1.000 lire (moneta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
1.000 lire
Valore 1.000 lire italiane
Massa 8,8 g
Diametro 27 mm
Composizione cupronickel e bronzital
Anni di coniazione 1997-2001
Dritto
Dritto
Disegno Uliana Pernazza
Incisore Uliana Pernazza
Rovescio
Rovescio
Disegno Laura Cretara
Incisore Laura Cretara
Aemilia 10
Aemilia10 5.jpg
Concordia Lucio Emilio Paolo il vincitore di Pidna, a destra di un trofeo, a sinistra Perseo di Macedonia ed i figli
denario

Le monete da 1.000 lire circolavano in Italia prima dell'introduzione dell'Euro. Sono state coniate solamente due monete, una d'argento comunemente denominata "Roma capitale" battuta nel 1970, e l'altra è una moneta bimetallica comunemente chiamata "Europa".

Roma capitale[modifica | modifica wikitesto]

La prima tipologia è stata coniata nel 1970 per commemorare il centenario di Roma capitale ed era in argento 833.

Al diritto riprende la testa della dea Concordia da un antico denario romano (Aemilia 10) emesso intorno al 62 a.C. da Lucio Emilio Lepido Paolo, console nel 50 a.C., fratello di Marco Emilio Lepido, il triumviro.

Al rovescio è rappresentato il progetto di Michelangelo per la pavimentazione di piazza del Campidoglio.

L'autore del dritto, firmato, è Piero Monassi, mentre il rovescio, non firmato, è di Laura Cretara.

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Europa
1000 lire.JPG
Europa (con Germania unita) Italia turrita
San Marino
1000 lire sanMarino.jpg
Palazzo pubblico di San Marino Leone araldico
emessa nel 1997
San Marino - Geologia
1000 lire sanMarino geologia.jpg
emessa nel 1998

La seconda tipologia è una moneta bimetallica (esternamente in Bronzital, internamente in Cupronichelio) che presenta due varianti principali.

La prima variante presenta nel rovescio errori nella rappresentazione della mappa politica europea, in particolare era evidente la suddivisione della Germania in due stati (che era caduta insieme al Muro otto anni prima del conio della moneta). Tuttavia anche la seconda variante creata per riparare all'errore presenta comunque altri errori geografici, ad esempio la posizione errata della Danimarca e l'Istria rimasta entro i confini italiani. La prima variante è rimasta comunque in circolazione fino all'avvento dell'Euro.

Questa è stata la prima moneta di cui è stata sospesa la coniazione in previsione dell'introduzione dell'Euro; infatti sono state prodotte per la circolazione solo negli anni 1997 e 1998. 1000 lire rapportate all'Euro sono pari a 52 centesimi.

Il rovescio della moneta è di Laura Cretara, mentre il dritto è di Uliana Pernazza.

Monete commemorative[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Monete commemorative.

Inoltre sono state coniate delle monete commemorative emesse per il collezionismo numismatico, in tutto e per tutto analoghe alle monete commemorative in argento da 500 lire, poiché formalmente a corso legale, ma praticamente mai entrate nella circolazione ordinaria.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Pagani, Monete italiane dall'invasione napoleonica ai giorni d'oggi (1796-1963).
  • Alfa Edizioni. Catalogo Alfa delle Monete italiane e Regioni - 33ª edizione 2008 Alfa Edizioni Torino
  • Eupremio Montenegro, Manuale del collezionista di monete italiane, 29ª ed., Torino, Edizioni Montenegro, 2008, ISBN 9788888894034.
  • Fabio Gigante, Monete italiane dal '700 all'avvento dell'euro, 21ª ed., Varese, Gigante, 2013, ISBN 9788889805350.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

numismatica Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica