255P/Levy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cometa
255P/Levy
Scoperta 2 ottobre 2006
Scopritore David Levy
Parametri orbitali
(all'epoca 18 ottobre 2006)
Semiasse maggiore 3,037 UA
Perielio 1,0074 UA
Afelio 5,0456 UA
Periodo orbitale 5,29 anni
Inclinazione orbitale 18,264°
Eccentricità 0,6683
Ultimo perielio 14 gennaio 2012
Prossimo perielio 3 maggio 2017[1]
MOID da Terra 3.590.349 km
Dati osservativi
Magnitudine app.
9,5[2] (max)

255P/Levy (P/2006 T1, o Cometa Levy 2), è una cometa periodica del Sistema solare, appartenente alla famiglia delle comete gioviane e scoperta il 2 ottobre 2006 da David Levy, come un oggetto di magnitudine 10,5[3].

Poiché le ricerche di immagini di pre-scoperta hanno dato esito negativo nonostante le effemeridi indicassero che la cometa sarebbe potuta essere ripresa facilmente anche nelle settimane precedenti il 2 ottobre, si ritiene che la scoperta sia stata resa possibile dal verificarsi di una fase espansiva della chioma, denominata abitualmente outburst, nei giorni subito precedenti[2][4]. La cometa è stata riscoperta il 17 dicembre 2011[5].

La minima distanza tra l'orbita della cometa e l'orbita della Terra (Moid - Earth Minimum Orbit Intersection Distance) è di 0,024 UA. La cometa P/2006 T1 è quindi classificabile anche come un oggetto near-Earth.

È stata avanzata l'ipotesi che la cometa potesse dare origine ad uno sciame meteorico che dovrebbe manifestarsi nella notte tra il 1º gennaio ed il 2 gennaio, con il radiante posizionato nei pressi della stella ζ Cephei[6].

Nel 1972 la cometa ha avuto un lungo incontro ravvicinato col pianeta Giove.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nakano Note (Nakano wa Kangaeru noda) NK 2214 255P/Levy
  2. ^ a b (EN) Analysis of past comet apparitions P/2006 T1 (Levy) 2006
  3. ^ (EN) La cometa P/2006 T1 sul BAA Comet Section, sito dell'Istituto di Astronomia dell'Università di Cambridge
  4. ^ (EN) News - October 2006
  5. ^ (EN) MPEC 2011-Y07 : P/2006 T1 = 2011 Y1 (Levy)
  6. ^ (EN) P/2006 T1 Levy-ids 2001-2020: preliminary activity prediction

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare