38083 Rhadamanthus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Radamanto
(38083 Rhadamanthus)
Scoperta 17 aprile 1999
Scopritore Deep Ecliptic Survey
Classificazione Oggetto transnettuniano
Famiglia Plutini
Parametri orbitali
(all'epoca JD 2453400,5)
Semiasse maggiore 5 869 800 000 km
39,2374 UA
Perielio 4 965 400 000 km
33,1918 UA
Afelio 6 774 300 000 km
45,2831 UA
Periodo orbitale 245,7870 anni
Inclinazione
sull'eclittica
12,7180°
Eccentricità 0,1541
Longitudine del
nodo ascendente
9,9984°
Argom. del perielio 82,4610°
Anomalia media 80,7971°
Par. Tisserand (TJ) 5,401 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 250 km?
Dati osservativi
Magnitudine ass. 6,70

Radamanto (38083 Rhadamanthus) è un oggetto transnettuniano di discrete dimensioni.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Radamanto è stato scoperto il 17 aprile 1999 dall'Osservatorio di Kitt Peak, nell'ambito del progetto Deep Ecliptic Survey. L'Unione Astronomica Internazionale lo ha battezzato come Radamanto, antichissima divinità cretese; in precedenza era noto tramite la designazione provvisoria 1999 HX11.

Parametri orbitali[modifica | modifica sorgente]

L'orbita di Radamanto presenta un fenomeno di risonanza orbitale 2:3 con quella di Nettuno; l'oggetto è quindi classificato come plutino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra
Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare