13 (Blur)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
13
Artista Blur
Tipo album Studio
Pubblicazione 15 marzo 1999
Durata 64 min : 09 s
Dischi 1
Tracce 13
Genere Rock
Rock sperimentale
Indie rock
Musica elettronica
Etichetta Food Records/Parlophone
Produttore William Orbit, Blur
Blur - cronologia
Album precedente
(1997)
Album successivo
(2003)

13 è il sesto album discografico in studio del gruppo musicale inglese dei Blur, pubblicato nel 1999.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il disco, pubblicato da Food Records/Parlophone (gruppo EMI), è stato registrato tra il giugno e l'ottobre 1998 presso il Sýrland Studio di Reykjavik (Islanda) e presso tre diversi studi (Mayfair Studios, Sarm West e Studio 13) di Londra (Inghilterra).

In questo album, riguardo allo stile musicale, si nota un allontanamento dal classico britpop, peraltro già effettuato con il precedente Blur, per addentrarsi in un territorio più vicino al rock alternativo, con pezzi più cerebrali ed introspettivi, soprattutto sotto il suggello di Graham Coxon.[1] Il suono infatti si mostra più ruvido e l'atmosfera che pervade l'album è malinconica e a tratti struggente. Brani come Swamp Song, 1992, Battle e No Distance Left to Run sono molto intimi e cupi. Molto particolari i brani Bugman e B.L.U.R.E.M.I., che denotano un alternative rock molto più grezzo e marcato, caratterizzato dall'uso abbondante di distorsioni alla chitarra.[1] In generale, l'album presenta molte innovazioni, prima fra tutte l'utilizzo più frequente di sintetizzatori ed effetti elettronici, sicuramente incentivati dall'ingresso di William Orbit come produttore del gruppo, al posto di Stephen Street. Soltanto i singoli Tender, Coffee & TV e No Distance Left to Run si differenziano di netto dal resto delle canzoni contenute nell'album.[1]

L'album è ispirato parzialmente dalla rottura del legame tra il cantante Damon Albarn e la cantante delle Elastica Justine Frischmann.

Nel 2004 13 è stato riproposto insieme all'album Think Tank in un box set ad edizione limitata.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Tender - 7:40
  2. Bugman - 4:47
  3. Coffee & TV - 5:58
  4. Swamp Song - 4:36
  5. 1992 - 5:29
  6. B.L.U.R.E.M.I. - 2:52
  7. Battle - 7:43
  8. Mellow Song - 3:56
  9. Trailerpark - 4:26
  10. Caramel - 7:38
  11. Trimm Trabb - 5:37
  12. No Distance Left to Run - 3:27
  13. Optigan 1 - 2:34

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Nomination e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La maggior parte dei brani dell'album contiene delle tracce fantasma. Tra questi possiamo ricordare Bugman, Coffee & TV e B.L.U.R.E.M.I..
  • Il brano Trailerpark fu originariamente scritto per la colonna sonora del famoso cartone South Park, ma in seguito fu scartata.
  • Coffee & TV è scritta e cantata da Graham Coxon, e il suo testo rimanda ai tentativi del chitarrista di smettere di bere alcolici, durante la sua carriera nei Blur.
  • Il video di Coffee and TV, famoso per il suo protagonista Milky, ha ricevuto numerosi premi dalla critica.
  • Il numero 13 in copertina, se si fa attenzione, viene a formare una B, che nel retro copertina anticipa le lettere lur che completano il nome Blur.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Collaboratori
  • The London Community Gospel Choir - voce in Tender
  • Jason Cox - batteria addizionale in Battle

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1999) Posizione
raggiunta
Australia[2] 12
Austria[3] 12
Belgio (Fiandre)[4] 22
Belgio (Vallonia)[4] 29
Canada 11
Paesi Bassi[5] 60
Europa[6] 1
Finlandia[4] 17
Francia[7] 12
Germania[8] 6
Irlanda[9] 1
Italia[6] 9
Giappone[10] 13
Nuova Zelanda[11] 2
Norvegia[12] 1
Regno Unito[13] 1
Spagna[6] 10
Stati Uniti[14] 80
Svezia[15] 4
Svizzera[16] 12

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock