Červený Kláštor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Červený Kláštor
comune
Červený Kláštor – Veduta
Localizzazione
Stato Slovacchia Slovacchia
Regione Presovsky vlajka.svg Prešov
Distretto Kežmarok
Territorio
Coordinate 49°23′30″N 20°24′19″E / 49.391667°N 20.405278°E49.391667; 20.405278 (Červený Kláštor)Coordinate: 49°23′30″N 20°24′19″E / 49.391667°N 20.405278°E49.391667; 20.405278 (Červený Kláštor)
Altitudine 462[1] m s.l.m.
Superficie 3,04 km²
Abitanti 229[2] (31 dicembre 2009)
Densità 75,33 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 059 06
Prefisso 052
Fuso orario UTC+1
Targa KK
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovacchia
Červený Kláštor

Červený Kláštor (in ungherese Vöröskolostor) è un comune della Slovacchia facente parte del distretto di Kežmarok, nella regione di Prešov, nel cuore della catena montuosa dei Tatra su cui sorge l'omonimo convento.

Situato ai bordi del fiume Dunajec, il convento è stato fondato in epoca medievale per accogliere monaci certosini e camaldolesi.

Ai giorni nostri costituisce una nota meta turistica.

Lo scrittore italiano Claudio Piras vi ha ambientato il suo secondo romanzo, intitolato Il Convento Rosso.

Galleria di foto del convento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dati forniti dall'Istituto statistico slovacco. URL consultato il 29 luglio 2011.
  2. ^ (EN) Demography (31.12.2010), Istituto Statistico della Repubblica Slovacca. URL consultato il 12 marzo 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Slovacchia Portale Slovacchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Slovacchia