainment. In Italia è stato presentato in concorso alla 29a edizione del Torino Film Festival, mentre nelle sale è uscito il 2 marzo 2012.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Joseph Gordon-Levitt’s cancer comedy 50/50 gets a trailer, my-best-films.co.uk. URL consultato il 4 giugno 2011.
  2. ^ (EN) Summit firms date, title for Seth Rogen dramedy, Variety. URL consultato il 4 giugno 2011.
  3. ^ (EN) Joseph Gordon-Levitt Replaces James McAvoy In I'm With Cancer, cinemablend.com. URL consultato il 4 giugno 2011.
  4. ^ (EN) Box office / business for 50/50, IMDb. URL consultato il 4 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema