2101 Adonis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adone
(2101 Adonis)
Scoperta 12 febbraio 1936
Scopritore Eugène Joseph Delporte
Classificazione NEA,
ermeosecante,
citerosecante,
geosecante,
areosecante
Famiglia Apollo
Classe spettrale C
Designazioni
alternative
1936 CA
Parametri orbitali
(all'epoca K107N)
Semiasse maggiore 280 438 873 km
1,8745914 UA
Perielio 66 187 199 km
0,4424278 UA
Afelio 494 690 548 km
3,306755 UA
Periodo orbitale 937,47 giorni
(2,57 anni)
Velocità orbitale

18,10 km/s (media)

Inclinazione
sull'eclittica
1,33385°
Eccentricità 0,7639871
Longitudine del
nodo ascendente
349,96697°
Argom. del perielio 43,10376°
Anomalia media 33,66612°
Par. Tisserand (TJ) 3,550 (calcolato)
Dati fisici
Dimensioni 0,5-1,2 km
Diametro medio 0,6 km
Massa
0,13-1,8 × 1012 kg
Densità media 2,0? × 103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie 0,0001—0,0003 m/s²
Velocità di fuga 0,3-0,6 m/s
Temperatura
superficiale
197-207 K (media)
Albedo 0,04-0,20
Dati osservativi
Magnitudine ass. 18,718,7

2101 Adonis è un piccolo asteroide del sistema solare scoperto nel 1936 del diametro medio di circa 0,6 km. Il suo nome deriva da quello di Adone, simbolo della bellezza maschile secondo la mitologia greca..[1]

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

Adone fu scoperto dall'astronomo belga Eugene Joseph Delporte nel 1936; all'epoca si trattava dell'unico asteroide Apollo conosciuto oltre ad Apollo stesso.

Date le sue piccole dimensioni, Adone poté essere osservato solamente nel corso di un suo sorvolo ravvicinato della Terra, durante il quale non fu possibile calcolare con sufficiente accuratezza i suoi parametri orbitali, l'asteroide venne quindi considerato perso fino al 1977, quando fu nuovamente individuato da Charles Kowal.

Parametri orbitali[modifica | modifica sorgente]

Trattandosi di un asteroide geosecante, Adone effettua periodicamente dei passaggi ravvicinati rispetto alla Terra; nel corso del XXI secolo sono previsti sei approcci ad una distanza inferiore di 30 milioni di km (il più vicino, nel 2036, avverrà ad una distanza di appena 5,3 milioni di km fra i due oggetti).

Adone nella fantascienza[modifica | modifica sorgente]

Adone è citato nell'albo a fumetti Uomini sulla Luna, della serie di Tintin. L'asteroide viene intercettato durante il viaggio dei protagonisti verso la Luna, divenendo fonte di preoccupazione per gli occupanti della navetta spaziale; inoltre il capitano Haddock, uscito nel vuoto cosmico completamente ubriaco, entra inavvertitamente in orbita attorno all'asteroide, e deve pertanto essere salvato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Lutz D. Schmadel, Dictionary of minor planet names, Berlino, Springer Verlag, 2003, p. 170. ISBN 3-540-00238-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra

Precedente: 2100 Ra-Shalom      Successivo: 2102 Tantalus


Gruppi principali NEAFascia principaleTroianiCentauriTNO (Fascia di Kuiper) • Pianeti nani
Vedi anche Asteroidi principaliLista completaFamiglie asteroidaliClassi spettrali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare