1. liga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1. liga
Logo della competizione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Federazione FAČR
Paese Rep. Ceca Rep. Ceca
Titolo Campione della Repubblica Ceca
Cadenza annuale
Apertura agosto
Partecipanti 16 squadre
Formula Girone all'italiana A/R
Retrocessione in 2. Liga
Sito Internet fotbal.cz
Storia
Fondazione 1993
Detentore Viktoria Plzen Viktoria Plzeň
Maggiori titoli Sparta Praga Sparta Praga (11)
Edizione in corso 1. liga 2013-2014
Pohár pro vítěze Gambrinus ligy 03.jpg
Trofeo o riconoscimento

La 1. liga, chiamata Gambrinus liga per ragioni sponsoristiche, è la massima divisione del campionato ceco di calcio. Trae il suo nome dallo sponsor ufficiale, una birra.

In base al Coefficiente UEFA è il diciannovesimo campionato più competitivo d'Europa[1].

Formula[modifica | modifica sorgente]

Sorto nel 1993 dopo la scissione dell'ex Cecoslovacchia e la conseguente sparizione del campionato di calcio cecoslovacco, il campionato ceco sorse assieme a quello slovacco, che dall'anno della separazione della Cecoslovacchia è autonomo fu subito formato da 16 squadre. Dal 1993 vi partecipano 16 squadre che si affrontano a turno nel girone di andata (tra agosto e gennaio) e nel girone di ritorno (tra gennaio e maggio). Per ogni incontro sono assegnati 3 punti alla squadra vincitrice (a partire dalla stagione 1994-1995; nella stagione precedente e nelle stagioni del campionato cecoslovacco erano assegnati 2 punti) e zero in caso di sconfitta. Se l'incontro termina in un pareggio ad entrambe le squadre è assegnato un punto. In base al Coefficiente per campionati nazionali stilato annualmente dall'UEFA che vede al momento la Repubblica Ceca al diciottesimo posto della graduatoria[2], solo la vincitrice del campionato può accedere ai preliminari di Champions League. La seconda, la terza e la vincitrice della Coppa nazionale (o la quarta classificata in campionato), invece, si qualificano di diritto ai preliminari di Europa League. Le due squadre che chiudono la stagione con il minor punteggio retrocedono in 2. Liga.

Storia[modifica | modifica sorgente]

1994-2001: il dominio dello Sparta Praga[modifica | modifica sorgente]

1994: il primo campionato allo Sparta Praga[modifica | modifica sorgente]

Nel 1994 viene istituito il Campionato ceco di calcio il cui primo livello è la 1. liga. Alle dieci squadre ceche che militavano nell'ultimo campionato cecoslovacco, ovvero Sparta Praga, Slavia Praga, Sigma Olomouc, Baník Ostrava, Boby Brno, SKP Fomei Hradec Králové, FC Vitkovice, SK České Budějovice JCE, Dukla Praga e Bohemians Praha, vengono aggiunte altre sei squadre ceche: Viktoria Plzeň, FC Svit Zlín, Petra Drnovice, Viktoria Žižkov, Slovan WSK Liberec e Union Cheb. Il primo campionato ceco segue la formula di quello cecoslovacco, 2 punti a vittoria e 0 a sconfitta. In caso di incontro che finisca in parità si assegna un punto ad entrambe le squadre. Dopo aver giocato sia il girone di andata che quello di ritorno è lo Sparta Praga a vincere il primo campionato ceco davanti ai cugini dello Slavia e al Baník Ostrava OKD. Lo Sparta dimostra di essere forte sia in attacco (62 reti, 20 delle quali realizzate da Horst Siegl) sia in difesa (solo 21 reti subite). Retrocedono le ultime due classificate ovvero il Vítkovice Kovkor e il Dukla Praga che conclude il campionato con una sola vittoria, col peggior attacco e la peggior difesa del campionato. Per la stagione successiva Praga perde una delle sue squadre, infatti, nel 1994 vi erano Sparta, Slavia, Dukla, Bohemians e Viktoria Žižkov (vincitore della coppa nazionale).

1995: secondo titolo per lo Sparta[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 il campionato ceco cambia formula: cambiano solo i punti per ogni incontro di campionato vinto che da 2 diventano 3. Arrivano dalla seconda divisione Švarc Benešov e Jablonec. Dopo 28 giornate lo Sparta si laurea nuovamente campione di Repubblica Ceca, lo Slavia conclude al secondo posto a pochi punti ed il Boby Brno conclude il podio. Capocannoniere è l'esperto Radek Drulák del Petra Drnovice con 15 realizzazioni che supera Igor Klejch 13 reti (FC Svit Zlín), Horst Siegl (Sparta Praga), Josef Obajdin (Slovan Liberec) il trio del Viktoria Žižkov formato da Tibor Jančula, Tomáš Krejčík ed il giovane Karel Poborský e il duo del Bohemians Praga formato da Viktor Dvirnik e Karel Jarolím tutti a 10 reti. Si riconfermano come migliori sia l'attacco che la difesa dei granata mentre sono il Bohemians Praga e il neopromosso Švarc Benešov (peggior difesa) a retrocedere. Quello dell'FC Svit Zlin è l'attacco peggiore della stagione. La dodicesima classifica, il Hradec Králové conquista la coppa nazionale.

1996: il primo titolo dello Slavia[modifica | modifica sorgente]

Quest'anno arrivano in 1. liga l. FC Slovácká Slavia Uherské Hradiště e il Kaučuk Opava. In questa stagione è lo Slavia Praga a festeggiare e con alcune giornate di anticipo la vittoria del campionato, vincendo molto agilmente il titolo sul Sigma Olomouc MŽ e sullo Jablonec. Lo Sparta Praga vincitrice dei precedenti campionati arriva al quarto posto accontentandosi della coppa. Al quinto vi è il Petra Drnovice di Drulák che vince per il secondo anno consecutivo la classifica capocannonieri mettendo a segno 22 reti e staccando Pavel Nedvěd 14 (Sparta Praga), Miroslav Baranek 13 (Sigma Olomouc), Karel Poborský e Robert Vágner (Slavia Praga), Jiří Bartl (Kaučuk Opava), René Wagner 11 (Boby Brno), Jan Seidl e Karel Vácha (České Budějovice) a 11 reti. Il miglior attacco è quello dello Slavia mentre la miglior difesa quella rappresentata dai difensori dello Jablonec. In seconda divisione finiscono lo Svit Zlin (peggior attacco) e la neo-promossa FC Slovácká Slavia Uherské Hradiště (peggior difesa). L'Union Cheb invece si scioglie e quindi rimane un posto da riempire nella 1. Liga.

1997: l'ultima 1. liga[modifica | modifica sorgente]

Nel campionato 1997 arrivano Karviná, FK Teplice e torna il Bohemians. Dopo trenta giornate di campionato ed una lotta a due la spunta lo Sparta sui rivali biancorossi per pochi punti che si rifanno vincendo la coppa nazionale. Horst Siegl trascina la squadra al successo segnando 19 delle 61 reti che fanno quello dello Sparta il miglior attacco del campionato. La difesa migliore rimane quella dello Sparta. Delle tre neo-promosse si salva solo il Teplice, mentre le altre retrocedono. Il peggior attacco è quello del Viktoria Žižkov (17 reti) mentre la peggior difesa è quella del Bohemians (65 reti).

1998: la prima Gambrinus liga allo Sparta[modifica | modifica sorgente]

Nel 1998 il campionato ceco si fa sponsorizzare dalla birra Gambrinus, cosicché il campionato cambia denominazione in Gambrinus liga. Per questa stagione dalla seconda divisione vengono promosse l'AFK Atlantic Lázně Bohdaneč e il Dukla Pribram (ex Dukla Praga). Lo Sparta Praga domina il campionato e conquista con 4 giornate di anticipo il titolo ceco davanti ai cugini-rivali dello Slavia e al Sigma Olomouc. Miglior attacco (Horst Siegl nuovamente capocannoniere) e miglior difesa per i granata che vincono il loro quarto campionato in cinque anni. Retrocedono il České Budějovice JČE (peggior difesa) e l'AFK Atlantic Lázně Bohdaneč (peggior attacco).

1999: quinto titolo per i granata[modifica | modifica sorgente]

Nel 1999 vengono promosse l'Opava e il Karvinà. Dopo un campionato combattuto nella lotta scudetto tra Sparta e Slavia si inserisce anche il Teplice ma dopo 29 incontri è ancora la squadra granata a trionfare per pochi punti sulla formazione giallo-blu e sui Sešívaní che vincono la Coppa della Repubblica Ceca. Horst Siegl 19 reti conquista la classifica marcatori davanti a Pavel Verbíř 13 (Teplice), Robert Vágner 12 (Slavia Praga), František Koubek (Hradec Králové), Vratislav Lokvenc (Sparta Praga) e Vítězslav Tuma (Drnovice) a 11 reti. I reparti dello Sparta Praga rimangono i migliori mentre retrocedono Viktoria Plzen (peggior attacco) e MFK Karviná (peggior difesa).

2000: Lokvenc e il sesto titolo[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 1999-2000 lo Sparta conclude al primo posto nel campionato grazie ai gol del giovane attaccante Vratislav Lokvenc che realizza 21 reti e si guadagna il titolo di capocannoniere davanti a Marek Kincl 16 (Slovan Liberec/FK Viktoria Žižkov), Stanislav Vlček 13 (Sigma Olomouc), Vítězslav Tuma (Drnovice), Tomáš Janda (České Budějovice), Tomáš Došek (Slavia Praga), Horst Siegl (Sparta Praga) a 11 reti. La squadra conclude con 76 punti in vetta al campionato superando Slavia Praga a 68 e Petra Drnovice a 48 punti. Rimangono i migliori i reparti dei granata e retrocedono Opava e Hradec Králové (peggior attacco). Con 49 reti subite il Bohemians detiene la peggior difesa stagionale. Lo Slovan Liberec conquisterà la coppa nazionale.

2001: il settimo trionfo[modifica | modifica sorgente]

Nell'anno successivo dalla seconda divisione ceca arrivano Viktoria Plzen e 1. FC Synot. Con diverse giornate di anticipo lo Sparta Praga domina e ottiene il settimo titolo nazionale su Slavia Praga e Sigma Olomouc. Il miglior reparto avanzato è quello della formazione vincitrice mentre la difesa che ha subito meno reti è quella del Marila Pribram. České Budějovice e Viktoria Plzeň (peggior difesa) retrocedono in 2. liga. Lo Stavo Artikel Brno ha il peggior attacco. La coppa nazionale va al Viktoria Žižkov. Vítězslav Tuma (Drnovice) conquista la classifica marcatori siglando 15 goal e vincendo tale classifica davanti a Pavel Hapal 14 (Sigma Olomouc), Pavel Kuka 14 (Slavia Praga), Radim Holub (Sparta Praga), Jiří Kowalík (Synot) entrambi a 12 reti e Josef Obajdin (Sparta Praha) 11 reti.

2002-2006: i successi delle outsider[modifica | modifica sorgente]

2002: il Liberec di Štajner[modifica | modifica sorgente]

Nel Gambrinus liga 2002 ottiene le neo-promosse Hradec Králové e Opava. Dopo sette titoli per lo Sparta Praga di cui gli ultimi cinque consecutivi all'inizio del campionato la squadra praghense è la maggior favorita. Il campionato si decide all'ultima giornata in una corsa a tre per lo scudetto, vince l'outsider Slovan Liberec grazie alla prolifica coppia d'attacco Štajner-Nezmar 29 reti in due sulle 55 della squadra. Lo Slovan supera di misura il favorito Sparta Praga e il Viktoria Žižkov entrambi ad un punto dalla squadra vincitrice. Con 15 marcature Štajner si aggiudica la classifica capocannonieri battendo il compagno Nezmar a 14 reti, Milan Pacanda a 13 (1. FC Brno), Milan Baroš (Baník Ostrava), Horst Siegl (Marila Příbram) e Vítězslav Tuma (Sparta Praha) a 11 goal. I migliori attacchi sono quelli di Slovan Liberec e Sparta Praga che ha subito meno reti durante il torneo. Retrocedono Drnovice e Opava (peggior attacco e peggior difesa). Per la prima volta dalla nascita del campionato, il titolo è vinto da una squadra non praghese.

2003: il ritorno dei granata[modifica | modifica sorgente]

Lo Sparta Praga torna protagonista nel 2003, quando torna al successo del campionato superando di misura i cugini dello Slavia Praga. Il Liberec, vincitore l'anno prima, conclude al quarto posto. I granata registrano la difesa meno battuta ma i Sešívaní l'attacco migliore. Jiří Kowalík (Synot) con 16 goal si aggiudica la classifica marcatori superando, Václav Svěrkoš a 14 reti (Baník Ostrava) e Aleš Pikl a 11 (Viktoria Žižkov), 10 reti per Libor Došek (1. FC Brno) e Tomáš Došek (Slavia Praha). Bohemians Praga (peggior difesa) e Hradec Králové (peggior attacco) retrocedono in 2. liga. Raramente come in questo caso entrambe le neo-promosse (Tescoma Zlín e České Budějovice) si salvano dalla retrocessione.

2004: il successo del Baník[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 il titolo ceco viene vinto dopo 30 giornate da un'altra outsider, il Baník Ostrava. La squadra rossoblu vince con un discreto scarto sulle avversarie, Sparta Praga, Sigma Olomouc e Slavia Praga. Inoltre fa registrare il miglior attacco (60 goal fatti) e una delle migliori difese del campionato (25 reti subite) assieme a quelle di Sparta Praga, Sigma Olomouc e Slavia Praga (24 reti subite). Classifica capocannonieri al centrocampista ceco Marek Heinz 19 reti davanti a Lubomír Reiter 15 goal (Sigma Olomouc), David Lafata 14 goal (České Budějovice), Milan Pacanda 12 goal (1. FC Brno), Filip Dort (SFC Opava) e Karel Poborský (Sparta Praha) a 11 reti Libor Došek 10 goal (Slovan Liberec), Miroslav Matušovič 10 goal e Zdeněk Pospěch 9 goal (Baník Ostrava). Retrocedono la neo-promossa Viktoria Plzen e Viktoria Žižkov (peggior attacco). Si salva l'altra neo-promossa, l'Opava (peggior difesa).

2005: nono trionfo per lo Sparta[modifica | modifica sorgente]

Dal 2005 lo Sparta trionfa ancora in campionato questa volta mettendo in fila Slavia Praga e Teplice. Il Banik Ostrava conclude il torneo al settimo posto ma si rifà in Coppa della Repubblica Ceca che vince sullo proprio Sparta Praga. Il miglior attacco allo Sparta Praga, la miglior difesa è quella della formazione dello 1. FC Slovacko. Tomáš Jun guida la classifica capocannonieri davanti a Luděk Zelenka a 12 (1. FC Brno), Stanislav Vlček a 10 (Slavia Praga) e Jiří Mašek a 10 (Teplice). Retrocedono la neo-promossa Opava (peggior difesa e peggior attacco) e la Dynamo České Budějovice. L'altra neo-promossa FK Mladá Boleslav si salva. Il Drnovice dopo una crisi finanziara durata per mesi dichiara bancarotta a fine campionato e fallisce.

2006: il secondo titolo dello Slovan Liberec[modifica | modifica sorgente]

Il torneo 2006 vede all'inizio del campionato tre squadre promosse dalla seconda divisione (Vysočina Jihlava, SIAD Most e Football Club Viktoria Plzeň) e alla fine del campionato quattro squadre ancora in corsa per il titolo: Slovan Liberec, Mlada Boleslav, Slavia Praga e Teplice. Alla 29 giornata di campionato lo Slovan Liberec ha matematicamente vinto il suo secondo titolo in cinque anni. Seguono Mlada Boleslav, Slavia Praga e Teplice. Quinto lo Sparta Praga, che non era mai finito così "dietro". Lo Sparta vincerà la coppa nazionale. Lo Slovan conclude il campionato con la difesa meno battuta e lo Slavia con l'attacco più prolifico. Lo slovacco Milan Ivana con 11 realizzazione (Slovácko) vince la classifica marcatori ad un solo goal da Marek Kulič (FK Mladá Boleslav), Karel Piták (Slavia Praga) e Stanislav Vlček (Slavia Praga) e a due reti di vantaggio da Horst Siegl (SIAD Most). Retrocedono FC Vysočina Jihlava (peggior attacco) e FK Chmel Blšany (peggior difesa).

2007-2010: il duello Sparta-Slavia[modifica | modifica sorgente]

2007: lo Sparta mette tutti in fila[modifica | modifica sorgente]

Arrivano Kladno e Dynamo České Budějovice dalla seconda divisione per partecipare al Campionato 2007. Dopo 30 incontri di campionato sono nuovamente i granata a mettere tutti in fila concludendo uno storico double: vincono infatti anche la coppa nazionale. Slavia Praga, Mlada Boleslav e Slovan Liberec finiscono assieme a pochi punti dal vincitore del torneo. Il Mladá Boleslav ha l'attacco più profilico e lo Slovan Liberec la difesa meno violata. Luboš Pecka con 16 marcature (Mladá Boleslav) vince il titolo capocannonieri battendo il bosniaco Edin Džeko a 13 reti (Teplice), David Střihavka a 13 reti (Baník Ostrava), Libor Došek a 12 (Sparta Praga), Stanislav Vlček a 11 (Slavia Praga) e Luděk Zelenka anch'esso a 11 reti (1. FC Brno). Retrocedono Marila Příbram (peggior attacco) e Slovacko. La Dynamo České Budějovice conclude il campionato con la peggior difesa.

2008: trionfa lo Slavia Praga[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008 il titolo di campione ceco va allo Slavia Praga che giunge così a due titolo nazionali. Batte per pochi punti Sparta Praga, Banik Ostrava, Brno e Teplice. I biancorossi hanno subito meno goal durante il torneo mentre i rivali ne hanno segnati di più. Václav Svěrkoš con 15 (Baník Ostrava) si aggiudica il titolo marcatori davanti a Miroslav Slepička con 12 reti (Sparta Praga), Jan Rajnoch (Mladá Boleslav) e Goce Toleski (Slavia Praha/FK SIAD Most) 11 reti e Lukáš Magera 9 reti (Baník Ostrava). Libor Došek (Sparta Prague) e Stanislav Vlček (Slavia Praha) per molti anni in vetta alle classifiche marcatori concludono con 8 e 7 reti. Retrocedono la neo-promossa Bohemians 1905 e il SIAD Most (peggior difesa), mentre l'altra neo-promossa, il Viktoria Zizkov, chiude in decima posizione. Sigma Olomouc con il peggior attacco stagionale.

2009: terzo titolo biancorosso[modifica | modifica sorgente]

Nel campionato successivo è nuovamente lo Slavia ha trionfare vincendo nettamente su Sparta Praga e Slovan Liberec. Miglior reparto offensivo e miglior reparto difensivo (assieme a Sparta Praga e Teplice) per i biancorossi che vincono il terzo campionato ceco della loro storia. Andrej Kerić è il capocannoniere del torneo con 15 marcature (Slovan Liberec) davanti a Tomas Necid 11 reti (Slavia Praga), Daniel Huna 11 (Příbram), Michal Papadopulos 11 (Mladá Boleslav), Riste Naumov 10 (Viktoria Žižkov), David Lafata 10 (Jablonec), Tijani Belaid 9 (Slavia Praga), Michal Ordos 9 (Sigma Olomouc). Retrocedono Tescoma Zlin (peggior difesa) e Viktoria Zizkov (che vincerà la Coppa della Repubblica Ceca). Il Kladno conclude il campionato con il peggior attacco. Si salvano le neo-promosse Bohemians Praga e Pribram.

2010: lo Sparta è più forte[modifica | modifica sorgente]

Dopo un campionato molto combattuto la classifica all'ultima giornata vede primo il Banik Ostrava davanti a Sparta Praga e Jablonec. Il Banik affronta e compie un passo falso contro il Pribram regalando l'undicesimo titolo allo Sparta Praga e facendosi scavalcare anche dallo Jablonec. Lo Sparta finisce un campionato perfetto, senza perdere alcun incontro (16 vittorie e 14 pareggi in 30 partite) e con la miglior difesa di sempre (14 reti subite). Il Sigma Olomouc ha il miglior attacco (49 reti) e il capocannoniere è l'attaccante del Sigma, Michal Ordoš con 12 reti batte la concorrenza: Marek Kulic (11, Mladá Boleslav), David Lafata (11, Jablonec), Pavel Sultes (9, Sigma Olomouc) e Bony Wilfried (9, Sparta Praga). Retrocedono Bohemians Praga (peggior difesa) e SK Kladno ed invece si salvano le due neo-promosse Slovacko e Bohemians 1905 (peggior attacco).

2011 - presente: Viktoria e Slovan battono le squadre di Praga[modifica | modifica sorgente]

2011: la sorpresa Viktoria Plzeň[modifica | modifica sorgente]

Né lo Sparta né lo Slavia iniziano bene il nuovo campionato e ne approfitta il Viktoria Plzeň che inanella 12 risultati utili consecutivi nelle prime 12 partite battendo anche le due formazioni di Praga e travolgendo l'Ústí nad Labem per 7-0. Viene fermato alla tredicesima giornata ma solo sul 4-3 dal Mladá Boleslav. Seguono 15 risultati utili nelle rimanenti partite che, nonostante la forte rimonta dello Sparta Praga, laureano la squadra di Pilsen campione di Repubblica Ceca 2010-2011. Jablonec terzo in classifica. Il miglior attacco è quello dei granata dello Sparta Praga mentre la miglior difesa è quella del Viktoria Plzeň. Peggior attacco e peggior difesa sono dell'Ústí nad Labem che retrocede in Druhá Liga assieme allo Zbrojovka Brno, squadra finora mai retrocessa dalla prima stagione del campionato ceco. Si salva una delle due neopromosse il Hradec Králové. Grazie ad una grande ripresa nella seconda parte di stagione è David Lafata (Jablonec) con 19 reti a vincere la classifica capocannonieri. Dietro di lui l'ex compagno Tomáš Pekhart (18, Sparta Praga), Léonard Kweuke (14, Sparta Praga) e Daniel Kolář (13, Viktoria Plzeň).

2012: il ritorno del Liberec di Štajner[modifica | modifica sorgente]

2013: il secondo titolo del Viktoria Plzeň[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

  • Lo Sparta Praga è arrivato sempre in una delle prime due posizioni: uniche eccezioni sono gli anni 1996 e 2006 nel quale lo Sparta concluse al quarto e al quinto posto.
  • Due delle vittorie dello Sparta Praga in coppa coincidono con l'insuccesso in campionato (1996 e 2006).
  • Nel campionato 2010 lo Sparta Praga ha concluso la stagione come unica squadra imbattuta: infatti ha vinto il campionato con 16 vittorie e 14 pareggi su 30 incontri.
  • Solo nel 2002 nonostante lo Sparta Praga abbia avuto sia la miglior difesa che il miglior attacco ha perso il campionato.
  • Solo in due campionati i granata dello Sparta non hanno avuto né il miglior attacco né la miglior difesa: nel 1996 e nel 2006.
  • Miglior difesa: Sparta Praga 15 (1994, 1995, 1997, 1998, 1999, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2007, 2009, 2010, 2011 e 2012), Slavia Praga 3 (2004, 2008 e 2009), Slovan Liberec 2 (2002 e 2006), Jablonec 97 1 (1996), Marila Příbram 1 (2001), Sigma Olomouc 1 (2004), 1. FC Slovácko 1 (2005), Teplice 1 (2009) e Viktoria Plzeň (2013).
  • Miglior attacco: Sparta Praga 10 (1994, 1995, 1997, 1998, 1999, 2000, 2001, 2002, 2005, 2008 e nel 2013), Slavia Praga 4 (1996, 2003, 2006 e 2009), Slovan Liberec 2 (2006 e 2012), Baník Ostrava 1 (2004), Mladá Boleslav 1 (2007), Sigma Olomouc 1 (2010) e Viktoria Plzeň (2011).
  • Peggior difesa: Opava 3 (2002, 2004 e 2005), Bohemians 1905 2 (1997 e 2003), České Budějovice 2 (1998 e 2007), Viktoria Plzeň 2 (2001 e 2004), Dukla Praga 1 (1994), SK Benešov 1 (1995), FC Slovácká Slavia Uherské Hradiště 1 (1996), Kárvina 1 (1999), Slovan Liberec 1 (2000), Hradec Králové 1 (2000), Zbrojovka Brno 2 (2005 e 2013), Chmel Blšany 1 (2006), Sigma Olomouc: 1 (2006), Most 1 (2008), Tescoma Zlín 1 (2009) e Bohemians Praga 1 (2010), Příbram(2012) .
  • Peggior attacco: Zlín 2 (1995 e 1996), Viktoria Žižkov 2 (1997 e 2004), Opava 2 (2002 e 2005), Marila Příbram 2 (2007, 2011), Bohemians 1905 2 (2010 e 2012), Dukla Praga 1 (1994), Viktoria Plzen 1 (1999), Brno 1 (2001), Hradec Králové 1 (2003), Chmel Blšany 1 (2005), Jihlava 1 (2006), Sigma Olomouc 1 (2008), Kladno 1 (2009), Ústí nad Labem 1 (2011) e Dyn. Č. Budějovice(2013).
  • Retrocessione: Bohemians 1905 4 (1995, 1997, 2003 e 2008), České Budějovice 4 (1998, 2001, 2005 e 2013), Opava 3 (2000, 2002 e 2005), Kárvina 2 (1997 e 1999), Viktoria Žižkov 3 (2004, 2009 e 2012), Drnovice 2 (2002 e 2005), Bohemians Praga 2 (2010 e 2012), Hradec Králové 2 (2003 e 2013), Dukla Praga 1 (1994), SK Benešov 1 (1995), FC Slovácká Slavia Uherské Hradiště 1 (1996), Vítkovice Kovkor 1 (1994), Viktoria Plzeň 1 (2001), Jihlava 1 (2006), Chmel Blšany 1 (2006), 1. FC Slovácko 1 (2007), Marila Příbram 1 (2007), Most 1 (2008), Tescoma Zlín 1 (2009), Kladno 1 (2010), Ústí nad Labem 1 (2011) e Zbrojovka Brno (2011).
  • Con 278 presenze in campionato, Libor Janáček è il calciatore che ha totalizzato più presenze.

Le squadre[modifica | modifica sorgente]

Sono 32 le squadre ad aver preso parte alle 22 stagioni della 1. liga dal 1993-1994 al 2014-2015.

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Anno Vincitore Secondo posto Terzo posto Capocannoniere
1993-1994
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Banik Ostrava Baník Ostrava Horst Siegl (Sparta Praga, 20 gol)
1994-1995
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Boby Brno Boby Brno Radek Drulák (Petra Drnovice, 15 gol)
1995-1996
dettagli
Slavia Praga Slavia Praga Sigma Olomouc Sigma Olomouc Jablonec Jablonec Radek Drulák (Petra Drnovice, 22 gol)
1996-1997
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Jablonec Jablonec Horst Siegl (Sparta Praga, 19 gol)
1997-1998[3]
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Sigma Olomouc Sigma Olomouc Horst Siegl (Sparta Praga, 13 gol)
1998-1999
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Teplice Teplice Slavia Praga Slavia Praga Horst Siegl (Sparta Praga, 18 gol)
1999-2000
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Drnovice Drnovice Vratislav Lokvenc (Sparta Praga, 21 gol)
2000-2001
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Sigma Olomouc Sigma Olomouc Vítězslav Tuma (Drnovice, 15 gol)
2001-2002
dettagli
Slovan Liberec Slovan Liberec Sparta Praga Sparta Praga Viktoria Zizkov Viktoria Žižkov Jiří Štajner (Slovan Liberec, 15 gol)
2002-2003
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Viktoria Zizkov Viktoria Žižkov Jiří Kowalík (Synot, 19 gol)
2003-2004
dettagli
Banik Ostrava Baník Ostrava Sparta Praga Sparta Praga Sigma Olomouc Sigma Olomouc Marek Heinz (Baník Ostrava, 19 gol)
2004-2005
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Teplice Teplice Tomáš Jun (Sparta Praga, 14 gol)
2005-2006
dettagli
Slovan Liberec Slovan Liberec Mlada Boleslav Mladá Boleslav Slavia Praga Slavia Praga Milan Ivana (Slovácko, 11 gol)
2006-2007
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Slavia Praga Slavia Praga Mlada Boleslav Mladá Boleslav Luboš Pecka (Mladá Boleslav, 16 gol)
2007-2008
dettagli
Slavia Praga Slavia Praga Sparta Praga Sparta Praga Banik Ostrava Baník Ostrava Václav Svěrkoš (Baník Ostrava, 14 gol)
2008-2009
dettagli
Slavia Praga Slavia Praga Sparta Praga Sparta Praga Slovan Liberec Slovan Liberec Andrej Kerić (Slovan Liberec, 15 gol)
2009-2010
dettagli
Sparta Praga Sparta Praga Jablonec Jablonec Banik Ostrava Baník Ostrava Michal Ordoš (Sigma Olomouc, 12 gol)
2010-2011
dettagli
Viktoria Plzen Viktoria Plzeň Sparta Praga Sparta Praga Jablonec Jablonec David Lafata (Jablonec, 19 gol)
2011-2012
dettagli
Slovan Liberec Slovan Liberec Sparta Praga Sparta Praga Viktoria Plzen Viktoria Plzeň David Lafata (Jablonec, 25 gol)
2012-2013
dettagli
Viktoria Plzen Viktoria Plzeň Sparta Praga Sparta Praga Slovan Liberec Slovan Liberec David Lafata (Jablonec / Sparta Praga, 20 gol)

Vittorie per squadra[modifica | modifica sorgente]

Squadra Vittorie Stagioni
Sparta Praga Sparta Praga 11 1993-1994, 1994-1995, 1996-1997, 1997-1998, 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001, 2002-2003, 2004-2005, 2006-2007, 2009-2010, 2013-2014
Slavia Praga Slavia Praga 3 1995-1996, 2007-2008, 2008-2009
Slovan Liberec Slovan Liberec 3 2001-2002, 2005-2006, 2011-2012
Viktoria Plzen Viktoria Plzeň 2 2010-2011, 2012-2013
Banik Ostrava Baník Ostrava 1 2003-2004

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ranking UEFA 2011
  2. ^ Ranking UEFA Country Ranking 2011
  3. ^ Dalla stagione 1997/98 il torneo, prima definito solo Liga, ha cominciato a chiamarsi Gambrinus Liga.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio