Étienne Jérôme Rouchouze

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Étienne Jérôme Rouchouze, SS.CC.
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vicario apostolico dell'Oceania orientale
Consacrato vescovo 27 dicembre 1833 dal cardinale Carlo Maria Pedicini
Deceduto 13 marzo 1843, Oceano Pacifico

Étienne Jérôme Rouchouze, SS.CC. (Firminy, 1798Oceano Pacifico, 13 marzo 1842), è stato un vescovo cattolico e missionario francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato Chazeau, Loire 1798. Fu vicario apostolico e vescovo titolare di Nilopolis dal 1833 al 1842 del vicariato apostolico dell'Oceania orientale (dalla quale derivano le odierne arcidiocesi di Papeete, diocesi di Honolulu e diocesi di Taiohae o Tefenuaenata nelle Isole Marchesi).[1][2][3] Come vescovo missionario, Rouchouze risiedette a Valparaíso e a Honolulu; era incaricato dell'evangelizzazione delle Isole Hawaii e del Pacifico orientale.

Prima del suo ministero episcopale, papa Gregorio XVI, il 27 novembre 1825 aveva creato la prefettura apostolica delle Isole Sandwich. Alexis Bachelot ne era stato nominato prefetto il 3 dicembre 1825.

Rouchouze fu eletto vicario apostolico dell'Oceania orientale e vescovo titolare di Nilopoli il 14 giugno 1833 con giurisdizione ordinaria sopra la prefettura apostolica delle Isole Hawaii. Fu consecrato vescovo a Roma, il 27 dicembre dello stesso anno dal prefetto della Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Carlo Maria Pedicini.

Il 17 gennaio 1839 Rouchouze benedisse la prima pietra della prima chiesa di Mangareva, che arrivò a Mangareva il 4 aprile di quell'anno. Celebrò la Messa pontificale nelle Isole Marchesi a Tahuata il 6 febbraio 1839. Arrivò a Honolulu il 14 maggio 1840. L'8 dicembre 1842 la nave Marie-Joseph fu benedetta a Saint-Malo in Bretagna. Poco tempo dopo, Rouchouze, accompagnato da tredici religiosi e dieci religiose, lasciò Saint Malo alla volta dell'Oceania a bordo del Marie-Joseph. Il 24 febbraio 1843 Rouchouze e i ventitré missionari lasciarono l'isola di Saint Catherine a bordo del Marie-Joseph. Il 13 marzo 1843 la nave fu avvistata per l'ultima volta a 51° N, 62° W. Rouchouze e i suoi compagni non furono più visti e si presume che siano periti in mare.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lettres des missionnaires maristes en Océanie (1836-1854) Page 721 2008 "Mgr ROUCHOUZE Étienne : 1798 à Chazeau, Loire - 1842 en mer. Père picpucien, Vicaire apostolique de l'Océanie orientale il s'installe d'abord à Mangareva aux Gambier, puis, à Tahiti, comme évêque de 1833 à 1836. Il disparaît en mer ..."
  2. ^ Yannick Essertel L'aventure missionnaire lyonnaise: 1815-1962 2001 Page 215 "Mgr Rouchouze, vicaire apostolique de l'Océanie orientale. A la demande du Père Coudrin, Rome confie au Père Étienne Rouchouze1 l'évangélisation de l'Océanie orientale le 20 mai 1833. Le vicariat est formé des îles Gambier, de Tahiti, ..."
  3. ^ Pierre-Yves Toullelan Missionnaires au quotidien à Tahiti: les Picpuciens en Polynésie Page 136 - 1995 "À Mgr Rouchouze (vicaire apostolique de 1836 à 1840) succèdent Mgr Baudichon (1844-1848) et Mgr Jaussen (1848-1884). L'abandon de Mgr Baudichon entraîne la nomination pour les Marquises de Mgr Dordillon (1855-1888).