29 Amphitrite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
29 Amphitrite
Scoperta 1º marzo 1854
Scopritore Albert Marth
Classificazione Fascia principale
Classe spettrale S
Designazioni
alternative
A899 NG
Parametri orbitali
(all'epoca 18 agosto 2005 (JD 2453600,5))
Semiasse maggiore 382,336 Gm (2,556 AU)
Perielio 354,867 Gm (2,372 AU)
Afelio 409,804 Gm (2,739 AU)
Periodo orbitale 1492,346 g (4,086 a)
Velocità orbitale

18,61 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
6,098°
Eccentricità 0,072
Longitudine del
nodo ascendente
356,530°
Argom. del perielio 63,265°
Anomalia media 157,406°
Par. Tisserand (TJ) 3,427 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 212,2 km
Massa
1,00×1019 kg
Densità media ~2,0 g/cm³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0593 m/s²
Velocità di fuga 0,1122 km/s
Periodo di rotazione 0,2246 g (5,390 h)
Temperatura
superficiale
~170 K (media)
Albedo 0,179
Dati osservativi
Magnitudine ass. 5,85

29 Amphitrite (in italiano 29 Anfitrite) è uno dei più grandi asteroidi della Fascia principale. Ha una superficie relativamente brillante ed è composto da rocce silicate, ferro e nichel allo stato metallico.

Amphitrite fu l'unico asteroide individuato da Albert Marth; fu scoperto il 1º marzo 1854 grazie al telescopio da 7 pollici dell'osservatorio privato di George Bishop al Regents Park di Londra, Regno Unito. Fu battezzato così in onore di Anfitrite, una dea del mare nella mitologia greca.

Nel 1979, in base ai dati sulla curva di luce, Edward F. Tedesco ha ipotizzato l'esistenza (mai confermata) di un satellite naturale del pianetino.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Other reports of asteroid/TNO companions

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 28 Bellona      Successivo: 30 Urania


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare