(500) giorni insieme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da 500 giorni insieme)
(500) giorni insieme
500 Days of Summer.jpg
Tom e Sole in una scena del film
Titolo originale (500) Days of Summer
Paese di produzione USA
Anno 2009
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere commedia romantica
Regia Marc Webb
Sceneggiatura Scott Neustadter, Michael H. Weber
Produttore Jessica Tuchinsky, Mark Waters, Mason Novick, Steven J. Wolfe, Scott G. Hyman (co-produttore), Veronica Brooks (produttore associato)
Casa di produzione Watermark, Dune Entertainment III
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Fotografia Eric Steelberg
Montaggio Alan Edward Bell
Musiche Mychael Danna, Rob Simonsen
Scenografia Laura Fox
Costumi Hope Hanafin
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Premi

(500) giorni insieme ((500) Days of Summer) è una commedia romantica del 2009 diretta da Marc Webb. La pellicola, che vede protagonisti Zooey Deschanel e Joseph Gordon-Levitt, è il primo film del regista, famoso per la regia di videoclip musicali. Deschanel e Gordon-Levitt avevano già lavorato insieme nel film Manic (2001).

Il titolo originale è (500) Days of Summer, un gioco di parole tra il nome della protagonista - il cui nome nell'edizione italiana è stato modificato da "Summer" a "Sole" per esigenze narrative - e il periodo in cui si svolge parte della trama.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film è presentato seguendo una narrativa non lineare; la trama è scritta secondo le vicende in ordine cronologico. All'inizio di molte scene vi è una cartolina che riporta il numero del giorno che si presenta

Tom Hansen vive a Los Angeles, è un giovane scrittore di cartoline presso una società di biglietti d'auguri, nonostante abbia studiato per diventare architetto. Alla società di cartoline arriva Sole Finn, la nuova assistente del capo, e viene presentata a Tom; per lui è subito colpo di fulmine, ma i due punti di vista nettamente contrari sull'idea di rapporti privati si fanno subito vedere e saranno la causa della loro rottura.

Un mese dopo il primo incontro, nel corso di un karaoke serale, McKenzie, amico e collega di Tom, si lascia scappare davanti a Sole questo sentimento nascosto. Tom e Sole iniziano una relazione, ma se il ragazzo è un romantico che crede nel vero amore, Sole è molto schietta al riguardo e fa subito presente a Tom come non sia interessata a impegnarsi e ad avere un fidanzato. Qualche settimana dopo il primo incontro, Tom ha un litigio con uno sconosciuto in un locale che tenta di abbordare Sole in modo insistente, e proprio per questo si apre con lei il primo litigio.

Il 290º giorno, la coppia si lascia dopo aver visto Il laureato, un film che secondo Tom descrive il vero amore. La rottura causa a Tom una profonda depressione, e i suoi amici chiamano Rachel, sua sorella minore, per aiutarlo a superare il momento. Alcuni mesi dopo, Tom incontra Sole alla festa di matrimonio di un loro collega d'azienda. I due ballano insieme e Sole invita Tom a una festa che darà il venerdì successivo nel suo appartamento. Tom va alla festa e nota che Sole porta un anello di fidanzamento al dito. Quando Tom realizza che quello che si sta celebrando è il fidanzamento di Sole, lascia la festa.

Tom entra in depressione, resta chiuso in casa a bere alcolici e lasciare spazzatura per terra. Tornato al lavoro dopo alcuni giorni, durante la riunione settimanale d'ufficio fa un discorso al termine del quale decide di dare le dimissioni; questo lo spinge a ricominciare i corsi di architettura, prendere in esame alcuni nomi di aziende che richiedono nuovo personale e frequentare colloqui d'assunzione. Il 488º giorno Tom incontra Sole al loro posto preferito, e lui capisce che l'affetto che prova verso la ragazza non può spingerlo a far altro se non riconciliarsi per il bene di entrambi. Il giorno 500, Tom si presenta a un colloquio di lavoro per un'azienda come architetto e qui incontra una ragazza, anch'essa interessata al posto. Prima che venga il suo turno, Tom, capendo finalmente che il destino degli uomini non è governato da "eventi cosmici", si decide a invitarla per un caffè e lei, dopo qualche incertezza iniziale, accetta con piacere. Allora Tom si presenta e lei risponde che il suo nome è "Luna" ("Autumn" nella versione in lingua inglese). Il film termina con la cartolina che riporta i giorni che dopo essersi resettata segna il giorno numero 1, in quanto per Tom è iniziata una nuova frequentazione.

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

Il film si apre con un avvertimento: «Any resemblance to people living or dead is purely accidental... Especially you, Jenny Beckman... Bitch»;[1] Scott Neustadter, cosceneggiatore, ha ammesso d'essersi basato per il personaggio di Sole (nell'edizione originale è Summer) su una storia d'amore avvenuta quando era studente presso la London School of Economics nel 2002. La fine del rapporto gli provocò un «dolore terribile e indimenticabile», dal momento che lui era «follemente, pazzamente e perdutamente innamorato» di quella ragazza che «ha restituito i miei baci, ma non il mio ardore», e questo lo spinse a scrivere una storia tratta da tutti quei fatti insieme a Michael H. Weber. A scrittura della sceneggiatura completata, Neustadter la fece leggere a questa ragazza, che dichiarò come si ritrovasse nel personaggio di Tom più che in quello di Sole.[2]

Stile[modifica | modifica sorgente]

Lo stile adoperato per il film segue una narrativa non lineare; per far capire il punto della storia dei due protagonisti, ogni scena è aperta da una cartolina che riporta il numero del giorno che si presenta. La trama è inoltre narrata secondo il punto di vista di Tom. Webb, forte delle sue passate esperienze nella regia di videoclip, alterna diversi metodi di rappresentazione grafica delle sequenze, congiungendo scene in bianco e nero - per esempio, per definire il periodo seguente alla rottura di Tom e Sole.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Zooey Deschanel ha scelto una delle sue canzoni per la scena del karaoke, intitolata The Sugartown Song.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. A Story of Boy Meets Girl - Mychael Danna e Rob Simonsen
  2. Us - Regina Spektor
  3. There Is A Light That Never Goes Out - The Smiths
  4. Bad Kids - Black Lips
  5. Please, Please, Please Let Me Get What I Want - The Smiths
  6. There Goes The Fear - Doves
  7. You Make My Dreams - Hall & Oates
  8. Sweet Disposition - The Temper Trap
  9. Quelqu'un m'a dit - Carla Bruni
  10. Mushaboom - Feist
  11. Hero - Regina Spektor
  12. Bookends - Simon & Garfunkel
  13. Vagabond - Wolfmother
  14. She's Got You High - Mumm-Ra
  15. Here Comes Your Man - Pixies
  16. Please, Please, Please Let Me Get What I Want - She & Him
  17. She's Like The Wind - Patrick Swayze

Tracce aggiuntive[modifica | modifica sorgente]

  1. Here Comes Your Man - Joseph Gordon-Levitt
  2. Sugar Town - Zooey Deschanel
  3. At Last - Kevin Michael

Queste tracce aggiuntive sono disponibili come bonus track su iTunes.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

I protagonisti del film all'anteprima del marzo 2009.

Il film è stato distribuito negli Stati Uniti d'America in maniera limitata il 17 luglio 2009 in 27 cinema, per poi essere garantito a livello nazionale dal 7 agosto seguente.[3]

In Europa il film è stato presentato in anteprima il 5 agosto 2009 all'apertura del 62º Festival internazionale del film di Locarno.[4]

In Italia doveva uscire il 18 settembre 2009[5], ma qualche tempo dopo è rientrato nella lista di film la cui data è stata cambiata dalla 20th Century Fox, facendo slittare la data al 27 novembre dello stesso anno.[6]

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il primo fine settimana d'apertura, nel corso della distribuzione limitata, ha incassato 834.501$ posizionandosi alla 12ª posizione dei film più visti con una media di 30.907$ di incasso a cinema.[3] All'8 settembre, il film era distribuito nel Regno Unito in 318 sale di proiezione per un incasso di 2ml $. Questo è stato considerato un proficuo 5 giorni (d'apertura) dalla Fox Searchlight, visto che la commedia è riuscita ad eguagliare inizialmente i risultati del più atteso e costoso District 9.[7] Al 22 ottobre, l'incasso mondiale era di 46.438.503$: 32.227.264$ a livello nazionale e 14.211.239$ nel resto del mondo.[3]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nell'appartamento di Sole c'è una copia del famoso Vaso blu di Paul Cézanne.
  • Nella scena in cui Tom entra per la prima volta nell'appartamento di Sole, la videocamera si sofferma su un cappello con sopra una mela verde. È un riferimento al famoso dipinto Il figlio dell'uomo di René Magritte che, come viene detto in precedenza nel film, è uno dei pittori preferiti di Sole.
  • Il film che Tom vede al cinema, è un rifacimento con lui stesso, di scene tratte da: L'uomo che prende gli schiaffi, Persona e Il settimo sigillo di Ingmar Bergman.
  • In una scena parlando di Sole, Tom la descrive in modo dispregiativo definendola un replicante (citando Blade Runner esplicitamente) a sottolineare la sua freddezza nel disfarsi di lui. La scena finale del film si svolge nel famoso Bradbury Hotel, presente anch'esso nel film di Scott.
  • Durante il film viene citato e vengono mostrate alcune scene de Il laureato.
  • Quando Tom, deluso dalla storia con Sole, entra in supermercato per comprare whisky e snack è vestito come Drugo, protagonista de Il grande Lebowski. Più precisamente viene citata la scena iniziale del film dei fratelli Coen dove Drugo è in un supermercato a comprare gli ingredienti per preparare un White russian vestito in vestaglia e ciabatte.
  • Il trailer del film è ispirato a quello de "Il disprezzo" di Godard.
  • Quando Tom esce di casa dopo aver fatto l'amore con Sole come suo riflesso su un finestrino appare il volto di Ian Solo,riferimento a "star wars".
  • Durante la coreografia di danza in stile "musical" appare un uccellino fatto a cartone animato,riferimento a "Mary Poppins"
  • Alla fine della coreografia di danza in stile "musical" Tom fa una posa tipica di Beep Beep rievocandolo.
  • Tom indossa, in più scene, la maglietta dei Joy Division

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Scott Neustadter e Michael H. Weber sono stati premiati del Breakthrough Screenwriter Award all'edizione 2009 del Hollywood Film Festival il 26 ottobre.[8]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) 500 Days of... Jenny Beckman?. Cinematica, 02-07-2009.
  2. ^ (EN) Suck on it, Jenny Beckman. Salon.com, 31-08-2009.
  3. ^ a b c (EN) (500) Days of Summer. Box Office Mojo, (ultimo accesso il 25-10-2009).
  4. ^ Stuart Kemp, A 'Summer' start to Locarno in The Hollywood Reporter, 16 luglio 2009, p. 3. URL consultato il 7 ottobre 2009.
  5. ^ (500) Days Of Summer: sette clip, MyMovies, 29 giugno 2009. URL consultato il 25 ottobre 2009.
  6. ^ Rivoluzionate le uscite italiane 20th Century Fox, Bad Taste, 7 ottobre 2009. URL consultato il 25 ottobre 2009.
  7. ^ Frank Segers, 'Final' knocks off 'Basterds' overseas in The Hollywood Reporter, 8 settembre 2009, p. 13. URL consultato il 7 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 2009-09-10).
  8. ^ (EN) Hollywood Fest Honors Carey Mulligan, Jeremy Renner, Lee Daniels, Gabourey Sidibe, and Scott Neustadter & Michael H. Weber, HollywoodAwards.com.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema