Óbidos (Portogallo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Óbidos
comune
Óbidos – Stemma Óbidos – Bandiera
Óbidos – Veduta
Localizzazione
Stato Portogallo Portogallo
Regione Centro
Distretto Leiria
Territorio
Coordinate 39°21′N 9°09′W / 39.35°N 9.15°W39.35; -9.15 (Óbidos)Coordinate: 39°21′N 9°09′W / 39.35°N 9.15°W39.35; -9.15 (Óbidos)
Superficie 142 km²
Abitanti 10 875 (2001)
Densità 76,58 ab./km²
Comuni confinanti Bombarral, Caldas da Rainha, Lourinhã (11), Peniche
Altre informazioni
Cod. postale 2510-086
Prefisso (+351) 262
Fuso orario UTC+0
Subregione Ovest
Cartografia

Óbidos – Localizzazione

Sito istituzionale

Óbidos ('ɔbiduʃ) è un comune portoghese di 10.875 abitanti situato nella subregione di Ovest in provincia di Estremadura.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le mura

La città prende nome dal termine latino oppidum ed è ubicata nei pressi della città romana di Eburobrittium. Fu sottratta alla dominazione araba nel 1148 e fu assegnata in dote a moltissime regine del Portogallo fra le quali:

La cittadina è cinta da mura fortificate ancora intatte e al suo interno, lungo la via Diretta, la strada principale, si susseguono una serie di case bianche con bordi in verde e blu. I fiori sui balconi conferiscono un aspetto molto caratteristico al borgo. La prima regina del Portogallo che la ebbe in dote fu Santa Isabella che la visitò nel 1282. La regina se ne innamorò a prima vista e il marito Dinis la regalò subito alla regina. Da allora fu consuetudine dare in dote alle regine del Portogallo questo splendido borgo.

Il Castello[modifica | modifica sorgente]

Il Castello

Il castello, molto ben conservato, fu fatto costruire da Dinis nel XIII secolo. Si presenta come una fortezza con torri e spalti merlati. Venne trasformato in palazzo nel XVI secolo e ora è una elegante Pousada, ovvero un albergo di lusso.

La Chiesa di Santa Maria[modifica | modifica sorgente]

Igreja de Santa Maria


È forse la più bella chiesa del borgo e si trova alla fine della via principale. Venne costruita sui resti di una moschea che a sua volta era stata edificata sulle rovine di un tempio visigoto. La prima costruzione risale al XII secolo ma l'attuale struttura è di stile rinascimentale. Qui, nel 1444, fu celebrato il matrimonio di Alfonso V con la cugina Isabella. L'interno è decorato con dei fini azulejos. Sono anche presenti dei dipinti della pittrice Josefa di Obidos.

Il Museo[modifica | modifica sorgente]

Il museo è ubicato nel palazzo dell'antico Municipio, accanto alla Chiesa di Santa Maria. Contiene alcuni bei dipinti di Josefa di Obidos, la prima pittrice ad aver avuto notorietà in vita prima del XIX secolo.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Popolazione di Óbidos (1801 – 2004)
1801 1849 1900 1930 1960 1981 1991 2001 2004
12428 7970 17659 9877 11316 10538 11188 10875 11187

Galleria Fotografica[modifica | modifica sorgente]

Freguesias[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]