Élodie Bouchez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Élodie Bouchez al Festival di Cannes 2011.

Élodie Bouchez (Montreuil-sous-Bois, 5 aprile 1973) è un'attrice francese. È conosciuta soprattutto per aver vinto il Premio César per la migliore promessa femminile con il film L'età acerba di André Téchiné e per aver ottenuto il premio per la migliore attrice al Festival di Cannes con il film La vita sognata degli angeli (La Vie rêvée des anges, 1998).[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 ha vinto il Premio César per la migliore promessa femminile impersonando Maïté Alvarez nel film L'età acerba (Les roseaux sauvages) diretto da André Téchiné, nella pellicola si è esibita accanto a Gaël Morel e Stéphane Rideau.

Nel 1996 ha recitato di nuovo al fianco di Stéphane Rideau, in A tutta velocità (Á toute vitesse). Nel lungometraggio diretto da Gaël Morel ha interpretato Julie, una ragazza di belle speranze innamorata prima del giovane scrittore Quentin (Pascal Cervo) e poi del coraggioso e sfortunato Jimmy (Stéphane Rideau), morto per salvare da un attacco razzista Samir (Méziane Bardani) un amico omosessuale di origine algerina.

Alla fine del 2005 è entrata a far parte del cast della serie televisiva statunitense Alias con il ruolo di Renée Rienne, un'assassina che lavora segretamente per la CIA. Ha inoltre recitato nella serie tv The L Word interpretando Claude, una scrittrice francese che incontra Jenny durante un viaggio in Canada.

Il cantautore David Mead ha composto la canzone Élodie per lei.

Risiede a Beverly Hills, California, con suo marito Thomas Bangalter, del duo elettronico Daft Punk e loro 2 figli Tara-Jay e Roxan.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1998, festival-cannes.fr. URL consultato il 3 luglio 2011.
  2. ^ Suzanne Ely, "Return of the Cybermen" Mixmag (luglio 2006)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Premio César per la migliore attrice Successore
Ariane Ascaride
per Marius e Jeannette
1999
per La vita sognata degli angeli
Karin Viard
per Haut les coeurs!
Predecessore Premio César per la migliore promessa femminile Successore
Valeria Bruni Tedeschi
per Le persone normali non hanno niente di eccezionale
1995
per L'età acerba
Sandrine Kiberlain
per En avoir (ou pas)

Controllo di autorità VIAF: 19515454 LCCN: nr00006246