1942 (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1942
1942 (videogioco).png
Sviluppo Capcom
Pubblicazione Capcom
Ideazione Yoshiki Okamoto
Data di pubblicazione ColoredBlankMap-World-10E.svg dicembre 1984
Genere Sparatutto a scorrimento
Tema Seconda guerra mondiale
Modalità di gioco Giocatore singolo, due giocatori co-op
Piattaforma Arcade, Amstrad CPC, Commodore 64, ZX Spectrum, NEC PC-8801, Nintendo Entertainment System, MSX, Sega Saturn, Game Boy Color, PlayStation, PlayStation 2, Xbox, PlayStation Portable, iOS, PlayChoice-10
Distribuzione digitale Virtual Console
Seguito da 1943: The Battle of Midway

1942 è un videogioco sparatutto a scorrimento verticale pubblicato nel 1984 da Capcom. È il primo titolo della serie di videogiochi 194X (o 19XX) dedicata agli aeroplani della seconda guerra mondiale.[1][2][3][4]

Ambientato nell'Oceano Pacifico, è stato distribuito per numerose console tra cui NES, MSX, Commodore 64, ZX Spectrum, Amstrad CPC, PlayStation, Sega Saturn, PlayStation 2 e Xbox. Negli anni 2010 sono state effettuate conversioni per iOS e Wii.[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista comanda l'aereo "Super Ace" (un Lockheed P-38 Lightning) con lo scopo di raggiungere e distruggere la città di Tokyo.[4] Durante il volo dagli Stati Uniti al Giappone incontrerà numerosi veicoli e navi da guerra giapponesi che ostacoleranno la sua missione.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco si compone di 32 livelli. Durante il gioco è possibile raccogliere vari power-up, lasciati da alcuni nemici abbattuti, in modo di migliorare la capacità di fuoco del velivolo.[4]

1942 si contraddistingue da altri titoli dello stesso genere, tra cui Vulgus, per la presenza di una mossa speciale denominata loop (o roll). Oltre ai normali movimenti in orizzontale, verticale e diagonale, il velivolo può evitare proiettili e collisioni per un tempo limitato. Durante tale manovra, che può eseguire per un massimo di tre volte per livello, l'aereo sarà impossibilitato a far fuoco.[4]

Serie[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco diede inizio a una lunga serie di titoli:[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Lista di videogiochi relativi a 194x series in MobyGames, Blue Flame Labs.
  2. ^ (EN) 194X Series
  3. ^ (EN) The 194X Series by Capcom
  4. ^ a b c d e f Hardcore Gaming 101

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Nick Zverloff, Burkhart von Klitzing e Kurt Kalata, 1942 in 19XX, Hardcore Gaming 101, 8 maggio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]