Comune urbano di Šiauliai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Šiauliai)
Šiauliai
comune urbano
Šiaulių miesto savivaldybė
Šiauliai – Stemma
Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo
Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo
Dati amministrativi
Stato Lituania Lituania
Contea Siauliai County flag.png Šiauliai
Capoluogo Šiauliai
Territorio
Coordinate
del capoluogo
55°56′20″N 23°19′00″E / 55.938889°N 23.316667°E55.938889; 23.316667 (Šiauliai)Coordinate: 55°56′20″N 23°19′00″E / 55.938889°N 23.316667°E55.938889; 23.316667 (Šiauliai)
Superficie 88 km²
Abitanti 133 900[1] (2010)
Densità 1 521,59 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale LT-76001
Fuso orario UTC+2
Localizzazione

Šiauliai – Localizzazione

Sito istituzionale

Šiauliai (Šiaulē in samogitico, Šauļi in lettone, Schaulen in tedesco, Szawle in polacco, שאַװל in yiddish) è una città della Lituania, situata nella regione della Samogizia. Conta 133.900 abitanti e ciò la rende la quarta città più popolosa del paese[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Soldati tedeschi a Šiauliai nel 1915.

Šiauliai venne menzionata per la prima volta in un documento dei cavalieri portaspada con il nome di Soule. In questo documento viene descritta la battaglia che si combatté non lontano dalla città il 22 settembre 1236. Costruito come avamposto contro le scorrerie dei cavalieri teutonici, dopo la battaglia di Grunwald, Šiauliai incominciò a svilupparsi come centro urbano. Ottenne i diritti di Magdeburgo nel 1589 e, nel 1634, venne costruita l'attuale chiesa su una precedente in legno. Sebbene nel XVI secolo avesse raggiunto un relativo benessere, nel secolo successivo, Šiauliai venne prima devastata nel corso del Diluvio e poi fu afflitta da epidemie di peste. A causa della disastrosa situazione in cui versava l'area, i contadini locali si ribellarono, ed a quel punto Antoni Tyzenhaus elaborò una serie di progetti che portarono Šiauliai al suo antico splendore. Decise infatti di riorganizzare la città secondo i più moderni canoni urbanistici. Essa divenne un importante centro culturale e scolastico e, dopo le spartizioni della Polonia, passò sotto il controllo dell'Impero russo. Ciò nonostante vennero costruite nuove vie di comunicazione, come la strada per Riga e per Tilsit o la ferrovia per Liepāja. Inoltre vi aprirono numerosi stabilimenti e la popolazione salì a 16,000 unità, rendendo Šiauliai la terza città della Lituania. Nel 1909 il 56.4% degli abitanti erano ebrei. Nel corso della prima guerra mondiale la città fu duramente colpita dai combattimenti ed il 65% dei suoi edifici venne incendiato. Nel dopoguerra entrò a far parte della neonata Lituania e, prima dell'occupazione di Klaipeda da parte delle milizie lituane, era seconda per numero di abitanti solo alla capitale Kaunas. Sul finire degli anni venti il centro cittadino venne ricostruito e furono inaugurati servizi di trasporto pubblici, ma l'economia locale non navigava in buone acque, data la perdita dei contatti coi mercati russi, dove tradizionalmente venivano vendute le merci prodotte a Šiauliai. Per sopperire a questa mancanza, la città si aprì verso l'Europa occidentale, così venne inaugurata la ferrovia per il porto di Klaipeda. Alla vigilia della seconda guerra mondiale Šiauliai era uno dei principali poli industriali e culturali del paese. Vi erano infatti un museo, un'università, una scuola per insegnanti, un teatro, una biblioteca e vi venivano stampati diversi periodici. Nel 1939 un quarto della popolazione di Šiauliai era composto da ebrei. Le truppe tedesche, che entrarono in città il 26 giugno 1941, sterminarono nella prima settimana d'occupazione circa 1000 ebrei. Al termine del conflitto solo 500 di loro, su una popolazione che prima del conflitto ammontava ad 8000 unità, si salvarono.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

La città è servita dall'Aeroporto Internazionale di Šiauliai.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Šiauliai è gemellata con:

Personaggi illustri[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Le due realtà sportive più importanti della città sono la squadra di pallacanestro, il KK Šiauliai, e la squadra di calcio, il FK Šiauliai. Entrambe le formazioni militano nei rispettivi massimi campionati.

La città è stata palcoscenico della competizione FIBA EuroBasket 2011, ospitando il gruppo B della prima fase (comprendente Italia, Serbia, Francia, Lettonia, Germania e Israele)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Šiauliai su lithuaniatourism.co.uk
  2. ^ "The History of Omaha Sister Cities Association." Omaha Sister Cities Association. Retrieved 12/8/08.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

lituania Portale Lituania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lituania