Ōkunoshima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ōkunoshima
L'isola vista da Kurotaki-yama
L'isola vista da Kurotaki-yama
Geografia fisica
Localizzazione Mare Interno di Seto
Coordinate 34°18′31″N 132°59′35″E / 34.308611°N 132.993056°E34.308611; 132.993056Coordinate: 34°18′31″N 132°59′35″E / 34.308611°N 132.993056°E34.308611; 132.993056
Arcipelago Arcipelago giapponese
Superficie 0,7 km²
Geografia politica
Stato Giappone Giappone
Demografia
Abitanti 0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Giappone
Ōkunoshima

fonte Repubblica

voci di isole del Giappone presenti su Wikipedia

Ōkunoshima (大久野島) è una piccola isola del Giappone, posta nel Mare Interno di Seto. Amministrativamente fa parte della municipalità di Takehara, ed è collegata con traghetti ai porti di Tadanoumi e dell'isola di Ōmishima.

Il museo dei gas velenosi

Fino alla prima guerra sino-giapponese l'isola era interamente coltivata; furono poi costruite fortificazioni per difenderla. Nel 1929 il governo giapponese, nonostante la convenzione di Ginevra li avesse vietati nel 1925, installò qui in gran segreto una fabbrica di gas velenosi (in particolare iprite) da utilizzare nelle armi chimiche, chiusa solo al termine della seconda guerra mondiale.

Oggi l'isola è disabitata, ma ospita un albergo[1] ed un museo dedicato alla fabbrica dei gas tossici aperto nel 1988[2].

È detta Isola dei Conigli (Usagi Shima) poiché ospita una numerosa colonia di conigli, probabilmente introdotti nel 1971 da un gruppo di studenti.[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b L'isola della morte diventa il paradiso dei conigli. URL consultato il 28-12-2010.
  2. ^ (EN) Takashi Yoshida, Historiography of the Asia-Pacific War in Japan, 03-06-2008. URL consultato il 28-12-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]