100 Bullets

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
100 Bullets
fumetto
Titolo orig. 100 Bullets
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Testi Brian Azzarello
Disegni Eduardo Risso
Editore DC Comics - Vertigo
1ª edizione agosto 1999
Periodicità mensile
Albi 100 (in corso)
Formato 17 × 26 cm
Rilegatura spillato
Editore it. Magic Press
Collanaed. it. Vertigo Presenta n. 1
Periodicità it. prevista mensile, irregolare
Albi it. 50 (completa)
Formato it. 17 × 26 cm
Rilegatura it. spillato

100 Bullets è una serie a fumetti scritta da Brian Azzarello e disegnata da Eduardo Risso (con copertine di Dave Johnson), pubblicata dalla DC Comics sotto l'etichetta Vertigo. È stata premiata con l'Eisner Award in varie edizioni e per diverse categorie.

Ha un'ambientazione di genere noir e pulp, che richiama la cifra stilistica di romanzieri come Elmore Leonard, Eddie Bunker, Dashiell Hammett, Raymond Chandler e che recupera le atmosfere di film di successo come Le iene e I soliti sospetti.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata proposta in italiano inizialmente dall'editore Magic Press all'interno della rivista antologica mensile Vertigo Presenta. Lo stesso editore provvedeva, aperiodicamente, a raccogliere in volumi gli episodi precedentemente serializzati sulla rivista. Dal 2006 è l'editore Planeta DeAgostini, sempre con la consulenza dello staff editoriale Magic Press, a pubblicare in volumi brossurati la collana. Nel 2012 l'editore RW Edizioni sotto l'etichetta Lion ha iniziato una ristampa di tutti i numeri, pubblicandoli quattro per volta in volumi brossurati a cadenza bimensile.

Il videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Il fumetto ha ispirato un omonimo videogioco, nel cui progetto era coinvolto anche Brian Azzarello. Si trattava di uno sparatutto e garantiva un'ottima interazione con i fondali, composto da 24 missioni e da 2 personaggi giocabili permettendo di avventurarsi sia per ambienti interni che esterni. Il gioco sarebbe dovuto uscire su Wii e altre piattaforme[1], ma non venne mai completato e pubblicato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Proof of GamePro Wii list in GoNintendo, 5 febbraio 2007. URL consultato il 23 marzo 2014.
DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics