Österreichische Luftstreitkräfte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Österreichische Luftstreitkräfte
Aeronautica militare austriaca
Descrizione generale
Attiva 1955 – oggi
Nazione Austria Austria
Servizio aeronautica militare
Parte di
Simboli
Coccarda Roundel of the Austrian Air Force.svg

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia
Uno Short SC.7 Skyvan nella livrea dell'Österreichische Luftstreitkräfte.

La Österreichische Luftstreitkräfte, tradotto dalla lingua tedesca Forze aeree austriache (in lingua inglese Austrian Air Force o AAF), è l'attuale aeronautica militare dell'Austria e parte integrante delle forze armate austriache.

Rifondata nel 1955, a causa delle clausole dettate dalla vittoria alleata alla fine della seconda guerra mondiale, ne eredita le tradizioni militari delle precedenti Luftwaffen Kommando Österreich, come conseguenza dell'Anschluss, nel periodo dal 1938 al 1945, quando la nazione era stata annessa alla germania nazista[1], ed Heimwehr Flieger Korps fondata nel 1927 ed esistita formalmente sino all'Anschluss.

Velivoli attualmente in servizio [2][modifica | modifica sorgente]

L’unico vero aereo da combattimento in servizio nella Österreichische Luftstreitkräfte è il Typhoon, di cui il primo è entrato in servizio il 12 luglio 2007. Sono stati inizialmente previsti ventiquattro aerei, poi ridotti a diciotto ed infine a quindici. La consegna dei primi nove Typhoon, di nuova produzione, è stata completata nel luglio 2008, è in corso la consegna dei restanti sei che sono ex-Luftwaffe, si prevede il completamento delle consegne entro il 2009. Poiché la missione prevista per questi caccia è di polizia aerea, avranno esclusivamente capacità aria-aria e come armamento i missili a corto raggio IRIS-T (dei quali sono stati acquistati 25 esemplari dall'Aeronautica Austriaca), oltre ovviamente al cannone Mauser BK-27 da 27 mm.

A partire dal 1970 sono stati acquisiti quaranta aerei di cui attualmente ventotto sono ancora operativi, presto saranno ridotti a ventidue. Sono impiegati per l’addestramento avanzato dei piloti da caccia ed anche per polizia aerea armati con due pod con cannone Aden da 30 mm.

Tredici aerei acquisiti dal 1976 impiegati per trasporto persone e materiali, lancio paracadutisti, traino bersagli, ricognizione fotografica, evacuazione sanitaria (MEDEVAC) con due barelle a bordo, missioni antincendio con un contenitore ventrale da 800 litri.

Tre aerei ex-RAF acquisiti nel 2003 impiegati per trasporto persone e materiali.

Sedici aerei acquisiti dal 1983 impiegati per addestramento e missioni di polizia aerea armati con pod con mitragliatrici da 12,7 mm e razziere.

Nove elicotteri operativi dal 2005 impiegati per trasporto truppe, trasporto VIP, protezione civile, missioni antincendio con benna da 3000 litri. Sono impiegati anche per appoggio alle forze speciali, per questo motivo sono compatibili con l’uso di NVG ma non armati.

Ventiquattro elicotteri acquisiti a partire dal 1980, uno è andato perso in un incidente. Sono impiegati per trasporto, ricerca e soccorso (SAR), evacuazione sanitaria (MEDEVAC), missioni antincendio e di appoggio alle forze speciali.

Acquisiti dal 1976. Sono impiegati per trasporto, ricognizione ed appoggio all’esercito, sono compatibili con l’uso di NVG e possono essere armati con una mitragliatrice gatling M27 da 7,62 mm su ogni lato della fusoliera.

Ventotto elicotteri acquisiti dal 1967 impiegati per trasporto, ricerca e soccorso (SAR), appoggio all’esercito e ricognizione, anche con il pod FLIR AAQ-22 Safire III, che può essere impiegato anche da Kiowa e PC-6.

Velivoli impiegati in passato[modifica | modifica sorgente]

Nel 1968 l’Österreichische Luftstreitkräfte ordinò due elicotteri che vennero consegnati nel 1970 ed impiegati per missioni di trasporto e ricerca e soccorso fino al 1981 quando vennero ceduti ad Israele a causa degli alti costi operativi.

Il 21 maggio 1985 l’Österreichische Luftstreitkräfte stipulò un contratto per l’acquisto di ventisette aerei, poi ridotti a ventiquattro, che vennero consegnati tra il 25 giugno 1987 ed il 18 maggio 1989.

I Draken entrarono in servizio in entrambi i gruppi di volo (Staffel) dello stormo di sorveglianza (Uberwachungsgeschwader), il 1° Staffel sulla base di Zeltweg ed il 2° Staffel sulla base di Graz-Thalerof.

A seguito delle limitazioni agli armamenti imposte all’Austria nel trattato di pace alla fine della seconda guerra mondiale, che vietavano all’Österreichische Luftstreitkräfte di avere aerei armati con missili, l’armamento dei Draken austriaci era limitato ai cannoni Aden da 30 mm.

Nel 1991 con la guerra civile nell’ex-Jugoslavia iniziarono le violazioni dello spazio aereo austriaco da parte di aerei jugoslavi, di conseguenza l’Österreichische Luftstreitkräfte venne autorizzata ad usare missili ed i Draken vennero armati con AIM-9P Sidewinder e dotati di nuovi ricevitori radar d’allarme (Radar Warning Receiver, RWR) e lanciatori di chaff e flare.

Nel 2003 l’Österreichische Luftstreitkräfte ha scelto come sostituto del Draken l’Eurofighter Typhoon.

A causa dell’elevato numero di ore di volo dei Draken e dei tempi di consegna previsti per il Typhoon, come soluzione provvisoria il nove marzo 2004 venne approvato un accordo con la Svizzera per la fornitura di dodici Northrop F-5E Tiger II in leasing per quattro anni.

I primi quattro Tiger arrivarono il sette luglio 2004 alla base di Graz-Thalerof e vennero assegnati al 2° Staffel che passò i suoi Draken al 1° Staffel di Zeltweg. Il 2° Staffel iniziò il servizio d’allarme coi Tiger nella primavera del 2005. In seguito anche il 1° Staffel venne riequipaggiato coi Tiger, gli ultimi Draken vennero radiati a fine 2005.

Dopo la restituzione degli F-5E, avvenuta il trenta giugno 2008, il 2° Staffel è stato trasferito dalla base di Graz-Thalerof a Zeltweg [2].

Tredici elicotteri acquisiti dal 1969 ed impiegati per addestramento. Sono stati radiati dal servizio attivo nel 2009.

Organizzazione attuale [2][modifica | modifica sorgente]

Attualmente la Österreichische Luftstreitkräfte è strutturata in:

comando difesa aerea (Luftraumüberwachung Kommando);

comando supporto aereo (Luftunterstützung Kommando);

comando delle scuole di volo e contraeree (Flieger und Fliegerabwehrschule Kommando).

Dal Luftraumüberwachung Kommando dipendono: lo stormo sorveglianza (Überwachungsgeschwader) con il 1° e 2° Staffel equipaggiati con Eurofighter Typhoon sulla base di Zeltweg;

il 3° Düsentrainerstaffel per l’addestramento avanzato sulla base di Linz-Hörsching equipaggiato con Saab J-105Öe;

il Fliegerwerft 2 che è il centro manutenzione per Typhoon, Saab J-105Öe e Pilatus PC-7 sulla base di Zeltweg;

un battaglione radar con tre siti principali a Kolomansberg, Steinmandl e Koralpe più due compagnie con radar mobili;

due reggimenti contaerei equipaggiati con missili MBDA Mistral e cannoni binati Oerlikon da 35 mm.

È prevista la chiusura della base di Graz-Thalerof.

Dal Luftunterstützung Kommando dipendono, sulla base di Langebarn:

il 1° Staffel equipaggiato con elicotteri Sikorsky UH-60 Black Hawk;

il 2° Staffel equipaggiato con elicotteri Bell OH-58 Kiowa;

il 4° Staffel equipaggiato con Pilatus PC-6 Turbo Porter;

il Fliegerwerft 1 che è il centro manutenzione per tutti gli elicotteri ed i PC-6 della base;

sulla base di Linz-Hörsching:

il 1° e 2° Staffel equipaggiati con elicotteri Agusta-Bell AB-212;

il 3° Staffel equipaggiato con Lockheed C-130K Hercules;

il Fliegerwerft 3 che è il centro manutenzione per gli AB-212;

sulla base di Aigen il 1° e 2° Staffel equipaggiati con elicotteri SA316Ö Alouette III.

Dal Flieger und Fliegerabwehrschule Kommando dipendono:

uno Staffel equipaggiato con elicotteri Agusta-Bell AB-206 sulla base di Langebarn;

uno Staffel equipaggiato con Pilatus PC-7 sulla base di Zeltweg.

Addestramento piloti [2][modifica | modifica sorgente]

I piloti d’aereo iniziano tutti l’addestramento sul PC-7, poi i piloti da caccia proseguono con l’addestramento avanzato sul J-105, in seguito vengono inviati alla scuola NATO di Moose Jaw in Canada dove volano su Hawk Mk.115, al ritorno completano l’addestramento con la conversione operativa sul Typhoon in Germania al JG73 della Luftwaffe.

I piloti da trasporto dopo l’addestramento iniziale sul PC-7 passano al PC-6, i più esperti in seguito possono essere destinati agli Hercules.

I piloti d’elicottero iniziano l’addestramento sull’AB-206, poi passano all’Alouette, in seguito eseguono la conversione operativa sempre su Alouette, AB-212 o Kiowa, solo piloti con almeno tre anni e mille ore di volo su elicottero possono essere destinati ai Black Hawk.

Entro il 2009 gli AB-206 verranno radiati, per cui uno Staffel di Alouette verrà destinato all’addestramento iniziale.

Programmi futuri [2][modifica | modifica sorgente]

La Österreichische Luftstreitkräfte sta valutando dei cambiamenti al programma d’addestramento per i piloti da caccia, sono in corso contatti con l’Aeronautica Militare per inviare gli allievi piloti non più a Moose Jaw ma al 61º Stormo di Galatina (Lecce) e poi al 4º Stormo di Grosseto per la conversione operativa sul Typhoon.

Data l’obsolescenza dei J-105, si sta valutando l’opportunità di un programma di aggiornamento o della sostituzione con un nuovo addestratore avanzato, in particolare con l’Aermacchi M-346.

Il battaglione radar riceverà dei nuovi radar RAT31DL di produzione Selex Sistemi Integrati, è prevista l’operatività nel 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ in senso stretto, come in altre realtà militari durante il periodo ed il controllo nazista, era una forza aerea subordinata alla tedesca Luftwaffe.
  2. ^ a b c d e Rivista Aeronautica 06/2008
  3. ^ C. M. Reed. H-53 Sea Stallion in action (Aircraft number 1174). Carrollton, Texas: Squadron/Signal Publications, Inc., 2000. ISBN 0-89747-417-1.
  4. ^ Rivista Aeronautica 05/2003
  5. ^ Rivista Aeronautica 06/2005

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]