(N)utopia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(N)utopia
Artista Graveworm
Tipo album Studio
Pubblicazione 5 aprile 2005
Durata 43 min : 18 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Symphonic black metal
Etichetta Nuclear Blast
Produttore Graveworm e Andy Classes
Registrazione Stage One Studio nel settembre 2004
Note /
Graveworm - cronologia
Album precedente
(2003)
Album successivo
(2007)

(N)utopia è il quinto album del gruppo symphonic black metal Graveworm.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i molto convincenti As The Angels Reach The Beauty (1999) e Scourge of Malice (2001), sapienti esempi di classica scuola black metal, la band sembrava essere giunta ad un calo di fantasia ed ispirazione; il, seppur ben impostato, lavoro del 2003, Engraved in Black, non aveva pienamente convinto pubblico e critica. (N)utopia, invece, si distacca parzialmente dalle ultime produzioni, unendo, agli elementi tipici del black metal, ritmiche e riff death metal, mixati sapientemente con tappeti di tastiera doom metal e con sonorità gotiche. Il cantante Stefan Fiori si destreggia con sapienza fra gli scream ed il growl (prevalente rispetto ai primi).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. I - The Machine - 4:39
  2. (N)utopia - 4:12
  3. Hateful Design - 4:01
  4. Never Enough - 4:12
  5. Timeless - 4:36
  6. Which Way - 5:32
  7. Deep Inside - 2:16
  8. Outside Down - 4:47
  9. McMxcii - 4:35
  10. Losing my Religion (cover dei R.E.M.) - 4:28 (solo nell'edizione limitata)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metal