Þrúðheimr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia norrena, Þrúðheimr (Thrúdheim o Thrudheim), che significa "Mondo di forza" in lingua norrena, è la casa di Thor secondo il poema eddico intitolato Grímnismál (4). Ma nel Gylfaginning 21, 47 e nello Skáldskaparmál 17 di Snorri Sturluson, oltre alla Ynglinga saga (5), il nome della casa di Thor sarebbe Þrúðvangr o Þrúðvangar. Þrúðheimr viene comunque citata nell'Edda di Snorri, ma nel prologo[1]. In questa storia evemerizzata, si dice che Tror, "che noi chiamiamo Thor", conquistò il regno di Tracia, "che noi chiamiamo Þrúðheimr".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Þrúðheimr è citata anche in un manoscritto (Codex Upsaliensis) del Gylfaginning (22), dove è il nome della residenza dei giganti Þjazi e Skaði, ma negli altri tre manoscritti, oltre al Grímnismál (11), compare Þrymheimr.