Ğabdulla Tuqay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ğabdulla Tuqay

Ğabdulla Tuqay nome completo Möxämmätğärif ulı Ğabdulla Tuqay (Koshlauch, 26 aprile 1886Kazan', 15 aprile 1913) è stato uno scrittore, poeta ed editore russo di lingua tartara. Padre della letterati tatara moderna, nonché della lingua stessa.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Proveniente da una famiglia di mullah, il padre morì quando aveva 4 mesi, e a 4 anni rimase orfano di madre. Cresciuto nella vita contadina dei Tartari del Volga (più tardi lo scriverà nelle sue memorie), iniziò gli studi e si appassionò alla scrittura, con il tempo divenne giornalista e editore.

La sua poesia si rifà un poco agli stili arabo, turco e baschiro, altresì della letteratura persiana e di altri popoli mediorientali. Egli è tra i fondatori della letteratura tartara moderna e della lingua stessa.

Nel 1905 fu tipografo per i Socialdemocratici Russi, per il giornale "Urals". ma matura anche esperienze con scrittori ed editori francesi, di cui apprezzano l'orientalità dei testi.

Morì a Kazan' a 26 anni per tubercolosi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]