Évry (Essonne)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Évry
comune
Évry – Stemma
Il municipio
Il municipio
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione France moderne.svg Île-de-France
Dipartimento Blason département fr Essonne.svg Essonne
Arrondissement Évry
Cantone Évry-Nord
Évry-Sud
Amministrazione
Sindaco Francis Chouat (PS) dal 2008
Territorio
Coordinate 48°38′N 2°27′E / 48.633333°N 2.45°E48.633333; 2.45 (Évry)Coordinate: 48°38′N 2°27′E / 48.633333°N 2.45°E48.633333; 2.45 (Évry)
Altitudine 53 m s.l.m.
Superficie 8,33 km²
Abitanti 53 268[1] (2009)
Densità 6 394,72 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 91000
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 91228
Nome abitanti Évryens
Motto Labor omnia vincit
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Évry
Il comune all'interno del dipartimento dell'Essonne
Il comune all'interno del dipartimento dell'Essonne
Sito istituzionale

Évry è un comune francese di 53.268 abitanti capoluogo del dipartimento dell'Essonne nella regione dell'Île-de-France. Il motto della città è Labor omnia vincit (in latino "la fatica vince tutto").

I suoi abitanti sono chiamati Évryens.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Évry è situata a 27 km a sud-est di Parigi, sulla riva della Senna.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città ha cambiato nome molte volte durante la propria storia:

  • 1000 a.C.: Eburiacos (Eburos è il nome del capo della tribù gallica Eburiaco)
  • Dopo la conquista romana: Aperacum
  • 50 a.C.: Apriacum e poi Avriacum
  • 1196: Aivriacum
  • 1326: Aisvry e poi Esvry
  • 1376: Évry-sur-Seine
  • 1881 (sotto l'influenza di Paul Decauville): Évry-Petit Bourg
  • 1965: Évry Ville nouvelle.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Grazie ad un tessuto economico di grande ricchezza, Évry è affermata come un grande polo economico su scala nazionale. La città conta un grande numero di imprese come SNECMA, Carrefour, ACCOR. C'è anche un centro di tecnologia di punta con CNES, Genopole, Ariane, AFM.

Possiede inoltre una grande offerta commerciale col centro commerciale regionale Évry 2 che, con più di 230 negozi come FNAC, Darty e Go sport Évry 2, è il più grande centro commerciale dell'Île de France e il secondo di Francia.

Évry è inoltre sede della Camera di commercio e industria dell'Essonne.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

La città ha un'enorme diversità culturale, i suoi abitanti rivendicano più di sessanta origini nazionali diverse. Questa diversità si ritrova in un'architettura sacra che rappresenta tutte le credenze e pratiche religiose: cristiana (in tutte le sue diversità), musulmana, ebraica, buddhista.

Chiesa Saint-Pierre e Saint-Paul[modifica | modifica sorgente]

Alcune parti come il coro risalenti al XIII secolo; fonti battesimali di marmo donati dal duca di Antin.

Chiesa Notre-Dame-de-l'Espérance[modifica | modifica sorgente]

Di architettura moderna, di Jamby 1971/72, nel quartiere del Parc aux Lièvres della città nuova.

Cattedrale della Resurrezione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cattedrale della Resurrezione (Évry).

Nel 1984, Monsignor Herbulot trasferì il vescovato cattolico nella città nuova. L'assenza di un luogo di culto adatto ad accogliere la crescente popolazione di un agglomerato di 60 000 abitanti, ha fatto sì che venne lanciata una colletta per edificare una cattedrale a Évry. Essa è stata la prima costruita in Francia dopo più di un secolo. Il 1º gennaio 1989 la diocesi prese il nome di Diocesi d'Évry-Corbeil-Essonnes. La cattedrale venne edificata al centro della Ville nouvelle, vicino l'Hotel di Città, della Camera del Commercio, della moschea, della pagoda e dell'università. Porta il nome di Cattedrale della Resurrezione ed è dedicata a San Corbinien, primo vescovo di Freising-Munich in Baviera, nato nell'VIII secolo nel territorio della futura diocesi.

Il finanziamento sarà anche assicurato da Les Chantiers du Cardinal ("I Cantieri del Cardinale"), il mecenate d'impresa e una sottoscriveranno ben 300.000 donatori.[non chiaro]

All'interno di questa cattedrale, un tabernacolo moderno, di forma cubica, opera di Louis Cane.

È ricoperto su cinque facciate da mosaici ispirati da quelli della primitiva chiesa. I temi delle decorazioni sono i simboli utilizzati dai primi cristiani: la colomba, l'uva, il pane, il pesce.

La Grandissima Pagoda[modifica | modifica sorgente]

La comunità buddhista dell'Essonne ha costruito la sua pagoda in prossimità del Parc aux Lièvres nel comune d'Évry. Identificabile solamente grazie ai drappi buddhisti multicolori che la sormontano, la grossa opera è oggi finita. L'edificazione di Khanh-Anh è cominciata nel 1996, ma il cantiere avanza lentamente e rimane ancora molto da fare. Numerosi materiali e decorazioni sono originari dell'Asia, come il tetto, con le tegole verniciate fabbricate in Cina con delle tecniche tradizionali e che coprono il monumento. La fine dei lavori è stimata per il 2010

Con una superficie totale de 4.000 m² (terreno compreso), la pagoda è finanziata dalla comunità buddista della pagoda Khanh Anh di Bagneux.

Dal 20 ottobre 2002, la pagoda ospita una statua di bronzo, ricoperta di lamine d'oro, di 4 metri di altezza e p 5 tonnellate di peso, fabbricata in Thailandia. Rappresenta il Buddha seduto nella posizione del loto, in meditazione. Questo avvenimento sacralizza anche per la comunità buddhista europea il nuovo luogo di culto. Il monumento dispone anche di una vocazione culturale, disponendo di una mediateca e un museo e proponendo numerose attività culturali e sociali. La pagoda è la più grande d'Europa al momento della sua inaugurazione. Accoglie al suo interno la congregazione buddhista vietnamita e forma i suoi futuri monaci.

La Grande Moschea[modifica | modifica sorgente]

Di fronte alla Cattedrale, il minareto della moschea punta verso il cielo per ricordare come gli altri edifici culturali che questo è anche un centro della cultura musulmana. Il cantiere è stato aperto nel 1994 dopo 10 anni di lavori è stata costruita grazie ai finanziamenti privati ma anche istituzionali fra i quali quello del re Hassan II del Marocco e il re Fahd d'Arabia Saudita. La sala di preghiera accoglie ogni venerdì più di 1500 fedeli. La Grande Mosquée è pertanto tra le più grandi moschee dell'Europa occidentale.

La concezione architettonica è nella pura tradizione arabo-musulmana: mosaici, legni scolpiti e intarsi, stucchi. La maggior parte delle decorazioni sono state realizzate dai migliori artisti marocchini.

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Évry è sede di molti stabilimenti d'istruzione superiore come l'ENSIIE, l'INT (Istituto Nazionale Telecomunicazioni) e l'Università di Évry-Val d'Essonne. Accoglie il più grande Génopole d'Europa, l'AFM (Associazione francese contro le miopatie) e numerose unità di ricerca come la Généthon. In totale vi sono circa 16.000 studenti nei diversi stabilimenti cittadini.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Évry Ville Nouvelle è gemellata col campo di rifugio palestinese di Khan Younis, nella Striscia di Gaza. La segnatura del protocollo di gemellaggio ha avuto luogo il 24 settembre 1999 al SAN di Évry in presenza dei 4 sindaci della Ville Nouvelle, di 8 delegati rappresentanti il campo profughi venuti a passare in città 10 giorni e di Leila Shahid e numerosi militanti e simpatizzanti.

La lista completa delle città gemellate è dunque:

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia