1991 BA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1991 BA
Scoperta 18 gennaio 1991
Scopritore Spacewatch
Classificazione Meteoroide
Famiglia Apollo
Parametri orbitali
(all'epoca J2000.0)
Semiasse maggiore 2,18771489174931 UA
Perielio 0,715326085732794 UA
Afelio 3,660103697765823 UA
Periodo orbitale 1181,910283758968 giorni (3,24 anni)
Inclinazione
sull'eclittica
1,93755361378185°
Eccentricità 0,673025910080625
Longitudine del
nodo ascendente
118,8801161690748°
Argom. del perielio 70,68681263928609°
Anomalia media 346,8238494879115°
Dati fisici
Diametro medio 10 m
Dati osservativi
Magnitudine ass. +28,667

1991 BA è un meteoroide che alle 17:18 UTC del 18 gennaio 1991 transitò ad un distanza di quasi 170.000 km dalla superficie terrestre, equivalenti a 26,8 raggi terrestri dal centro del pianeta.[1] Il primo ad essere osservato ad una distanza inferiore a quella tra Terra e Luna.

Alla data della scoperta[2] divenne l'oggetto con il passaggio più radente alla superficie tra quelli censiti dall'MPC[3],[4], superando 4581 Asclepius transitato il 22 marzo 1989. Il 20 maggio 1993 il primato gli fu strappato da 1993 KA2 che transitò più vicino alla Terra di quasi 25.000 km.

In paragone, i satelliti geostazionari orbitano a 5,6 raggi terrestri, i satelliti GPS a 3,17 raggi terrestri dal centro del pianeta e la distanza Terra-Luna è di oltre 50 raggi terrestri.

1991 BA è stato stimato di 10 metri di diametro. Questo significa che non sarebbe stato interamente bruciato a causa della frizione atmosferica prima di un eventuale impatto al suolo. Gli oggetti con meno di 50 metri di diametro sono generalmente classificati come meteoroidi piuttosto che come asteroidi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ La misurazione dell'MPC è di 0,00114 UA pari a 170.541,57 km. Il raggio terrestre è stato assunto pari a 6.371,009 km, valore indicato dall'Unione Internazionale di Geodesia e Geofisica.
  2. ^ Near miss of the Earth by a small asteroid - Nature 354, p. 287 - 289 (28 novembre 1991).
  3. ^ (EN) Closest Approaches to the Earth by Minor Planets, Minor Planet Center. URL consultato l'08-08-2009.
  4. ^ Esistono inoltre testimonianze, non registrate dal MPC per insufficienza di dati sull'orbita, del passaggio radente di alcuni bolidi, il più noto dei quali è citato in Nature 247, 449 - 450 (15 febbraio 1974) che sono presumibilmente passati più vicino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Gli asteroidi con il passaggio più ravvicinato alla Terra
In assoluto
2011 CQ1 · 2004 FU162 · 2008 TS26 · 2011 MD · 2009 VA · 2008 US · 2004 YD5 · 2010 WA · 2014 LY21 · 367943 Duende · 2008 VM · 2004 FH · 2010 XB · 2010 TD54 · 2012 KT42 · 2012 KP24 · 2014 EC · 2012 FS35 · 2012 BX34 · 2007 UN12
Progressione storica (non impattanti)
69230 Hermes · 4581 Asclepius · 1991 BA · 1993 KA2 · 1994 XM1 · 2003 SQ222 · 2004 FH · 2004 FU162 · 2011 CQ1
Progressione storica (impattanti)
2008 TC3 · 2014 AA
Asteroidi del sistema solare L'asteroide 951 Gaspra
Pianeti nani CererePlutoidi: Plutone ( ) · Haumea ( ) · Makemake · Eris ( )
Raggruppamenti asteroidali VulcanoidiNEA (Apollo · Aten · Amor) • Fascia principale • Planetosecanti (Mercurio · Venere · Terra · Marte · Giove · Saturno · Urano · Nettuno) • Troiani (della Terra · di Marte · di Giove · di Nettuno) • CentauriTNO (Fascia di KuiperPlutini · Cubewani · Twotini – · Disco diffuso) • Gruppi e famiglie (Famiglie collisionali)
Classi spettrali Tholen: B · F · G · C · S · X · M · E · P · A · D · T · Q · R · VSMASS: C · B · S · A · Q · R · K · L · X · T · D · Ld · O · V
Altro Asteroidi principaliLista completaSatelliti asteroidaliAsteroidi binariFamiglie asteroidali
Stub astronomia.png Questo box:     vedi · disc. · mod.
sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare